Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | Il Mondo del Poker | Lontano dal tavolo

Backing into trouble

Condividi
Immagina di essere ad un torneo di poker... una donna molto attraente viene da te e comincia a parlarti. Instauri una conversazione e vieni a sapere che è una giocatrice di poker. Stai già pensando tra te e te quanto l'informazione sia fantastica... hai incontrato la donna dei tuoi sogni... e ama il poker. "Non ne ho abbastanza di giocare nell'evento di domani" dice dandoti un'occhiata dolce ma seducente. Viene ancora più vicino. Puoi quasi sentire il suo respiro sul collo. Non vuoi dirlo ma non riesci a controllarti. " Ti sosterrò al torneo "

Tre giorni dopo, sei out di $5,000 e il nuovo amore della tua vita... è con un altro uomo. Gli cammini intorno e lo senti dire: "Ti sosterrò al torneo"

Non sembra inverosimile? Qualcosa tipo da film? In molti casi potrebbe essere, ma la maggior parte di voi sanno che il mondo del poker non è il vostro mondo normale. Dare soldi ad altri giocatori in cambio di qualcosa (nonostante la promessa di qualcosa o di una ricompensa finanziaria) rientra nell'ambito di "sostenere o scommettere" ed è, una grossa parte della comunità di poker. Dovresti sostenere qualcuno? Dovresti essere sostenuto? Questo articolo tratterà il sostegno e la scommessa nello specifico e ti aiuterà ad arrivare ad una giusta decisione. Forse dopo aver letto sarete capaci di dire: "Sostieniti da solo quando il torneo diventa caldo."

I pro e i contro del Backing

Come obiettivo di questo articolo, limitero' la discussione ai tipici accordi di sostegno e non a quelli più complessi che possono esser presenti. Solitamente una persona provvede a pagare il buy in del torneo in cambio di una certa percentuale della vincita (di solito il 50%) quando vengono corrisposti i guadagni. Quindi per esempio, se io decido di sostenere il mio amico Kevin nel World Series of Poker e lui vince 5 milioni, quando rientreranno i guadagni a me spetterà la metà del profitto. Spettacolare! Un Milionario estemporaneo! Comunque, se Kevin finirà i soldi, non mi tornerà nulla. Avro' perso interamente i 10 mila investiti. E questo non è un buon affare.

Ci sono ovvi pro ed altrettanto ovvi contro con le strategie di Sostegno. lI più palese è ciò che ho trattato nel paragrafo precedente. Se il tuo "cavallo" vince dei soldi, tu fai soldi. Questo è il pro. Se il tuo "cane" perde dei soldi, tu non guadagni nulla. Questo è il contro. Questi comunque non sono gli unici imprevisti che possono sorgere. Complicazioni con le tasse, la comprensione degli accordi presi (vedi Jamie Gold e Crispin Leyser), la mancata ricezione del pagamento per la divisione della vincita (o sottopagamento) sono solo alcuni dei problemi che possono sorgere. Se volete scommettere su qualcuno è importante che voi e costui abbiate un accordo chiaro sui termini della strategia. Infatti, consiglio di mettere l'accordo per iscritto in modo da avere qualcosa a cui appellarsi nel caso sorgessero questioni.

Il problema più grande del Backing di per sé è che la maggior parte dei giocatori che richiede un'assistenza finanziaria non sono giocatori bravi abbastanza o hanno a che fare con altri problemi. Se fossero bravi giocatori o maneggiassero i loro soldi con cura, avrebbero forse bisogno di qualcuno che possa aiutarli? Ci sono alcune eccezioni alla regola. Potresti conoscere un ottimo giocatore che gioca a livelli medio-bassi che sta cercando di fare il salto in un grosso torneo o in cash ma non ha abbastanza soldi nel suo conto. Potresti anche avere a che fare con un ottimo giocatore che è incappato in una di quelle giocate bastarde dove ha giocato ottimamente per 6 mesi ma non ha vinto nulla. Ogni caso varierà ma è importante che tu capisca per prima cosa perchè il giocatore ti sta chiedendo assistenza. Se è solo perché ti chiede denaro allora probabilemnte non è una buona idea.

