Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | World Series of Poker | WSOP

Main Event Day 8: Decisi i November Nine con Moon in Testa e Ivey in Evidenza

Condividi
L’ultimo giorno di gara della sessione estiva delle World Series of Poker è infine arrivato. Per tutto il resto del mondo si trattava di un mercoledì qualunque ma nella Amazon Room del Rio era l’ultima occasione per molti speranzosi di guadagnarsi un posto nella storia del poker.

27 giocatori hanno preso posto ai tavoli da gioco il 15 luglio per giocare fino a definire gli ultimi nove che si ritroveranno a novembre per contendersi il bracciale. Il pomeriggio è iniziato con Darvin Moon in testa alla classifica e gli altri posti assegnati come segue:

(Table 1)
Seat 1: Jesse Haabak 2,750,000
Seat 2: Ian Tavelli 4,385,000
Seat 3: James Calderaro 6,475,000
Seat 4: Jonathan Tamayo 3,300,000
Seat 5: Warren Zackey 5,485,000
Seat 6: Eric Buchman 10,005,000
Seat 7: Leo Margets 1,530,000
Seat 8: Tommy Vedes 5,070,000
Seat 9: James Akenhead 8,615,000

(Table 2)
Seat 1: Phil Ivey 11,350,000
Seat 2: Jeff Shulman 10,170,000
Seat 3: George Caragiorgas 1,615,000
Seat 4: Nick Maimone 1,545,000
Seat 5: Andrew Lichtenberger 5,625,000
Seat 6: Marco Mattes 5,285,000
Seat 7: Joseph Cada 6,565,000
Seat 8: Darvin Moon 20,160,000
Seat 9: Jordan Smith 4,510,000

(Table 3)
Seat 1: Jamie Robbins 9,795,000
Seat 2: Antonio Esfandiari 4,470,000
Seat 3: Francois Balmigere 1,440,000
Seat 4: Ludovic Lacay 5,610,000
Seat 5: Steven Begleiter 11,885,000
Seat 6: Ben Lamb 9,410,000
Seat 7: Antoine Saout 11,135,000
Seat 8: Kevin Schaffel 11,245,000
Seat 9: Billy Kopp 15,970,000

Si è subito partiti con uno dei tanti raddoppi che hanno caratterizzato tutto il Day 8. A beneficiarne è stato Balmigere che con A-Q ha superato la coppia di kings servita all’avversario. La prima eliminazione di giornata è arrivata prima del previsto ed è stata Leo Margets, l’ultima donna in gara, a dover lasciare l’area di gioco.



Al rientro dalla pausa cena il field era già stato notevolmente ridotto e questa era la situazione dei chip counts:

(Table 1)
Seat 1: Phil Ivey 7,325,000
Seat 3: Steven Begleiter 27,260,000
Seat 4: Antoine Saout 12,420,000
Seat 5: James Akenhead 5,090,000
Seat 6: Eric Buchman 28,670,000
Seat 7: Joe Cada 19,465,000
Seat 8: Jamie Robbins 1,340,000

(Table 2)
Seat 1: Ben Lamb 5,200,000
Seat 2: Kevin Schaffel 10,630,000
Seat 3: Jordan Smith 18,840,000
Seat 5: Jeff Shulman 15,500,000
Seat 6: Darvin Moon 23,800,000
Seat 7: James Calderaro 5,000,000
Seat 8: Billy Kopp 13,500,000

A sorpresa, il successivo giocatore eliminato è stato uno di quelli messi meglio in classifica. Billy Kopp ha aperto con un rilancio e Darvin Moon ha chiamato per vedere il K [d]-9 [d]-2 [d] del flop. Kopp ha puntato e Moon ha giocato un check-call. Al 2[h], Kopp ha puntato ancora una volta venendo però rilanciato da Moon a sei milioni. Kopp ha rilanciato all-in per 20 milioni con 5[d]-3[d] per il colore ma Moon ha chiamato con Q[d]-J[d] ed un colore ben superiore. Il 7[c] del river ha solo confermato la fine del torneo per Kopp che si è comunque consolato con $896’730 per il suo 12° posto.

L’eliminazione di Kopp ha lasciato a Moon 45 milioni di chips ed un enorme vantaggio su tutti gli altri.

Poco dopo è stato un altro giocatore ad andare all-in ma in questo caso si è trattato del più short in gara - Jamie Robbins. Phil Ivey si è incaricato personalmente della sua eliminazione lasciandogli un undicesimo posto da $896’730.

Le eliminazioni fino a questo punto erano state particolarmente rapide e ne mancava solo una per definire il tavolo finale. I dieci sono stati radunati attorno ad un unico tavolo per le riprese della ESPN. Quando il gioco è ripreso, questa era la situazione:

Seat 1: Darvin Moon 44,300,000
Seat 2: Jordan Smith 15,430,000
Seat 3: James Akenhead 5,100,000
Seat 4: Phil Ivey 10,210,000
Seat 5: Kevin Schaffel 13,080,000
Seat 6: Steven Begleiter 26,495,000
Seat 7: Eric Buchman 36,780,000
Seat 8: Joe Cada 13,400,000
Seat 9: Antoine Saout 10,200,000
Seat 10: Jeff Shulman 17,900,000

Per decidere i migliori nove è bastata meno un’ora di gioco. Tutto si è concluso quando Moon e Smith sono andati a vedere un flop piuttosto costoso con 8[c]-4[d]-2[d]. Moon ha puntato 4 milioni di chips e Smith ha giocato un check-raise all-in con in mano una coppia di assi. Moon giocava però con una coppia di otto che al flop era stata trasformata in set. Il 5[h] del turn ed il 10[h] del river hanno sancito l’eliminazione di Jordan Smith al decimo posto $896’730.

Con questa mano sono stati decisi i November Nine. I nove ancora in gara hanno posato per le foto di rito per poi impacchettare le proprie chips. Torneranno qui a novembre per contendersi il titolo con questa situazione al tavolo:

Seat 1: Darvin Moon 58,930,000
Seat 2: James Akenhead 6,800,000
Seat 3: Phil Ivey 9,765,000
Seat 4: Kevin Schaffel 12,390,000
Seat 5: Steven Begleiter 29,885,000
Seat 6: Eric Buchman 34,800,000
Seat 7: Joe Cada 13,215,000
Seat 8: Antoine Saout 9,500,000
Seat 9: Jeff Shulman 19,580,000