Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | Tornei | Tornei di Poker Live

Allen Carter ottiene il titolo della WPT Southern Poker Championship

Condividi
Il World Poker Tour è arrivato a Biloxi, nel Mississippi per la sua prima tappa del 2009 per la WPT Southern Poker Championship dove un ansioso gruppo di giocatori aspettava la sua opportunità di sfidarsi in un torneo con buy-in di $10K. Il Beau Rivage Resort & Casino ha ospitato l’evento che è cominciato il 14 Gennaio ed è durato 4 giorni.

Un totale di 283 giocatori si è registrato, un numero superiore di poco più dell’8 % rispetto all’’evento del 2008. E, cosa degna di nota, le 17 donne ai tavoli componevano il 6% dei partecipanti, che è una porzione maggiore rispetto alla maggior parte di tornei con buy-in alti. Nonostante l’aumento dei giocatori, il montepremi ha raggiunto poco meno di un milione di dollari, ma il Beau Rivage ha con sorpresa aggiunto $24,219 al montepremi in modo che il primo premio potesse raggiungere almeno $1 milione.

Molti professionisti famosi hanno raggiunto Biloxi, come Erick Lindgren, Barry Greenstein, Hoyt Corkins, Bill Edler, Ted Forrest, Layne Flack, Clonie Gowen, David Singer, Gavin Smith, Men Nguyen, David Pham, Mark Seif, T.J. Cloutier, Scott Clements, John Cernuto, e Brandon Cantu. In più, tra loro, anche il campione in carica Brett Faustman. Alla fine del primo giorno, erano rimasti ancora 175 giocatori, con le prime due posizioni in termini di fiches tenute da due donne. Esther Taylor aveva la chip lead con 139,475, e Jacquelyn Scott la seguiva con 138,800. Il resto della quintina di finalisti includeva Bobby Suer, Hevad Khan, e Gary Reed, con Bryan Devonshire sesta a breve distanza.

E’ stato previsto che il Day 2 sarebbe stato lungo, ma gli organizzatori hanno sottovalutato il tempo che ci sarebbe voluto per portare in finale solo 27 giocatori, i quali sarebbero stati tutti a premio. L’azione è continuata per 16 ore - fino a poco più delle 4:00am – prima che la bolla scoppiasse e i giocatori si ritirassero finalmente per la notte.

Durante le ore piccoli e in preda a puro esaurimento, il gioco hand-for-hand si è svolto con i 28 giocatori rimanenti.
Quando Mike Leah ha effettuato il suo raise iniziale, solo per trovarsi con Allen Carter che è andato in all-in dal grande buio. Leah ha chiamato ed ha mostrato A[d]-K[s], e Carter ha voltato K[s]-Q[d]. Leah ha cercato di raddoppiare, ma sul tavolo si sono presentati J[d]-9[h]-4[s]-10[d]-8[s] dando una scala a Carter. Leah è stato eliminato al 28° posto come uomo bolla, mentre per tutti gli altri è stato garantito un pagamento minimo di $13,186. Tra i 27 finalisti a premio che si sono ritirati per la notte figuravano diversi grossi nomi, compresi Hevad Khan, Vanessa Rousso, Bernard Lee, Ted Lawson, e Jordan Morgan. Carter manteneva la leadboard con 776,000 in fiches, seguito da Tyler Smith, Stewart Yancik, Florian Langmann, e Soheil Shamseddin.

Il Day 3 era programmata per far decidere i 6 finalisti che sarebbero apparsi nel tavolo finale del giorno dopo, ed è esattamente ciò che è successo. Ed alcuni dei nomi grossi sono usciti in fretta: Jordan Morgan in 26° posto, Ted Lawson in 25°, Bernard Lee in 24°, e Hevad Khan in 14°. Con l’eliminazione di Gary Reed al 10° posto, il teso gruppetto si è ristretto e ci sono voluto altre 50 mani per eliminare Jeff Coutroulis al 9° posto.

Finalmente, Tyler Smith, che aveva appena eliminato Coutroulis, ha eliminato anche il professionista Tony Cousineau. Quest’ultimo aveva A[s]-K[s], e Smith aveva coppia di 9 con coin flip. Ma sul tavolo sono arrivati J[h]-8[d]-4[h]-3[d]-9[h] e con il tris, Smith ha mandato via Cousineau in 8° con un premio di $52,745.

poi è stato il giocatore dominante del giorno a cominciare la mano successiva; Soheil Shamseddin ha rilanciato a 100K, e Vanessa Rousso è andata in all-in con A[h]-K[s]. Shamseddin ha chiamato con coppia di 10, ed il dealer ha dato 10[s]-9[d]-3[h]-9[s]-9[h]. Il full era più che buono per Shamseddin, ed il deluso Rousso ha dovuto accettare un di finire al 7° posto e di ricevere $79,117.

Con ciò, è stato approntato il tavolo finale con 6 giocatori che hanno fatto la loro prima apparizione alla finale del WPT come segue:

Posto 1: Hilbert Shirey 1,353,000
Posto 2: Bobby Suer 651,000
Posto 3: Tyler Smith 1,271,000
Posto 4: Allen Carter 1,673,000
Posto 5: Soheil Shamseddin 3,061,000
Posto 6: Chuck Kim 386,000

Quando è cominciata la partita il 17 Gennaio, l’azione è cominciata con bui da 15K/30K ed un ante di 4K.

l’azione ha avuto un rallentamento, dato che i giocatori hanno cominciato una partita in maniera lenta e attenta. Dopo 15 mani del tavolo finale, Soheil Shamseddin ha cominciato ha cominciato a perdere la sua chip lead quando Chuck Kim ha raddoppiato a sue spese. Poco dopo, Bobby Suer ha fatto lo stesso…due volte. Suer così ha ottenuto la chip lead, e Shamseddin ha visto il suo stack diventare ristretto in meno di 30 mani.

