Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | Tornei | Tornei di Poker Live

Stewart Scott vince il Main Event dell'Aussie Millions e 2 Milioni di dollari australiani

Condividi
Gli eventi collaterali sono stati una costante al Crown Casino di Melbourne, in Australia, ma la gente ha cominciato ben presto ad essere impaziente sull'inizio dell'evento principale. Nonostante una grossa quantità di eventi speciali e eventi preliminari continuasse a tenere impegnati i giocatori, l'Aussie Millions AU$10,500 è stato il fulcro di tutte le attenzioni. E con un primo premio già prestabilito di $2 milioni di dollari australiani, non v'era alcun dubbio che i giocatori potessero viaggiare per molte miglia e giorni per arrivare in Australia, sede del main event.

Il primo dei tre giorni di partenza è stato il 18 Gennaio ed ha portato ai tavoli 191 giocatori con una cerimonia di inaugurazione piena di musiche, ballerini, ed un messaggio di benvenuto di Joe Hachem. Finalmente, tutti si sono dati agli affari, e tra i professionisti noti al crowd erano presenti Tony G, Patrik Antonius, John Hennigan, Julian Powell, James Potter, Sorel Mizzi, Noah Schwartz, e Barny Boatman. Christopher Chronis ha concluso la giornata con 175,375 in fiches ed una indiscussa chip lead, con Patrik Antonius al secondo posto con 139,750 e Noah Schwartz in un vicinissimo terzo posto con 138,275. Derek Cheung e James Obst completavano la top five.

Il Day 1b ha portato ai tappeti verdi altri 202 giocatori, assieme ad altri volit riconocibili come quelli di Erik Seidel, Chris Ferguson, Ivan Demidov, Jeff Madsen, Annette Obrestad, Grant Levy, Marty Smyth, Harry Demetriou, Tony Dunst, Mike McDonald, ed il campione del 2008 Alexander Kostritsyn. Quest'ultimo non è riuscito a ripetersi dato che è stato eliminato ad inizio giornata da Josh Malone. Alla fine dei conti, è stato Brett Daphne ad ottenere la chip lead con 120,250, Malone con 112,400, e Sam Vakili, Michael Toreniec, e Ali Ghezelbash comoletavano la cinquina, tutti con stack minori dei classificati del giorno precedente.

E' stato il Day 1C a portare il maggior numero dei partecipanti in gioco, infatti ben 288 persone hanno partecipato, portando il numero totale di giocatori a 681. Tra loro c'erano Scotty Nguyen, Joe e Tony Hachem, Clonie Gowen, Phil Laak, Lee Nelson, David Rheem, Tom Dwan, Gus Hansen, Jennifer Tilly, John Juanda, Nam Le, J.C. Tran, Michael Binger, la star del cricket Shane Warne, e l'attore Michael Vartan. Alla fine della giornata, Ben Charlton era in chip lead con 161,000, seguito da Luis Pampliega, Jani Mikkola, John Paul Kelly, e Tom Rafferty.

Meno della metà dei giocatori iniziali, 320 per essere precisi, è vissuto abbastanza per vedere il Day 2 del main event, e molti di loro sono usciti poco dopo che la partita cominciasse. Nomi del calibro di Mark Vos, Phil Laak, Billy Argyro, e Neil Channing, e molti altri li hanno raggiunti man mano che la giornata continuava. I conti finali del giorno hanno visto due rappresentati femminili di Betfair - Annette Obrestad, professionista sponsorizzata e Annica Ivert, qualificata online – in cima alla leaderboard. Ivert aveva ben 555,900 e Obrestad la somma, ugualmente impressionante, di 454,800. Rajkumar Ramakrishnan, David Docherty, e Stewart Scott completavano la top five, ed il conosciutissimo Patrik Antonius era settimo nella top ten.

