Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | Persone nel Poker | Interviste sul Poker

The Round Table – Travis ‘TravestyFund’

Condividi
Il 25enne Travis Rice è un giocatore online e live molto in gamba. Ha vinto più di $1.1 milioni live e più di $500,000 online.

KL: Dicci qualcosa di te.

Travis: il mio nome è Travis Rice ed attualmente ho 25 anni, vivo a Fort Worth, TX. Sono cresciuto a Houston, dove non giocavo molto a poker. Ho giocato con i miei soldi la prima volta durante il secondo anno di università.

Abbiamo giocato varie tipologie con $10 e 20 di buy-in. Dopo poche volte ho capito di essere il più bravo ed ho cominciato a vincere. Quando un mio amico mi ha parlato del "big" game a Austin, no limit al costo di $1/2 a trenta minuti da casa non potevo essere più eccitato. Ci siamo fatti assieme questo viaggetto due volte a settimana per tutto l'anno successivo.

Il gioco si teneva in un appartamento nei pressi del campus della University of Texas. Era accessibile a tutti gli studenti, meglio se con buone risorse finanziarie. Ho imparato un sacco giocando lì, e da lì ho preso l'ispirazione per il mio modo di giocare.

Poco dopo, mi sono trasferito in una scuola privata a Forth Worth, che in Texas chiamano TCU. Ho trovato un appartamento ottimo per giocarci ed ho comprato un set di fisches, alcune sedie, e costruito un paio di tavoli da poker. Dopo essermi inprovvisato dealer ho trovato altri studenti che avevano bisogno di un lavoro part time e ho insegnato loro il mestiere del dealer. Il gioco è stato un grosso successo.

Durante questo periodo, giocavo anche cash in un paio di bische clandestine a Dallas. Ho incontrato alcuni ragazzi che stavano cominciando a giocare e mi hanno chiesto di unirmi a loro come dealer part time. Ho accettato ed ho cominciato con alcuni 2/5 e 5/10 NL e PL games guadagnando ottimi stipendi e contatti.

Il gioco al mio college continuava due tre volte al settimana, ora riusciva ad andare avanti anche senza di me. Ho incontrato dei ragazzi più piccoli ad alcuni tavoli che giocavano prevalentemente online. Non avevo mai avuto esperienze online ma questi ragazzi mi hanno intrigato perché potevo vedere quanto fossero migliori di tutti, anche di me. Siamo diventati buoni amici per gli anni successivi. Sono finito a vivere con due di loro; che mi hanno aiutato molto nel mio sviluppo. Ancora oggi vivo con uno di loro.

Pochi anni dopo, se hai presente la scena del poker online, dovresti riconoscere i nomi David Benefield (Raptor) e Mario Silvestri (Pwnasaurus). Del gruppo solido è anche il famoso giocatore live Gavin Griffin, tutti noi ci siamo diplomati alla TCU nello stesso periodo.

Ho cominciato con i tornei ad un tavolo, ricevendo un ottimo allenamento con Mario che è sempre stato uno dei migliori giocatori online del periodo. Vivevo con David a quei tempi e potevo assistere anche ad alcune delle sue partite e tormentarlo di domande quando non era impegnato. Sono stati fondamentali per la mia crescita relativamente veloce insieme al mio intenso lavoro etico. Più o meno due anni più tardi, oggi sono qui senza essere mai stato sotto un mese online, piazzandomi 12esimo nel "2007 player of the year race", ed al "head tournament instructor" di Cardrunners.com.

KL: Qual è la tua maggiore capacità al tavolo?

Travis: Direi che ho un'influenza psicologica sulla maggior parte degli avversari che affronto. Attributi come costanza, esperienza e attenzione giocano anche'essi un ruolo fondamentale per il mio successo.
.
KL: Come ha aiutato il tuo gioco il tuo giocare online?

Travis: Giocare online è senza dubbio la via più efficiente per guadagnare esperienza e imparare il gioco. Solitamente i giocatori online sono sostanzialmente più bravi di quelli live semplicemente perchè hanno più esperienza. Ci sono alcuni problemi live che i giocatori online devono affrontare passando al gioco live. Ma fortunatamente io, con un grosso passato live, non ho questo tipo di problemi.

KL: Cosa giochi online e dove? Quali varianti giochi e quale credi sia la migliore?

