Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | Il Mondo del Poker | Gioco d'azzardo e legge

Le Nazioni Caraibiche Chiedono Risarcimento di $3.4 Miliardi di Dollari per le Violazioni al WTO

Condividi
Quando il Congresso a reso legge l'Unlawful Internet Gambling Enforcement Act (UIGEA) lo scorso autunno, ha fatto sollevare una gran tempesta nei Caraibi. Antigua e Barbuda si sono rivolte alla World Trade Organization all'inizio di questa settimana per richiedere di attivare sanzioni commerciali per $3.4 Miliardi contro gli Stati Uniti per il mancato rispetto dei trattati e delle regole del WTO.

Il governo americano ha preso nota della sanzione di illegalità emessa dal WTO nei confronti dell'UIGEA ma sostiene che Antigua e Barbuda non abbiano diritto ad alcun risarcimento - almeno non di quelle dimensioni. "Il livello preventivato da Antigua e Barbuda è molte volte superiore al prodotto interno lordo delle due nazioni caraibiche," ha detto il portavoce americano Juan Millan.

Il nocciolo delle discussioni e dei dubbi del WTO nei confronti dell'UIGEA non è il divieto al gioco via internet ma piuttosto l'esenzione prevista dalla legge per le scommesse online sulle corse di cavalli. Il WTO ha più volte ribadito che gli USA hanno il diritto di rendere illegale il gioco d'azzardo via internet se lo ritengono necessario, ma non possono farlo limitandosi ad impedire l'offerta di servizi da parte di altre nazioni lasciando, allo stesso tempo, libertà di azione alle compagnie americane che offrono servizi di scommessa sulle corse di cavalli, su quelle di cani e per le lotterie nazionali.

Quello dell'online gambling è uno dei maggiori settori d'affari per Antigua e Barbuda; settore che da lavoro ad oltre 1'000 persone e genera più di $130 Million all'anno per le due piccole isole. I proventi da questo settore sono drammaticamente crollati quando l'UIGEA ha letteralmente fatto sparire dal mercato il 50% degli scommettitori di tutto il mondo.

In un'altra serie di arroganti affermazioni da parte del governo americano, è stato comunicato che gli stessi Stati Uniti hanno intenzione di riscrivere il trattato firmato per l'accesso al WTO nel 1994 per rimuovere le voci collegate al gambling... 13 anni dopo il fatto.