Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | Poker Live | Poker in TV

Matusow vince il Poker After Dark all'11° Tentativo

Condividi
Quando ci tieni davvero ad avere qualcosa, continui a provarci finco a che non succede; anche una massima dice, “Prova, prova ancora.” Mike Matusow è la prova che la cosa funziona. Dopo 10 tentativi falliti per vincere un sit-n-go Poker After Dark durante diverse stagioni, è tornato e ci ha provato ancora…vincendolo.

Dopo una pausa della trasmissione, il Poker After Dark è tornato in onda a tarda notte sulla NBC il 29 Dicembre in preparazione per il lancio della sua 5° stagione. Il tema per gli episodi di tutta la settimana è stato “Vicini ma mai abbastanza” e si riferiva a sei giocatori che sono sempre arrivati vicini a vincere il Main Event delle WSOP ma che non ce l'hanno ancora fatta - Andy Black, Lee Watkinson, Dewey Tomko, David Williams, Allen Cunningham, e Mike Matusow.

Il Matusow che è apparso in questo episodio era in linea con il “nuovo Mike” che è apparso alle 2008 World Series of Poker di Las Vegas
– fisicamente in forma e più magro con una più positiva visione della vita rispetto a quella che si sia vista in lui prima. Benchè fosse e sia ancora estremamente loquace, una buona fetta di negatività è stata bandita dal suo vocabolario, ed ha compiuto un grosso sforzo per essere ottimista. Questo era il Matusow che è arrivato al Poker After Dark per la 11° volta, ed è proprio questo atteggiamento positivo che ha postato alla tanto attesa vittoria.

Come è tipico di tutti i Poker After Dark, ciascuno dei sei giocatori ha sborsato $20,000 per creare il primo premio, un montepremi riservato unicamente al vincitore, di $120,000. Williams è stato il primo ad essere eliminato dal sit-n-go, seguito da Dewey Tomko al 5° posto ed Allen Cunningham al 4°.

L'azione a tre mani ha cominciato a farsi tesa nel 4° episodio della settimana, ed è stato un giro di mani pessimo a mandare uno dei giocatori via dal partita. Watkinson ha limpato con K[c]-5[c], e Matusow ha checkato con A[h]-7[d] per vedere il flop arrivare con 7[h]-A[c]-6[c]. Watkinson ha puntato 1,200 sul suo progetto di colore, e Matusow ha rilanciato a 2,500con la sua doppia coppia altar. Watkinson ha chiamato, ed il turn ha portato J[c]. Watkinson ha checkato sul colore, e quando Matusow ha puntato 5,000, Watkinson è andato in all-in per 20,850. Matusow ha chiamato e sembrava abbattuto, sussurrandotra sè e sè, “Mano buona…. Non lo metto assolutamente in progetto di colore.” Il river, infatti, ha trasformato la situazione, quando ha portato 7[s] per un full di Matusow.

Matusow ha parlato di sè stesso in terza persona passeggiando allegro attorno al tavolo per diverse volte, “Mike Matusow, signore e signori, eccolo qui. Pensare positivo. La fortuna sta cominicando a girare, ragazzi e ragazze.” Watkinson ha giocato con classe una mano pessima ed ha lasciato Black e Matusow a sfidarsi per la vittoria.

L'Heads-up è cominciato con Matusow in solida posizione con 96K contro i 24K di Black. Ma durante il corso di più di una ora, Black si è fatto sotto ed ad un certo punto si è aggiudicato una mostruosa chip lead di 22:1. Ma poi è stato il turno di Matusow e del suo pensiero positivo ad accumulare lentamente e progressivamente le fiches. Ecco come ha fatto.

Finalmente è cominciata la mano decisiva con un raise di Black a 7,000 con K[d]-J[c]. Matusow è andato in all-in con A[s]-6[d] ed ha ricevuto una chiamata veloce da Black. Sul tavolo lentamente sono arrivarti 5[s]-9[d]-5[h]-7[c]-8[d], e Matusow ha ottenuto il suo primo titolo al Poker After Dark.

Nell'episodio “director’s cut” andato in onda Sabato notte, Matusow ha spiegato la sua gioia per la vincita del titolo, dichiarando anche che è stata la seconda vincita più alta nella sua carriera pokeristica, seconda solo all'aver battuto Daniel Negreanu al torneo Omaha hi-lo split da $5K delle WSOP 2002 che gli è valso la vincita del braccialetto nel gioco che lui dice di conoscere meglio.

Oggi sono entrato deciso a ripartire da zero e soltanto un paio di giorni fa ho deciso di cambiare il mio modo di vedere le cose,” ha detto. “Ho cominciato a pensare al potere del pensiero positivo… a livello mentale ha funzionato perfettamente per me. Non ho mai giocato spaventato oggi o in questa settimana, ecco perchè ho vinto.”