Il Day 3 ha decretato i giocatori a premio, ed è stato giocato da 81 giocatori speranzosi di arrivare in fondo. Ma giocatori come Hachem non sono stati così fortunati, egli infatti è stato eliminato ad inizio giornata. Poi è arrivata l'area bolla, ed il giocatore a rischio era Will Zemljaric, che ha impegnato tutte le sue fiches dopo che sul tavolo sono usciti 6[s]-3[c]-8[c]-5[h]-4[h]. Zemljaric ha mostrato A[h]-Q[d], ma Ashby ha chiamato con coppia di 8 per il tris. Zemljaric è stato eliminato al 65° posto diventando l'uomo bolla.

Questo ha fatto sì che Ali Ghezelbash finisse al 64° con AU$15,000, e altri volti noti a finire a premio sono stati Anthony Kambouris al 62°, Nali Kaselias al 58°, Sam Khouiss al 53°, e Scotty Nguyen al 50° posto. Noah Schwartz è arrivato al 42° posto con AU$20,000, Patrik Antonius al 40° posto, Mike McDonald al 39°, Raymond Rhame al 36°, e Clonie Gowen al 32° con AU$30,000. Infine, l'eliminazione di Leonid Cai al 29° posto ha concluso la giornata, e Michael Tureniec ha ottenuto la chip lead, ed è stato anche l'unico ad avere più di un milione di fiches. Il resto della top five comprendeva Christian Heich, Christopher Chronis, Rajkumar Ramakrishnan, e Annette Obrestad.

Il quarto giorno di torneo ha determinato i giocatori del tavolo finale, e non c'è voluto moltissimo tempo prima di arrivarci. Eliminazioni molto veloci sono state quelle di Kelly Kim al 22° posto, Annette Obrestad al 21°, Joe Cassidy al 20°, e Tureniec, che era partito con la chip lead, al 19°. Sorel Mizzi è stato eliminato al 16° posto, seguito da Chris Chronis, Christian Heich, e Grant Levy. Annica Ivert ha finito la sua corsa all'11° posto, e Tino Lechich al 10°. Zach Fellows è stato poi eliminato al 9° posto ed è diventato il giocatore bolla del tavolo finale, ma ha ricevuto lka bella somma di AU$100,000 per avercela quasi fatta.

Il tavolo finale è stato così stabilito per il giorno successivo con i seguenti stack:

Posto 1: Zach Gruneberg 1,355,000
Posto 2: Barny Boatman 349,000
Posto 3: Elliot Smith 1,120,000
Posto 4: Richard Ashby 658,000
Posto 5: Stewart Scott 4,520,000
Posto 6: Peter Rho 2,420,000
Posto 7: Rajkumar Ramakrishnan 2,050,000
Posto 8: Sam Capra 1,161,000

L'azione sul tavolo finale è cominciata il 24 Gennaio, senza troppo entusiasmo, a dire il vero. Gli otto giocatori erano molto attenti, e qualcosa di serio si è visto non prima della decima mano, con l'all-in di Gruneberg, ma con Smith hanno deciso di dividere il piatto.

I piatti più grossi sono arrivati più tardi, più di venti mani dopo, quando Ramakrishnan ha vinto una mano ottima contro Scott per avvicinarsi alla chip lead. Ma Ramakrishnan ha perso subito un piatto di 1.85 milioni quando Smith ha raddoppiato a sue spese. Ma è stato Scott a continuare ad accumulare fiches superando la soglia dei 5 milioni.

Barny Boatman ha finalmente impegnato il suo stack ristretto con un all-in in preflop con A[d]-2[c], ma si è trovato contro A[s]-Q[h] di Gruneberg. Sul tavolo sono arrivati dei normalissimi 7[h]-A[c]-3[s]-7[c]-4[h], e Boatman è stato il primo eliminato della serata, lasciando il torneo con AU$100,000 per il suo 8° posto.

Poche mani dopo, in seguito ad un raise iniziale di Ramakrishnan ed al call di Smith, Richard Ashby è andato in all-in dal grande buio. Entrambi i giocatori hanno chiamato per vedere il flop di 2[c]-4[d]-2[s]. Smith e Ramakrishnan hanno checkato per vedere un 10[h] al turn, e poi ancora per un 9[c] al river. Ramakrishnan ha preso una parte del piatto con A[d]-K[h] sui A-Q di Smith, e Ashby ha mostrato altri A-Q per perdere il piatto principale. Ashby è stato eliminato al 7° posto con AU$150,000.

