Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | Notizie Calde

Tyner Lancia il Ladies Diamond Poker Club

Condividi
I giochi di poker ed i campionati creati appositamente per le donne sono stati tentati per anni, alcuni con successo ed altri non abbastanza apprezzati da continuare per periodi di tempo più lunghi. Ma Nancy Todd Tyner crede di aver pensato ad un campionato che racchiuda in sé molte delle esigenze e dei desideri delle donne del poker. Basandosi su questo, ha collaborato con il professionista del marketing John George ed ha presentato recentemente il Ladies Diamond Poker Club (LDPC).

Tyner si occupa di poker da molti anni ma solo recentemente si è fatta conoscere nella comunità di poker vincendo la 2008 World Poker Tour Ladies Championship, guadagnandosi un posto all’evento ad inviti attraverso una vittoria nel corrispettivo torneo per sole donne. Da quel momento, si è piazzata tre volte a premio alle 2008 World Series of Poker, finendo al 21° posto al 2009 WPT L.A. Poker Classic, ed arrivando al tavolo finale di un evento preliminare al 2009 Five Star World Poker Classic at Bellagio. Le sue vincite in tornei nella carriera arrivano a più di $235,000, e lei continua ad aumentare la sua presenza nel circuito dei tornei live.

La sua attenzione ai tornei per donne l’ha spinta a lanciare il LDPC per soddisfare le giocatrici come lei. “Il Poker non è più solo per gli uomini,” Tyner, co-fondatrice e presidente della organizzazione, ha detto, “Il Poker continua ad essere un dei giochi in maggiore crescita in America ed il LDPC ha riconosciuto che le donne rappresentano al momento il numero demografico che cresce più velocemente nel gioco del poker. I tornei del LDPC sono un posto dove le ragazze possono giocare, imparare e divertirsi con eventi pensati a misura di donna”

Quello che rende il LDPC unico tra i tornei solo per donne è la struttura dei premi, che permette al 50 per cento delle partecipanti di piazzarsi a premio nei tornei. Inoltre, ci sono bonus dedicati alla prima donna che viene eliminata dall’evento, come un DVD autografato che documenta la vittoria della Tyner al ladies event del WPT, e dei bonus Four Queens per alcune giocatrici. Infatti, il sito web dichiara che il 100 delle giocatrici nei tornei LDPC vinceranno qualcosa, dato che sono previsti numerosi omaggi e opportunità di vincere premi.

Un altro aspetto dei tornei del LDPC è la beneficenza, dato che le giocatrici accettano di dare $1 per ogni registrazione ad un gruppo di organizzazioni scelti dal LDPC. Le tre associazioni elencate nel sito web sono la Children’s Heart Institute Fund, per aiutare i bambini con malattie congenite al cuore, la Hat Box Foundation, che dona cappelli fatti a mano alle persone che combattono il cancro e malattie simili, e la Hayden Scholarship Foundation, che è stata costituita dalla stessa Tyner, in onore del suo figlio deceduto, che si batte affinché tutti i bambini abbiano accesso all’istruzione.

Il primo torneo si è tenuto il giorno della Festa della Mamma al Peppermill Resort Casino di Reno per un buy-in di $125, ed il secondo avrà luogo il 16 Maggio al Tulalip Resort Casino di Washington State, anche lui con un buy-in di $125. Tyner ha commentato, “I nostri tornei partiranno dalla West Coast e si sposteranno in tutto il Paese.”

La registrazione sul sito del LDPC da ai membri l’opportunità di essere i primi a conoscere gli eventi in arrivo e di ricevere degli sconti speciali per i membri.

L’obbiettivo è di portare più donne nel poker fornendo loro un ambiente confortevole. Il sito web afferma, “Il Ladies Diamond Poker Club crede che ogni torneo debba essere pieno di divertimento e di intrattenimento e che nessuno dovrebbe andare via a mani vuote. Ecco perché i nostri ladies poker tours non sono solo tornei, ma sono sei veri e propri eventi!”