Anche i migliori giocatori hanno problemi che devono essere investigati prima di decidere se sostenerli. Potrebbero avere problemi legati alle scommesse, alla droga, o altri fattori che causano loro difficoltà finanziarie. O potrebbero solo approfittare della loro condizioni di ottimi giocatori senza rischiare i propri soldi. Questo è uno dei maggiori problemi di cui ho avuto testimonianza al World Series of Poker quest'anno. Ho avuto modo di vedere ottimi giocatori sostenuti da altri giocatori che partecipano al torneo. Giocavano incautamente e con grande abbandono. Non gli importava se perdevano. Se perdevano ricominciavano solamente a cercare altri creduloni per farsi sostenere o far entrare direttamente a giocare (in questo caso era perchè volevano davvero rischiare grosso)

Un altra area di discorso è lo scommettere sugli amici. È difficile per la gente dire no agli amici, specialmente per coloro che li sentono vicini. Questo tipo di Backing è il più comune tipo di accordo che viene stipulato e spesso rovina più amicizie di quante ne crei. Perché? Perchè quando sono coinvolti soldi, la gente spesso prende decisioni irrazionali o diventa emotivamente coinvolta. E' bene aiutare un amico, ma siate sicuri, quando lo fate, che lo fate per giusti motivi e, come sopra, siate sicuri che ci sia comprensione da entrambi i lati su cosa l'accordo prevede.
Quando da giocatore puoi pensare a farti sostenere finanziariamente? Se hai abbastanza confidenza con le tue abilità ed hai il tuo conto allora la risposta alla questione è ovvia...mai. Perchè dovresti dare la metà delle tue vincite a qualcuno quando la possibilità che tu vinca è più alta di quella che tu perda? Di solito se sei un giocatore sopra la media non dovresti volere sostegni. Come detto sopra, comunque, ci sono acune eccezioni. Se sei un buon giocatore di livello medio basso e vuoi svoltare in un grosso evento ma non hai il denaro per farlo, cercare un partner con cui divider rischi è probabilmente una buona decisione. Diciamo che hai giocato cash 1/2 NLHE per circa un anno ed hai cambiato il tuo conto da $500 a $50,000. Sai di esser pronto per il gioco a 50/100 ma non vuoi rischiare il tuo intero conto. Trovando un partner che metterà metà del buy in potresti limitare i rischi e ti permetterebbe di giocare nel modo migliore senza che ti preoccupi troppo delle conseguenze finanziarie.

Etica - ce n'è?

Inserisci il tuo amico al World Poker Tour Championship. Tre giorni dopo, avete entrambi ancora soldi e viene nel tuo tavolo. Tu ti giochi un raise, lui un all in e tu hai un poker di assi. Che fai? Se tu giochi un call, lui perderà ed i soldi extra che potresti vincere sono andati. Anche se i tornei di poker sono grossi eventi e il posizionamento ai tavoli è casuale, le possibilità che hai se giochi abbastanza tornei ci sono, probabilmente ti troverai nella condizione di affrontare questa situazione. E' un dilemma che i professionisti del poker affrontano spesso e ti porta ad affrontare la domanda: "Sostenere/scommettere, è etico?"

Ci sono argomenti da portare da entrambi i lati. Sul lato etico, si potrebbe sostenere che i giocatori investono i loro soldi e dovrebbero essere autorizzati a prendere questo tipo di decisione. Se qualcuno vuole giocarsi il fold di un poker d'assi perchè non vuole eliminare un altro giocatore, dovrebbe poter essere una sua prerogativa. Perché non c'è una significativa sponsorizzazione in denaro, il montepremi di ogni maggiore torneo di poker arriva direttamente nelle tasche del giocatore. Diventa duro dire alla gente cosa fare in questi casi. Anche se le regole e le regolamentazioni sono state create per limitare o prevenire il sostegno, gli accordi potrebbero esser stati presi quando il gioco non era ancora in atto.

Il modo migliore per proteggere chi sia coinvolto è richiedere che ogni accordo sulle scommesse sia svelato allo staff del torneo prima che questo cominci. Questo modo se due giocatori prendono posto allo stesso tavolo, le decisioni possono essere controllate e i giocatori che hanno fatto un investimento su altri giocatori sono protetti se il giocatore sostenuto incassa.