Sono continuati i raddoppi. Shamseddin hanno raddoppiato a spese di Hilbert Shirey per restare vivo, e Shirey poi ha raddoppiato a spese di Suer. Chuck Kim stava avendo problemi, tuttavia, pur avendo raddoppiato a spese di Shamseddin. Suer ha raddoppiato a spese di Kim, la qual cosa lo ha portato di nuovo in una situazione funesta.

Finalmente, alla 93esima mano della serata, Kim ha spinto i suoi 905K nel piatto in preflop con A[s]-K[s], e Shamseddin ha chiamato con A[d]-9[s]. Sembrava che sul tavolo ci fossero buone possibilità per Kim per restare in gioco quando sono arrivati A[h]-5[s]-4[d]-10[h], ma il 9[h] al river ha concesso il piatto a Shamseddin ed ha mandato Chuck Kim via in 6° posto con $105,490 per gli sforzi compiuti.

Tyler Smith è stato il successivo a trovarsi in pericolo, ed ha cercato il raddoppio in cui erano riusciti tanti altri. Ha portato in all-in il suo stack di 830K in preflop con A[s]-K[s], Shirey ha foldato mostrando una coppia di 7, ma Allen Carter ha chiamato con coppia di Q. Sul tavolo sono arrivati J[s]-8[d]-4[h]-2[d]-8[h], e la doppia coppia di Carter ha avuto la meglio. Smith è stato eliminato al 5° posto con $134,500.

Quando il gioco si è velocizzato, Shirey è stato costretto a spingere i suoi move his 620K nel piatto e lo ha fatto dal piccolo buio con J[s]-10[s], per essere chiamato solo da Suer ed dai suoi A[s]-8[d]. Il dealer ha lentamente mostrato loro A[d]-K[s]-9[d]-9[h]-8[s], e Hilbert Shirey è stato mandato via al 4° posto, con un premio del valore di $184,607.

Con tre giocatori rimasti, Shamseddin è tornato in chip lead con 3.7 milioni, e Suer e Carter non erano molto lontani con rispettivamente a 2.5 milioni e Carter a 2.2 milioni. Queste somme erano indicative per il gioco, ma ci sarebbero stati tantissimi raddoppi prima che la notte si concludesse, per cui la parola giusta per la serata potrebbe essere imprevedibilità

Shamseddin, nonostante la sua ottima performance durante tutto il tavolo finale, ha perso le sue fiches e ha dovuto raddoppiare a spese di Suer per riottenere la chip lead. Ma Suer è tornato tre mani dopo per raddoppiare a spese di Shamseddin. La mano immediatamente successiva ha visto Shamseddin in gioco controh Carter, entrambi andati a vedere un flop con K[s]-10[s]-5[d]. Entrambi hanno checkato per vedere il turn di 10[s], che ha convinto Shamseddin a puntare e Carter a fare un check-call. L’ A[d] al river ha portato all’all-in di Shamseddin, ma Carter ha chiamato immediatamente ed ha mostrato Q[s]-10[d] per un tris di 10. Shamseddin voleva muckare ma è stato costretto a mostrare i suoi J[c]-7[d] da poco. Il bluff di Shamseddin è stato chiamato, spingendolo fuori al 3° posto con $263,725.

L’Heads-up è cominciato con le seguenti fiches:

Allen Carter 5,085,000
Bobby Suer 3,410,000

Con una sostanziale differenza tra il secondo premio di $501,028 ed il primo premio di $1 milione, nessuno dei giocatori mollava la presa velocemente o facilmente.

Sono servite più di 20 mani prima di vedere un all-in e un call. Suer è andato in all-in con A[d]-K[s] contro la coppia di 2 di Carter, ed il flop ha portato un K che ha permesso a Suer di restare in gioco e di raddoppiare a 2,430,000. Carter manteneva ancora una sostanziale chip lead e Suer avrebbe avuto bisogno di raddoppiare ancora. Lo ha fatto 6 mani dopo ma è rimasto in deficit di 3-1 rispetto allo stack di Carter.

Poco dopo, Suer era sceso sotto gli 1,2 milioni ed è andato in all-in in preflop con solidi A[s]-K[s]. Carter ha chiamato con A[d]-4[h] e avrebbe avuto bisogno di migliorare la mano per vincere. Il flop ha mostrato J[s]-5[s]-3[c] per dare a Suer il vantaggio del progetto di colore, ma Carter ora aveva un progetto di scala. Il 2[d] del turn ha dato a Carter proprio la scala, e la Q[d] ha solidificato i risultati. Bobby Suer è stato costretto ad accontentarsi del 2° posto e $501,028.

Allen Carter ha vinto la WPT Southern Poker Championship ed un premio di $1 milione. Inoltre, gli è stato consegnato un braccialetto WP, un braccialetto Beau Rivage, e un accesso da $25,500 nella WPT World Championship programmata per Aprila al Bellagio.

(Grazie gli aggiornamenti live del WPT per le informazioni specifiche delle mani e delle fiches)