Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | Il Mondo del Poker | Gioco d'azzardo e legge

USA e WTO - La Saga Continua

Condividi
Questa settimana si tiene a Ginevra un'udienza del WTO. Il motivo della sua convocazione è la discussione delle ragioni che stanno alla base dell'ammontare dell'importo richiesto come rimborso da Antigua e Barbuda contro gli USA nel caso UIGEA.

Dato che il WTO ha già espresso il proprio verdettosugli USA e Washington ha rifiutato di collaborare e rispettare la decisione, il caso continua a restare aperto. Non dovrebbero quindi sorprendere ulteriori slittamenti del processo come già annunciato dai rappresentanti USA.


Si sperava un accordo sarebbe stato raggiunto lunedì. Sfortunatamente la comunità del poker online dovrà ora attendere sino al 14 dicembre per il verdetto.

Gretchen Hamel, portavoce degli USA ha detto, "Ogni negoziato procede al proprio ritmo ed alcuni si avviano ad una risoluzione. Nonostante ciò abbiamo trovato un accordo per estendere il periodo stabilito al fine di concedere a tutte le parti in causa tempo sufficiente per raggiungere una risoluzione di successo, gli Stati Uniti e le altre parti hanno trovato un accordo per l'estensione dei negoziati al 14 dicembre del 2007."

Con tutti i ritardi e gli USA già irrispettosi delle decisioni sembrano non esserci limiti per questa causa. La risoluzione migliore per coloro che giocano online sarebbe un ripensamento degli USA in merito all'UIGEA. Si spera che la minaccia di sanzioni economiche possa indurre al pagamento del debito ma soprattutto ad un'apertura legislativa.