Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | Il Mondo del Poker | Gioco d'azzardo e legge

Emesso il Decreto per Disciplina dei Giochi di Abilità a Distanza

Condividi
Il ministero dell'Economia e delle Finanze ha alla fine reso noto il testo del decreto che ambisce a regolamentare il settore del gioco in Italia.

L'articolo 2 - Autorizzazione all'esercizio dei giochi di abilità - afferma, in sintesi, che chiunque voglia fornire un servizio di gioco deve richiedere l'autorizzazione ad AAMS per mezzo di apposita istanza corredata dal progetto di piattaforma di gioco.

Si definiscono poi, nell'articolo 3 - Piattaforma di gioco - le caratteristiche che il sito o il programma deve soddisfare per essere conforme ai requisiti per l'autorizzazione all'offerta di gioco. Questa deve assicurare: a) il colloquio in tempo reale con il sistema centralizzato e con il giocatore b) la gestione delle formule di gioco e delle sessioni di gioco c) la vendita al giocatore del diritto di partecipazione e l'assegnazione delle vincite nonché i relativi pagamenti d) l'assistenza e l'informazione al giocatore, nonché l'offerta di sessioni di gioco gratuite di apprendimento. Gli altri requisiti richiesti alle piattaforme di gioco sono la garanzia della correttezza e dell'integrità e la sicurezza delle attività; la tempestività dei pagamenti delle vincite; un sistema per la memorizzazione e tracciabilità delle attività.

Di particolare interesse sono gli articoli in merito la "ripartizione della raccolta", i "prezzi del diritto di partecipazione e vincite" e le "modalità di gioco". Riportiamo, pertanto, la versione integrale degli articoli del decreto che definiscono questi punti.

Articolo 4 - Ripartizione della raccolta
1. L'imposta unica è stabilita, ai sensi dell'articolo 38, comma 1, lettera b), del decreto-legge n.223 del 2006, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 248 del 2006, nella misura del tre percento della raccolta.

2. La quota della raccolta destinata al montepremi è almeno pari all'ottanta percento ed è definita, per ciascun gioco, nei provvedimenti di AAMS di cui all'articolo 13.

3. Il compenso del concessionario, a copertura della totalità dei costi per l'esercizio del gioco, è costituito dalla quota residua della raccolta, al netto dell'imposta unica e del montepremi, di cui ai commi 1 e 2.

Articolo 5 - Prezzi del diritto di partecipazione e vincite
1. Il prezzo del diritto di partecipazione può assumere valori compresi tra gli importi multipli di €0,50, fino all'importo massimo di €100,00.

2. L'importo della vincita ovvero, nel caso in cui la medesima sessione di gioco consenta la corresponsione di più vincite, almeno l'importo della vincita più alta, è superiore al prezzo del diritto di partecipazione.

3. AAMS può definire con appositi provvedimenti i vincoli da rispettare nella definizione degli importi delle vincite consentite.

Articolo 6 - Modalità di gioco
1. Sono ammesse le seguenti modalità di gioco:

a) il solitario, al quale partecipa il singolo giocatore e nel quale le vincite sono assegnate sulla base dei risultati ottenuti, rispetto ai traguardi predefiniti dal concessionario in modo da garantire la restituzione ai giocatori della quota della raccolta destinata al montepremi, ai sensi dell'articolo 4 comma 2;

b) il torneo, al quale partecipano due o più giocatori e nel quale le vincite sono assegnate sulla base dei risultati ottenuti da ciascun giocatore rispetto a quelli ottenuti dagli altri partecipanti.

2. Sono ammesse le seguenti modalità di confronto tra giocatori:

a) indiretto, con assegnazione delle vincite sulla base della comparazione tra i risultati ottenuti dai partecipanti nello svolgimento del gioco, ciascuno indipendentemente dall'altro e senza diretta interazione;

b) diretto, con assegnazione delle vincite sulla base dei risultati ottenuti da ciascun partecipante nello svolgimento del gioco, attraverso la diretta interazione ed in relazione alla reciproca condotta di gioco.

Gli articoli che seguono sono di minor interesse per gli utenti in quanto definiscono le modalità per la richiesta di licenza e alcune altre caratteristiche e contenuti che devono essere tassativamente integrati nelle piattaforme di gioco. Tra questi, il concessionario deve rendere disponibile sul proprio sito una copia del decreto, le informazioni trasmesse da AAMS, il link diretto al sito di AAMS ed un servizio di assistenza.