Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | Il Mondo del Poker | Gioco d'azzardo e legge

World Poker - Antigua e Barbuda

Condividi
Antigua ha fatto notizia per mesi con la battaglia legale del WTO contro gli USA sulla questione del gambling online. Ma dov'è quest'isola nazione e quale tipo di poker offre?

Antigua e Barbuda sono le due maggiori isole del paese. Tecnicamente, questa non è una nazione, ma un'isola nazione.Queste due isole si trovano nelle Leeward Islands, che sono una parte dell'arcipelago delle Antille Minori nel Mare Caraibico dell'oceano Atlantico. Le altre isole all'interno delle Antille Minori sono: Anguilla, Barbados, Dominica, Martinique, Monserrat, Saint Vincent and The Grenadines, Grenada, Guadeloupe, Trinidad, Tobago, Saint Lucia, Saint Kitts, Nevis, Saint Barthelemy, e Saint Martin.

Mentre molte persone conoscono queste isole grazie alla loro popolarità con le navi da crociera, molti giocatori di poker invece le conoscono perchè sono il luogo dove la maggior parte dei siti online di poker/casino hanno sede..

Fino all'avvento del gioco online 10 anni fa, la principale risorsa di introiti per quest'isola nazione era il turismo. Grazie a 15 milioni di turisti all'anno, un terzo del suo pil (prodotto interno lordo) derivava dal turismo. Ora, l'Internet Gambling è una industria da 12 miliardi l'anno con più di 2,300 casinò online. Di questo numero, circa 195 siti di gioco sono registrati in Antigua e Barbuda. Mentre le cifre esatte sono sconosciute, i guadagni realizzati da questi siti si pensa siano di miliardi. Dato che un terzo delle scommesse sono piazzare dagli US, l'impatto economico per la perdita di guadagni dovuta alla UIGEA è astronomico per questa piccola isola nazione. Questo è il motivo della recente battaglia legale del WTO in cui il reclamo di Antigua e Barbuda per il risarcimento contro gli US potrebbe arrivare a 7 miliardi di dollari o più.


La popolazione di Antigua e Barbuda è approssimativamente di 70,000 e 4,500 di questi residenti sono cittadini americani, facendone così una delle più grandi popolazioni americane nell'est caraibico. Di questi residenti, circa il 10% erano impiegati nell'industria del gioco online prima della UIGEA, da allora, circa 200 dipendenti hanno perso il lavoro. In un isola paradiso dove la media di reddito annua è $6,000 USD, ogni perdita di lavoro è un grosso danno.

Antigua e Barbuda hanno sei casinò, la maggior parte dei quali hanno i classici Blackjack, Craps, Roulette e slots, ma pochi offrono il poker.

I casinò che pubblicizzano il poker sono il Kings Casino a St. Johns at Heritage Quay, che offre tavoli di Texas Hold'em e il Grand Princess Casino in Antigua and Barbuda, con high stakes.

In ogni parte dei caraibi, incluse Antigua e Barbuda, i cittadini hanno il permesso di lavorare nei casinò. Tuttavia è per loro vietato giocare in quei casinò, sia che ci lavorino oppure no. Questo è presumibilmente il modo attraverso il quale il governo locale protegge la loro gente, visti i redditi così bassi. Anche il gioco privato è illegale, ma è probabile che esista, come in ogni altra parte del mondo.

Una buona domanda è "Possono i cittadini di queste isole caraibiche giocare online?" L'unica risposta può essere "Dove c'è la volontà c'è sempre un modo."