Alcuni famosi (e non) accordi di sostegno

All'inizio, ho parlato di una seducente donna che parlava dolcemente nei tornei di poker. Purtroppo, non era finzione. Al World Series of Poker di quest'anno, ho fatto amicizia con questa donna ed ho osservato il suo attivarsi e strizzare gli occhi alla sua maniera dopo i tornei. E' stato piuttosto comico osservare come uomini sulla cinquantina o sessantina cadevano nella sua trappola e le davano dei soldi. Non penso che nessuno di loro si sia preoccupato se lei sapesse giocare a poker nel momento in cui vedevano la possibilità di entrare in intimità con lei. Mi ha detto che le possibilità che questo accadesse erano più o meno pari a quelle che Phil Hellmuth non parlasse di sè per un intero giorno. Non c'è alcun crimine. Lei non puntava un'arma alle loro tempie. Loro le davano soldi volontariamente. E lei volontariamente perdeva i loro soldi (ha gestito un conto personale in un solo evento).

Forse il più famoso accordo di Backing che ci sia mai stato fu quando Billy Baxter inserì Stu Ungar nel main event del World Series of Poker nel 1997 ed Ungar vinse il suo terzo braccialetto. Quello che non si sa è che nel 1990 Baxter ha sostenuto Ungar che fu trovato incoscente nella sua stanza d'hotel durante il giorno numero 3 per una overdose. Ungar aveva molte fisches al momento ed era ancora al 9° posto. Possiamo solo immaginate i dubbi che aveva Baxter nel 97 quando Ungar chiede di esser aiutato Baxter inizialmente rifiutò. Finalmente, solo pochi minuti prima che il main event avesse inizio, Baxter diede consenso ad Ungar e lo inserì. Ungar stava ancora combattendo i suoi demoni ed aveva lottato per esserci quel giorno, ma alla fine fu il vincitore e Baxter fu piò ricco di mezzo milione di dollari grazie alla sua scommessa nella scommessa.

Non possiamo camminare in una sala da poker senza ascoltare su chi sta sostenendo chi. Qui ce n'è uno interessante per voi... Phil Ivey stava sostenendo Michael "The Grinder" Mizrachi al World Series of Poker. Non sembrava avere molto senso ma Mizrachi stesso me lo confermò. Altri casi simpatici includono Michael Craig che sostiene Shannon Elizabeth, Michael Binger che scommette sul fratello Nick (con buoni risultati), Erick Lindgren è conosciuto per aver sostenuto molti giocatori inclusi Josh Arieh prima del suo 3° posto al main event del 2004.

Nello stesso evento del 2004, Greg Raymer vinse 5 milioni di dollari. Quello che la gente non sa è che Raymer è stato aiutato a inserirsi nell'evento. Aveva postato un messaggio su internet sollecitando investitori anche se sapeva che avrebbe ricevuto beghe dai suoi colleghi per averlo fatto. Ricevette una mail da amici e gente che non aveva mai sentito prima, inclusa una dalla Polonia. Raymer vendette quote per un totale di $500 e compro' un terzo di queste per sè. Nella prima sessione, perse un po' e le quote divise diminuirono di poco. Dopo altre due sessioni, le quote aumentarono fino ad essere di $600 ognuna. Dopo la vincita? $36,000. Ottimo... $500 diventati $36,000. Questo si che è guadagno!

Sostenere i problemi.

Riassumendo il tutto, sia che decidi di sostenere oche si essere sostenuto, devi avere fiducia. Hai fiducia nel giocatore che sostieni? Loro hanno fiducia in te? Credi nei giocatori su cui stai scommettendo e, cosa forse piò importante, loro credono in loro stessi? Prenditi il tempo per capire cosda stai facendo. Sappi che i rischi ci sono e assicurati di assere protetto per ottimizzare i guadagni. Sostenere e scommettere sono sempre più spesso che non un modo per perdere ma se siete selettivi e svegli sulle vostre decisioni finanziarie, c'è la possibilità di trasformare $500 in $36,000. Del resto a tutti piacciono i soldi gratis.