Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | Il Mondo del Poker | Lontano dal tavolo

La Tavola Rotonda – Segni e Suoni dal PokerStars LAPT in Costa Rica – L’inizio

Condividi
Il temporale sta tuonando e la pioggia scende sul ricco verde della regione costaricana. I giocatori di Poker non si lasciano spaventare comunque, impegnati come sono a cercare di vincere qualche premio in denaro.

Più di 400 giocatori riunitisi in Costa Rica questa settimana per il secondo evento del PokerStars Latin American Poker Tour. Più di 150 qualificati online, membri del Team PokerStars e celebrità invitate sono riuniti assieme in America Latina per giocare a carte.

La prima notte di PokerStars ha ospitato un party a tema sulla foresta pluviale completo di musica tuonante, donne dipinte coi colori di animali tropicali, macchina della nebbia, un open bar ed un pieno di prelibatezze.


Il party era pieno di persone, inclusi giocatori di baseball, alcuni ottimi giocatori come Orel Hershiser, Daniel Negreanu, Isabelle Mercier ed il costaricano Humberto Brenes.

Verso la fine della festa c'è stato un super satellite per il $2500 Main Event. Il professionista Alex ‘Kadabra' Keating mi ha suggerito di giocare così in qualche modo mi sono ritrovato seduto ad un tavolo alla destra di Victor Ramdin. Dopo qualche ora Victor ha finito per eliminarmi in un coin flip. È' uscito più tardi da short.

Il giorno 1 è stato un andirivieni tra giocatori riuniti nella stanza del torneo del Doubletree hotel. 53 partecipanti CostaRicani insieme a giocatori provenienti da 35 Paesi differenti.

Presto la casualità ha unito Daniel Negreanu, Victor Ramdin e Orel Hershiser che ha chiacchierato un po' con me sul gioco del poker prima dell'inizio dell'evento.

"Ho giocato ultimamente un torneo al Bellagio. Ho di recente vinto un freeroll da 80 invitati al Bellagio. Ho vinto $25,000," mi ha detto sorridendo. "Ho vinto anche in 5 dei 7 dei tornei giornalieri in cui ho giocato al Bellagio." Ha anche ammesso di aver utilizzato alcune strategie contro ragazzi più giovani e giocatori online.

Durante la pausa successiva l'ho raggiunto e mi ha detto come stava andando e mi ha parlato di una mano intertessante. " Non sono riuscito ad applicare la mia strategia perchè era un tavolo tight e quando ho aperto non avevo una mano giocabile. Ho avuto soltanto una mano giocabile tra quelle che mi servivano. La prima posizione ha giocato un raise, c'erano due che hanno chiamato e ho chiamato con J-9 di picche ed il dealer ha chiamato dietro di me. Il flop era K-K con due picche. Tutti hanno fatto check ed è arrivato l'Asso di picche nel turn, dandomi colore al Jack. Il primo di mano ha foldato, io ho chiamato ed il dealer ha giocato un raised. La prima posizione ha puntato ed io alla fine ho deciso di foldare, mettendo il primo raiser in una mano di A-K. Bene, hanno fatto check entrambi al river e il primo di mano ha mostrato 10-8 di picche ed il dealer non ha girato le carte, come se fosse un bluff. E' stata una mano dura, ne ho discusso con alcune persone ed ho pensato di aver potuto ottenere di più in una situazione del genere."

Orel è stato capace di recuperare un po' di fiches quando il suo J-J ha avuto la meglio sul 10-10 del suo avversario, ma è stato battuto ed ha tenuto testa ai tavoli cash di poker del casino per alcuni no limit hold‘em da $5-$10.

Humberto Brenes era seduto vicino al 19enne vincitore del LAPT Rio, Julien Nuijten, per un paio d'ore quel pomeriggio fino a quando il loro tavolo non è finito ed probabilmente entrambi hanno perso. Humberto ha detto di essere sicuro che due Costaricani avrebbero giocato il tavolo finale, ma sfortunatamente lui non è stato tra questi.

Il figlio di Humberto, Jose Brenes, avrebbe potuto soddisfare le previsioni del padre. Si è trovato seduto al tavolo con suo zio, Alex Brenes coinvolti entrambi in un grosso tavolo nel giorno 1. Sul 10-10-3 del tavolo Alex ha puntato, Jose giocato un raise, Alex un reraise e Jose ha chiamato. Il turn era Q ed entrambi hanno fatto check. Il river era 3 e Alex ha puntato, Jose è andato in all in e Alex ha chiamato mostrando un tris di 10, ma il turn ha cambiato tutto per lui perchè Jose aveva una coppia di Q, e ha trovato uno dei due out per farlo fuori. Cosa non succede in una scomoda cena di famiglia!

Verso la fine della giornata sono erano rimasti solo 85 giocatori dagli originali 398, tra questi il Team PokerStars pro Andre Akkari, marito e moglie Max e Maria Stern, il professionista online Alec ‘Traheho' Torelli, e Matt ‘ch0ppy' Kay.

Controlla ancora come il Memorial Day weekend sta finendo nella piovosa Costa Rica.