Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | World Series of Poker | WSOP

Evento 46 $2.5K Omaha-8 - Derek Raymond Vince

Condividi
Martedì scorso si è giocato il torneo Omaha-8 con 424 giocatori pronti a decidere il campione in tre giorni di gara. Questo limite non è però stato rispettato ed è servito un giorno più del previsto per spartirsi l’intero montepremi da $975,200.

Gli ultimi dieci giocatori sono infine stati fatti accomodare attorno ad un unico tavolo al uale Josh Schlein si trovava ad essere chipleader e John Monnette lo short stack. Proprio Monnette si è presto visto costretto all-in e quando Michael Keiner ha chiamato il decimo posto è stato suo.

Pat Poels è stato il successivo giocatore ad essere eliminato. Scott Bohlman si è fatto carico del compito lasciando a Poels un nono posto da $23’541. Il gioco ha quindi subito un rallentamento, ma nonostante gli split pot ed il gioco cauto è stato Gregorich ha trovarsi con l’acqua alla gola. Josh Schlein e Mark Tenner hanno giocato un grosso piatto contro di lui e quando si è giunti allo showdown Mark Gregorich si è venuto a trovare all’ottavo posto con $26’213.

Michael Keiner è stato eliminato al settimo posto per $30’562 e al rientro dalla pausa cena Sirous Jamshidi ha perso due grossi piatti per poi chiudere il torneo al sesto posto con un premio da $37’350.

Schlein si era intanto venuto a trovare nei guai ed ha giocato alcune volte all-in. Un paio di raddoppi iniziali non sono bastati per riportare il suo stack in zona sicurezza ed al terzo tentativo è stato eliminato al quinto posto - $48’028.

È stato quindi il turno dell’italiano Fabio Coppola che si è fatto coinvolgere in un piatto contro Raymond su un board che leggeva J [d]-7 [h]-5 [h]-J [c]-Q [d]. I due hanno fatto check fino al river e solo a questo punto Coppola è andato all-in con A [s]-3 [h]-4 [s]-K [c]. Raymond ha chiamato con A [d]-7 [d]-K [s]-10 [d] per la doppia coppia vincente. Coppola è uscito al quarto posto con un premio da $65’094.

Rimasti in tre era Raymond in testa anche se Bohlman lo seguiva da vicino mentre Tenner si trovava ad essere piuttosto short stack. Ciò nonostante, è stato proprio Tenner ha passare al comando nelle ore successive.

Infine, Scott Bohlman è andato a vedere un flop che dava 5[d]-7[c]-J[d] nel quale era attivo anche Tenner. Al 5[h] del turn, Bohlman ha puntato all-in con A[d]-K[s]-Q[s]-7[s] per la doppia coppia. Tenner ha chiamato con K[h]-5[s]-4[c]-A[s] ed un tris di cinque che gli dava il vantaggio. Bohlman ha così concluso con un terzo posto da $93’199.

Il testa a testa è stato piuttosto lungo e solo dopo due ore e mezza si è giocata la mano decisiva: Tenner ha aperto con un rilancio all-in e K[d]-Q[h]-3[h]-2[h] in mano. Raymond ha chiamato coprendo l’avversario con 10[s]-5[c]-4[c]-3[d]. Il board ha rivelato J[d]-7[h]-2[d]-A[d]-4[d] offrendo la scala a Raymond e lasciando a Mark Tenner il secondo posto finale - $141’647.

È Derek Raymond il campione del torneo. Per lui un primo premio da $229’192 ed il bracciale d’oro delle WSOP.