Poco tempo dopo, Gruneberg è entrato in gioco con Ramakrishnan per vedere un flop di 4[h]-J[h]-4[s]. Gruneberg ha puntato, e Ramakrishnan ha risposto con un check-call. Dopo il 7[d] del turn, è stato Gruneberg ad andare in all-in, e Ramakrishnan a fare check-call. Gruneberg aveva K[s]-J[c], ma Ramakrishnan è stato felice di mostrare la sua coppia di 4 per un poker. Il 9[h] non ha aiutato ma ha decretato il 6° posto di Zach Gruneberg, per il quale ha ricevuto AU$210,000.

Sono stati poi coinvolti nel gioco due giocatori molto tranquilli fino a quel moment, quando Sam Capra è andato in all-in preflop. Rho ha chiamato con coppia di Assi, e Capra ha mostrato coppia di 10. Il tavolo ha accolto 3[s]-Q[d]-Q[s]-9[d]-5[s], e Capra si è accontentato del 5° posto, del valore di AU$300,000.

Durante il gioco a quattro, Stewart Scott ancora dominava con oltre 6 milioni di fiches, ed Elliot Smith ne aveva poco più della metà. Gli altri due giocatori sono stati costretti ad agire per restare in gioco.

La mano che ha ristretto il campo per uno di loro è cominciata con una grande azione, quando Ramakrishnan e Smith hanno provato a limpare. Scott ha fatto lo stesso, ma Rho ha rilanciato dal grande buio. Ramakrishnan ha rilanciato ancora 300K, il che ha messo Smith e Scott fuori gioco ed ha portato un all-in raise di Rho ed il call di Ramakrishnan con coppia di Assi. Rho ha mostrato coppia di K e non si è sentito al sicuro fino a che il flop non l'ha aiutato con 5[s]-K[c]-10[d]. Il turn ed il river hanno dato rispettivamente 3[s] e 2[s], e gli Assi di Ramakrishnan non ce l'hanno fatta mandandolo a casa al 4° posto con AU$400,000.

Scott poi ha ottenuto la chip lead per un altro livello. Ha guadagnato un piatto significativo da Rho ed un altro da Smith per superare gli 8 milioni di fiches. Smith ha raddoppiato ancora a spese di Scott, ma quest'ultimo manteneva uno stack di 8.135 milioni. Comunque, un altro raddoppio di Smitha spese di Scott ha lasciato quest'ultimo in difficoltà.

E, dopo 205 mani di torneo, Smith e Scott si sono sfidati ancora, con Smith in all-in con A[h]-Q[c] e Scott ad affrontare un'altra sconfitta con A[d]-7[c]. Il flop di K[s]-10[c]-K[h] è stato abbastanza innocente, ma il 7[s] del turn ha dato a Scott la possibilità di vincere la mano ed arrivare all'heads-up. Il 5[c] del river è stato buono, ed Elliot Smith è stato eliminato al 3° posto, posizione che gli è valsa AU$700,000.

L'Heads-up è cominciato dopo una pausa con la seguente situazione:

Stewart Scott 10,700,000
Peter Rho 2,900,000

Con Scott dominante e Rho in continua lotta per restare in gioco, ci sono volute meno di quindici mani per determinare la fine del torneo. Alla 218° mano della serata, Scott tentato un raise iniziale dalla posizione del dealer, e Rho si è preso un po' di tempo per pensare prima di rilanciare in all-in per 2.175 milioni. Scott ha chiamato immediatamente con coppia di Assi, e Rho ha mostrato A[h]-J[c]. Il dealer ha mostrato lentamente 2[s]-9[d]-8[c]-4[d]-9[s], e Peter Rho è stato costretto ad accettare un 2° posto a l'incredibile premio di AU$1 milione che ne è derivato.

Stewart Scott, nato in Australia, è diventato il campione del Main Event del 2009 Aussie Millions ed è stato ricompensato con una coppa, un braccialetto, ed il granpremio di AU$2,000,000. “E' bello portare un premio a casa per la squadra, ha detto della vittoria,”.