Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | World Series of Poker | WSOP

La Lotta Continua a Washington D.C.

Condividi
Le WSOP sono arrivate a decretare i migliori nove giocatori ed i risultati sono ormai disponibili su ogni sito di poker. Il torneo riprenderà a novembre per arrivare a conclusione e assegnare il titolo di campione del mondo. Questa settimana però succede qualcosa di estremamente importante per il poker anche a Washington D.C. Ricordate i $30 Milioni di fondi provenienti dal poker online e congelati dalla Corte di New York recentemente? Quanti altri giocatori avrebbero preso parte alle WSOP se i loro fondi non fossero stati congelati? Si stima che dieci milioni di americani giochino a poker online. Molti altri milioni di giocatori lo fanno dal resto del mondo. Giocare a poker non è un crimine! Non dobbiamo stare a guardare mentre un vero crimine viene perpetrato ai nostri danni.

La Poker Players Alliance sta combattendo per i nostri diritti e soprattutto per quello di giocare online a poker. Le stelle del poker stanno andando a Washington D.C. Per difendere il poker online. Oltre 340’000 persone hanno sottoscritto la petizione da presentare al presidente Obama durante il National Poker Week dal 19 al 25 luglio.

Il Poker non deve essere condannato a scomparire e non bisogna lasciar passare inosservate azioni illegali come quella che ha portato al congelamento dei fondi di migliaia di giocatori online. Le WSOP hanno subito un tentativo di boicottaggio - non lasciare che questo si ripeta: firma ora la petizione!