Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | Il Mondo del Poker | Lontano dal tavolo

La dipendenza dal gioco porta alla morte

Condividi
Il sergente maggiore dell'esercito americano Aaron Walsh, decorato pilota di elicotteri Apache si divertiva a giocare alle slot machines nel suo tempo libero. Per sua fortuna, non doveva andare molto lontano perchè l'esercito gestisce 3,000 slot machines in accampanenti oltremare per raccogliere denaro. Sfortunatamente per Walsh e la sua famiglia, è diventato dipendente a quelle slot machines, perdendo più di $20,000, è stato costretto a dare le dimissioni, trovandosi senza casa per le strade di Las Vegas, e alla fine si è ucciso con un colpo di pistola alla testa.

Quando ho letto per la prima volta questa storia sono rimasto atterrito. Certo, sapevo dell'alcohol, delle droghe, del sesso e anche della dipendenza da cibo, ma sentire di un eroe decorato, con una famiglia, che si è ucciso a causa delle slot machines omologate dall'esercito è assolutamente straziante.

La scorsa settimana è stata introdotta una proposta di legge al Congresso chiamata Warrant Officer Aaron Walsh Stop DOD-Sponsored Gambling Act la quale proibisce ai militari di gestire slot machines nelle basi militari.

Il denaro raccolto dal gioco dei soldati, non ne vale certamente la pena. “Se gli uomini e le donne americane sono disposte a servire il nostro paese oltremare noi non dovremmo dipendere da loro per pagare attività ricreative che loro meritano,” ha detto il parlamentare sostenitore della legge, Lincoln Davis.

Carrie Walsh ha visto in prima persona come la dipendenza dal gioco ha rovinato la vita di suo maritoe. Dopo la sospensione e dopo essere stato trovato in una base a Seoul di fronte ad una slot machine, il sergente è stato buttato fuori dall'esercito. E' ritornato nel Maine nel 2006 per riunirsi con Carrie e i suoi due piccoli figli. Ancora una volta però ha continuato a giocare fino a quel maledetto 26 settembre 2006, quando si è avviato verso il Maine’s Baxter State Park con una pistola e si è tolto la vita
John Kindt, un professore di economia dell'università dell'Illinois ha studiato le dipendenze dal gioco e i militari. E' d'accordo che le slot machines sono fuori luogo in una base militare e che ci sono migliori alternative del gioco come fonte di intrattenimento.

Il sottosegretario alla difesa Leslye Arsht, all'inizio dell'anno ha detto che il gioco nelle basi fornisce, “…una alternativa controllata ai locali di azzardo senza controllo dei paesi ospitanti, e inoltre offre una percentuale di pagamento più elevata rendendo la cosa più orientata nel divertimento rispetto a quelle che si trova nei tipici casinò.”

Se passasse, la legge renderebbe le slot machines delle basi militari obsolete e i soldati che cercano un'alternativa sarebbero costretti ad uscire dalla base per giocare in casinò legali.