Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | Poker Live | Poker nei Casino'

Altre Prove che una Donna non Potrà vincere il Main Event.

Condividi
Se qualcuno di voi volesse provare che una donna non potrà vincere il Main Event delle WSOP nel prossimo futuro, vi basterà guardare uno dei recenti eventi per sole donne trasmessi in televisione. Lo scorso mese Poker After Dark ci ha offerto una settimana per signore e questa settimana abbiamo il tavolo finale dell'evento femminile delle WSOP 2007. Entrambi illustrano quello stile weak-tight impiegato dalla maggior parte delle donne giocatrici di poker.

Poche settimane fa un produttore ha radunato sei delle migliori giocatrici di poker al mondo, (mi chiedo spesso perchè non si vedano giocatrici come: Linda Johnson, Susan Isaacs, e Kathy Liebert?) ed il loro gioco ha semplicemente supportato la mia tesi secondo la quale le donne non sono abbastanza aggressive per vincere un evento con la struttura del Main Event. Dopo la prima ora, la chip leader conduceva con un vantaggio di solo il 10% e la short stack era sotto solo del 15%. Due ore a la short stack era sotto del 35%. la prima giocatrice ad essere eliminate la si è vista alla fine della quarta ora di giocvo. Tutte le giocatrici hanno giocato bene tight-aggressive e nessuna di loro si è fatta coinvolgere in grossi piatti nemmeno con premium hands sino a quando la pressione dei bui le ha costrette. Hanno continuato a prendersi i bui sino a che una grande serie di carte positive ha dato a Clonie Gowen un relative super stack permettendole di dominare sulle varie short stack in successione. Anche se ha giocato le carte molto bene, bisogna dire che le sono arrivate varte buone da giocare.

Ora sto guardando il tavolo finale del Ladies' Hold'em event delle WSOP. Tutte si limitano a spingere carte e bui, e passare alla minima pressione. Questo ha portato il commentatore a riconoscere che la parte più eccitante del tavolo finale è stato guardare una delle giocatrici che mangiava una banana.

La sola giocatrice che ha mostrato una qualche inclinazione a prendere rischi è Vanessa Selbst. Lei aveva uno stack significativo (2°) ed ha fatto qualche colpo con Ax, che comparator alle alter carte che le venivano date è sembrato una buona mano.

Katja Thater grazie al grosso stack poteva permettersi di giocare un po' più aperta ma dopo una serie di carte pessime e qualche cattiva giocata, anche lei si era ridotta con uno stack medio, (5°). Come ci si attendeva, tutte loro hanno mostrato quello stile weak-tight che caratterizza la maggior parte delle donen. Il gioco si riduceva ad una puntata singola e a passare sino a quando le disperate short stack erano costrette a prendere dei rischi.

io non intendo dire che le done non possano essere delle giocatrici di poker vincenti. In qualsiasi normale partita, i ragazzi sono li per spingere il gioco e lo stile delle donne da loro la possibilità di ottenere risultati. In questo tipo di eventi invece non c'è nessuno che spinge ed alla fine vince chi riceve le carte buone.


Good Luck
jb