Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | Poker Online | Guida Poker Online

Poker Blogging

Condividi
L'anno era il 2005, la situazione poker era già calda, e un uomo, che molti ora conoscono come Chilly, iniziò un blog. Si era preso sei settimane di matermità per stare con il figlio appena nato e quindi ha chiamamato il blog "Infant Days, Sleepless Nights" ossia giorni infanti, notti insonni. Era questa la cosa a cui pensava Chilly infatti, quando ha iniziato a scrivere di suo figlio e del poker, entrambi a livello infantile

Il Poker blogging, dicono alcuni degli scrittori più noti, è pieno di qualsiasi tipo di giocatori, ma molti di loro sono meglio della media dei giocatori su Internet.

"Penso che la maggior parte dei bloggers siano migliori della media dei giocatori online, senza alcun dubbio,"ha detto G-Cox, che ha il blog Low Limit Grinder e si etichetta come il blogger in assoluto più tight. "In altre parole, penso che i veterani che lo stanno facendo da un pò sono per la maggior parte giocatori solidi."

La maggior parte dei bloggers ha iniziato a scrivere sul poker per migliorarsi e come risultato sono migliorati.

"Parlavo e pensavo di poker troppo, e non avevo uno sbocco per discutere di poker quotidianamente," ha detto Jordan da High On Poker . "Avevo idee ma niente sbocchi per discuterne con persone intelligenti e con una simile ossessione. Il blog è stata la forza che mi ha fatto cambiare la mia visione del poker da un gioco per semplice divertimento ad un passatempo a lungo termine."

Certamente la maggior parte dei giocatori dicono che questo è il modo in cui hai migliorato di più. Parlando delle mani con gli altri giocatori. Una volta che il blogging si è ingrandito, i giocatori hanno iniziato a parlare delle mani nel mondo virtuale con i loro amici virtuali.

"Leggerei i blogs prima di iniziare a giocare per la prima volta e imparerei molte cose da loro e dai siti che linkano," ha detto Joe Speaker, che aveva un blog su PokerWorks e ora scrive nel suo blog site personale sul poker e sul suo essere padre. "Ho pensato che sarebbe stato più facile ottenere una ampia gamma di opinioni postando pensieri e domande invece di mandare semplicemente delle e-mail alla gente."

Non solo i bloggers si aiutano l'un l'altro, ma scrivendo del loro gioco e delle proprie idee li aiuta a diventare dei migliori giocatori da soli. Molti pro hanno iniziato con un "poker diary" e il blog è la stessa cosa.

"La capacità di guardarsi indietro e guardare post del tipo "O MIO DIO HO PERSO UN SACCO DI SOLDI STASERA" e capire perchè e in che modo sia successo aiuta veramente," ha detto Drizz, che ha iniziato il suo personale poker blog qualche anno fa.

Molti bloggers, ovviamente, non parlano solamente delle mani. A molti piace parlare degli asini che trovano ai tavoli, ma di solito si riferiscono al proprio gioco.

C'è una cosa che Drizz ha presto imparato dagli altri bloggers - a non prendersi troppo seriamente, anche se molti,lui incluso, sono seri riguardo il loro gioco. "C'è sempre qualcuno più veloce, più grande e migliore," ha detto. "L'unica cosa da fare è migliorarsi restando umili."

I Bloggers sanno molto sul gioco, quasi troppo se sei passato per i tavoli low-limit i venerdi notte, o a Las Vegas ai tavoli 2/4 durante uno dei famosi bloggers raduni a Las Vegas. Ai Bloggers piace incontrarsi al tavolo e giocare nel modo più sbagliato che possono per divertimento.

"A Las Vegas, i giocatori live, specialmente al 2/4 e al 3/6 limit game, o ci amano o ci odiano," ha detto Chilly "Dipende se il nostro hammer (2-7, la peggior mano Hold ‘Em) gli costa denaro oppure no.

Un tavolo live, riempito di bloggers, può rendere il tavolo, bè,animato

"Giocare ad un tavolo live con dei bloggers è la cosa più divertente che ci sia," hadetto Joe Speaker. "Sono stato a dei tavoli dove i ‘civili' si sono ve3ramente divertiti, perchè il tavolo è animato (e ubriaco). Altre volte, sembrano essere assolutamente confusi su quello che sta succedendo e sul perchè due bloggers si fanno guerra con due mani spazzatura."

Tutti i bloggers, nonostante si possano essere conosciuti online e aver probabilmente iniziato a giocare a poker in posti come Full Tilt , Poker Stars , Ultimate Bet, Bodog , affermano che anche il loro gioco live è migliorato grazie ai blog.

"Penso che la costante informazione dal leggere e scrivere online mi abbia aiutato a concentrarmi di più nel live," ha detto TripJax said.

Jordan, infatti, scrive di più sul gioco live in High On Poker, più dell'online che tra l'altro ha smesso di giocare per un pò.

"Il blogging mi ha fatto tenere note su mani particolari che mi permettono di esaminare il mio gioco." ha detto Jordan.
2Mi da anche l'opportunità di scrivere alcuni pensieri che ho al tavolo, come quando raccolgo tells, informazioni. L'atto di scriverlo mi aiuta veramente ad analizzare il mio gioco e ricordare nuove informazioni"


Blogging vuol dire ance scrivere e molti bloggers dicono che hanno migliorato il proprio blog non parlando più solo di poker ma anche di altro.

Drizz scriveva sul come recuperare bonus e di strategia. Ora parla di formaggio,caglio e Lindsey Lohan,
insieme al suo gioco preferito, l'Omaha.

Joe Speaker ha detto che il blogging e lo scrivere è il suo principale interesse ora, non il poker.

And TripJax ha iniziato a scrivere di poker solo perchè gli piaceva scrivere e stava solo da poco ad interesarsi al poker. "Volevo essere un scrittore migliore e ho trovato la mia amante, il poker". Ha detto TripJax "Tre anni dopo non sono sicuro di essere migliorato in uno dei due."