Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | Poker Live | Poker in TV

High Stakes Poker- Stagione 5, Episodio 7

Condividi
A differenza delle precedenti stagioni, dove i giocatori entravano ed uscivano dalla partita quante volte volevano, questa stagione di High Stakes Poker è stata divisa in 3 segmenti separati, ognuno con 8 giocatori che competono per una serie di episodi. L’episodio di questa settimana ha visto l’ingresso del secondo di tre gruppi di giocatori per lo show di questa stagione. Il tavolo include sei professionisti, compresi alcuni veterani di High Stakes Poker, Antonio Esfandiari, Phil Laak, Daniel Negreanu, e Patrik Antonius, più i nuovi arrivati Howard “the Professor” Lederer e Joe Hachem (il campione del Main event delle World Series of Poker nel 2005) e due non professionisti, Sam Simon (co-creatore dei Simpsons) e l’attore/regista Nick Cassavetes. I bui erano 400-800, con 200 di ante. Si può solo sperare che questi giocatori possano fornire gli stessi fuochi d’artificio che abbiamo visto con il primo gruppo… Staremo a vedere……

Le prime mani hanno visto un piatto guadagnato da Antonius pre-flop con un re-raise con coppia di Assi, Lederer poi ha vinto una mano con una continuation bet in un flop che non è stato d’aiuto né a lui né a Laak o Hachem, e Laak si è aggiudicato la terza mano rilanciando la continuation bet post flop di Antonius quando al flop ha ottenuto una coppia di 6.

Il primo confronto interessante si è avuto tra Lederer ed Hachem. Lederer ha rilanciato a $3,000 con coppia di 10 ed Hachem ha chiamato con JJ. Il flop ha portato K[s]-7[s]-6[s], Lederer ha puntato $4,500 in un piatto di $8,800 ed Hachem ha chiamato. Lederer era l’unico dei due ad avere picche in mano. Il turn ha dato 5[s], chiudendo il colore di Lederer. Ha checkato, ed Hachem ha puntato $8,500 in un piatto di $17,800. Lederer, volendo capire se aveva un punteggio valido, ha rilanciato a $18,500 ed Hachem ha risposto con un re-raise a $38,500 senza un picche, percependo l’esitazione di Lederer! Lederer ha foldato con la mano vincente, ed Hachem si è aggiudicato $83,300.

Dopo che Cassavetes si è accaparrato un piccolo piatto a 5 gocatori quando ha hittato tris di Assi al flop ed ha rilanciato facendo foldare tutti, Esfandiari ha rilanciato nella mano successiva a $2,500 con A[h]-6[h]. Hachem ha chiamato con coppia di 10 e tutti gli altri hanno foldato. Con un piatto di $7,400, è arrivato un flop con Q-6-3, senza cuori. Hachem ha checkato, Esfandiari ha puntato $5,100 ed Hachem ha chiamato. Il turn è stato 2[c], ed Hachem ha risposto ancora una volta con un check-call alla puntata di the Magician, questa volta per $10,200. Hachem ha cominciato a parlare ad alta voce sul fatto di chiamare in continuazione le puntate di Esfandiari, e di come lo avrebbe pagato al river, il che ha spinto Antonio a risparmiare i suoi soldi e a checkare al river. Hachem e la sua coppia di 10 hanno avuto la meglio.

Nella mano successiva, Simon ha rilanciato a $3,000 con coppia di J, Cassavetes ha chiamato con 7[h]-5[h] e Negreanu, cercando di approfittare dei due non professionisti, ha chiamato con A-5 serviti. Il flop ha mostrato 7-2-7, dando a Cassavetes ancora una volta un tris. Simon ha puntato $10,000 e Cassavetes ha rilanciato a $26,000. Negreanu ha foldato ed anche Simon, spingendo il commentatore Gabe Kaplan a notare che probabilmente fosse l’unico giocatore al tavolo che lo avrebbe fatto.

E’ diventato chiaro che i professionisti stessero cercando le opportunità di giocare piatti contro i due non professionisti. Esfandiari cercava con molto sforzo di riportare il gioco dei 7-2 della precedente stagione, dove chiunque fosse al tavolo paga $1,000 al giocatore che vince con la mano peggiore del giro. Cassavetes in particolare si è rifiutato di partecipare. Quando lo stesso Cassavetes ha rilanciato a $2,500 con 7-6 serviti, Esfandiari ha risposto con un re-raise a $8,200 con J-5! Dopo uno stressante tira e molla (e la discussione di gran lunga più interessante dello scintillante poker di questa serata), Cassavetes ha foldato.