Travis: Gioco molto in tutti i siti americani. In ordine dal più al meno frequentato PokerStars, Full Tilt, Ultimate Bet, Absolute Poker, e Cake Poker. Ultimanente, Ho giocato molto nei tornei Multi-table. Per quanto riguarda il gioco cash, da 3/6 NL a 25/50 NL, a seconda del gioco e dal numero di tavoli che sto seguendo. Gioco anche sit-n-go's, PLO cash, e tornei di qualificaizione. Al momento i miei giochi preferiti sono i tornei. Ma gioco bene anche I 5/10 NL 6-max . La mia ultima esperienza è in un cash game. So di non essere bravo quanto molti dei veterani per cui provo a selezionare bene i tavoli e studio ed apprendo costantemente. Tieni a mente, ho più rispetto dei giocatori cash che di quelli dei tornei. In generale, saranno giocatori migliori di solito giocano stack più profondi che permettono un gioco multilaterale, molto raro nei tornei.

KL: Cos'era la transazione live di cui parlavi?

Travis: Non è stato molto difficile per me abituarmi ai tornei live. Il mio terzo viaggio per poker live è stato il Commerce dello scorso anno per il LAPC WPT.Ho giocato circa 10 tornei mentre ero lì e ho vinto un evento da 1K. Il fatto che i tavoli fossero così ridicoli mi ha aiutato a prendere confidenza, cosa molto importante secondo me. E' stato un mio grande amico, Alan Sass , che mi ha fatto fare questo viaggio. Io ed Alan parliamo molto del poker assieme e lui è probabilmente il mio "consulente" preferito ancora al giorno d'oggi (sia per I tornei che per il cash). E' stato divertente, ha vinto un Wynn 3k event nello stesso viaggio. Nella nostra camera al Wynn avevamo due trofei piazzati sul nostro comodino.

KL: Parlami del torneo Aruba.

Travis: Aruba è stato ovviamente indimenticabile per me. Le cose non sono state semplici durante questo torneo. Ho giocato il day 1 ed il day 2 con stack bassi o comunque al di sotto della media. Ho cominciato il day 2 con il secondo stack più basso di 3800 con blinds di 200/400 + ante. Sono rimasto con uno stack basso per gran parte del giorno. Stavo giocando in un tavolo molto aggressivo ed il mio stack saliva e scendeva. Dopo essere stato spostato ad un altro tavolo verso la fine della giornata ho vinto un enorme coin flip TT v AK mettendomi in seria disputa con i 69 rimasti. Quando siamo rimasti in 36 sono cominciati i 6-max tables. Questo è il momento dove ho cominciato a dominare, mantenendo la chip lead fino a quando ho vinto.

KL: Quali sono I tuoi futuri piani di poker?

Travis: Mi sono appena iscritto al più grande sito di allenamento del mondo, CardRunners. Il mio pimo video è pronto, e scrivero' anche il mio blog,vieni a controllarlo su CardRunners.com! Sono molto eccitato di trasferirmi a Las Vegas per due mesi alla fine di Maggio. Giochero' in più di 20 eventi questa estate. Ci sono 15 di noi che vivono in una casa enorme lì. Abbiamo fatto la stessa cosa dello scorso anno ed è stata, uno dei priodi migliori della mia vita.Sono molto eccitato per le WSOP di quest'anno confido nel fatto che sarà piò grande dell'anno scorso, che potrebbe essere incredibile. Lo scorso anno ho giocato a due tavoli finali, per cui se riuscissi a fare qualcosa di più ne sarei felice.

KL: Come ti gestisci le mani?

Travis: Sono fiero del mio continuo variare di mani. Tendo a fare delle pause e non giocare per un po' quando sento che la mia fiducia non è abbastanza. Cerco anche di provare a vivere in maniera equilibrata che include lavoro per 4-5 volte a settimana e viaggiare per vedere amici e portare avanti relazioni sociali non connesse al poker.

KL: Se potessi cambiare qualcosa nel gioco del poker cosa faresti?

Travis: se potessi cambiare una cosa sarebbe la legislatura americana nei confronti del poker. Spero essi possano avere un'illuminazione e realizzare presto quali grosse opportunità potrebbero scaturire del regolamento di questa industria. Desidero davvero che questo accada.