Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | Il Mondo del Poker | Lontano dal tavolo

Scandalo Ultimate Bet - Absolute poker: La Posizione ufficiale della Kahnawake

Condividi
La Kahnawake Gaming Commission (KGC), che sorveglia numerosi siti di poker online dalla propria sede canadese, ha recentemente rilasciato un comunicato ufficiale in merito a quanto accaduto su UltimateBet Poker. La dichiarazione segue di molti mesi il precedente coinvolgimento della KGC nel simile scandalo che investì Absolute Poker.

Nel comunicato, la KGC afferma che decisioni definitive sulla situazione di UltimateBet devono ancora essere prese e che attualmente l'impegno principale sarà quello di assicurare il rimborso di tutti i giocatori coinvolti oltre ad implementare misure per prevenire future possibilità di abuso del servizio.

Nel comunicato si legge Come è stato correttamente notato, anche i settori meglio regolamentati non sono immuni da abusi. Esempi possono essere reperiti nell'ambito del banking, della sicurezza e del gioco in istituti reali. Il fatto che l'industria del gaming online sia relativamente nuova e fortemente condizionata dagli aspetti tecnologici costringe ad affrontare sfide ancora più difficili nel percorso di regolamentazione. In tutta la sua storia però, la KGC ha affrontato queste sfide e quanto realizzato è stato emulato da altre giurisdizioni di tutto il mondo.

Nei mesi passati è stato scoperto che due individui operanti sotto licenza della KGC – Absolute Poker ed Ultimate Bet – hanno creato e portato avanti uno schema di operazioni atte a circuire i giocatori. In entrambi i casi, la condotta impropria è stata portata all'attenzione dei licenziatari e della stessa KGC dai giocatori che hanno subito il danno. La KGC riconosce la diligenza e precisione dimostrata da questi giocatori ed il ruolo da loro svolto nel portare alla luce questi eventi.

Nel primo caso, che vide coinvolta Absolute Poker, la KGC svolse accurate indagini giungendo alla conclusione che gli episodi di cheating non sono stati avviati, condotti o in qualche modo coordinati da Absolute Poker come società ne dai suoi direttori o alti dirigenti. La decisione presa in quell'occasione ha comportato l'adozione di alcune sanzioni e l'imposizione di condizioni per lo svolgimento dell'attività di Absolute Poker, inclusi ventiquattro cambiamenti specifici da adottare nel sistema di amministrazione.

In questi mesi la KGC è stata coinvolta in prima persona in un'indagine approfondita dei casi di baro in Ultimate Bet. Sforzi significativi sono stati fatti per identificare gli autori dei crimini e apportare le necessarie correzioni al sistema per prevenire atti analoghi. Sfortunatamente, le azioni intraprese dalla KGC non sono state comunicate correttamente al mondo del poker creando l'impressione che la KGC non 'stesse facendo nulla'.

A questo primo intervento è stato fatto seguire un secondo comunicato ufficiale con il quale rende nota la nomina di una commissione d'indagine indipendente che investigherà sui recenti scandali che hanno coinvolto Tokwiro Enterprises ed i suoi due siti Absolute Poker e Ultimate Bet. La nomina di Frank Catania, ex-direttore della divisione gioco del New Jersey, a capo delle indagini è solo l'ultimo passo compiuto dalla KGC per individuare gli schemi di cheating adottati su Absolute Poker ed Ultimate Bet nonché le persone reali coinvolte nelle azioni illecite. Tutto questo avviene quando ancora non sono stati emessi verdetti definitivi dalla KGC ne sono stati comunicati gli esiti delle precedenti indagini.


Il team di monitoraggio avrà il compito di portare a termine una completa udienza/indagine su entrambe le entità con licenza KGC. Il principale fine di questa indagine è quello di accertare che il gioco offerto ora sia onesto e corretto e che tutti i requisiti di protezione degli utenti richiesti dalla Kahnawa:ke Gaming Regulations siano soddisfatti senza eccezioni. Il team si accerterà anche del fatto che tutti coloro precedentemente coinvolti in attività fraudolente, qualunque sia stato il grado di coinvolgimento, siano stati rimossi dai rispettivi incarichi.