Nella mano successiva, Hachem ha rilanciato a $2,500 con A-K serviti, ed Esfandiari, essendosi mostrato questa sera disposto a giocarsi tutto ha rilanciato a $8,200 con 6-4, la mano che Kaplan ha chiamato la “Eastgate”, dopo la enorme vittoria del campione del mondo della scorsa settimana proprio con una mano del genere. Hachem ha chiamato, ed il flop ha portato 6-6-2. Hachem ha checkato, ed Esfandiari, avendo hittato tris di sei, ha puntato $12,200 in un piatto di $19,200. Hachem, le cui letture sono state esatte per tutta la sera, ha detto che aveva un brutto presentimento nei riguardi della mano ed ha foldato.

La mano successiva è stato un classico confronto professionista contro amateur. Negreanu ha chiamato con Q[h]-7[h], Antonius ha fatto altrettanto con 9-6 serviti, e Laak ha rilanciato a $6,300 con 10[s]-2[s]. Sam Simon ha compiuto uno di due errori critici. Ha voluto agire con 10-4 serviti, ed ha rilanciato, senza rendersi conto che Laak aveva già rilanciato il piatto. Ciò ha significato poter rilanciare per minimo $11,800, che è costato la mano a Laak. Tutti gli altri hanno foldato, e con un piatto di $27,200,hanno visto un flop di J-9-8, con due quadri. Simon ha puntato $30,000, e Laak ha chiamato. Il turn ha portato A[d] e Simon ha compiuto il secondo errore ed ha checkato, facendo passare il comando a chi avrebbe puntato. Laak non ha esitato, ed ha puntato $50,000, e si è aggiudicato il piatto dato che Simon ha foldato.

Hachem, che si è visto arrivare un sacco di coppie premium questa sera, si è trovato con K-K, ed ha rilanciato a $2,500. Negreanu ha chiamato con A-10 serviti, ed Antonius ha fatto altrettanto con J-4. Il flop è stato K-10-3, dando ad Hachem il tris e a Negreanu una coppia media. Hachem ha puntato $7,000 in un piatto di $9,500, Negreanu ha chiamato e Antonius ha foldato. Il turn è stato 4[d], e Hachem ha puntato $20,500 nel piatto da $23,500. Negreanu ha chiamato ancora una volta. Il river è stato J[d], il terzo quadri. Hachem, giocando un po’ di small-pot poker, ha scelto il check, e Negreanu ha fatto lo stesso. Eccone un’altra dal campione mondiale dell’ Aussie!

L’ultima mano della serata è cominciata con il raise d Negreanu a $2,500 con 9[d]-8[d]. Antonius ha risposto con un re-raise a $11,000 con J[s]-4[s] e Negreanu ha chiamato. Il flop è arrivato con K-10-3, e due quadri. Antonius ha puntato $17,000 e Negreanu, con il suo progetto di colore, ha chiamato. Il turn è stato [5h] ed entrambi i giocatori hanno checkato. Il river è stato Q[s], e Negreanu, capendo che non avrebbe potuto avere il piatto con lo showdown, ha puntato $26,000. Antonius ha foldato con riluttanza.

Paragonata con l’insana azione delle prime sei settimane, questa è stata una ora di poker senza infamia nè lode, con piatti relativamente piccoli e non troppe azioni esaltanti. Alcuni dei giocatori sembravano più coinvolti in conversazioni ed in scommesse collaterali (Laak ed Esfandiari hanno vinto puntate su Hachem riguardo a quale sarebbe stato il giudizio di Cassavetes su Pulp Fiction) che nella partita in sè. Ovviamente, come abbiamo visto nelle stagioni precedenti, giocare tra tante chiacchiere è lo stile preferito di Esfandiari, Laak e Negreanu, tra gli altri. Comunque, per quanto possano essere affascinanti, personalmente preferisco l’intensità del gioco visto nelle prime 6 settimane della stagione. Resta da vedere se questo gruppo di giocatori può elevare allo stesso modo lo show nel suo proseguimento.