Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | Tornei | Tornei di Poker Live

L’Australiano Daniel Chevalier Vince l’ANZPT Queenstown

Condividi
Si trattava dell’ultima tappa del PokerStars.com Australia New Zealand Poker Tour e Queenstown, Nuova Zelanda, era il luogo deputato per i festeggiamenti. Era questa una vera prima per la città che non aveva mai ospitato un torneo del genere in passato. Il Main Event è stato diviso in quattro giornate dato lo spazio ridotto per ospitare i tavoli. L’affluenza è stata ben sotto le aspettative probabilmente a causa delle fatiche delle World Series of Poker, ma l’evento è stato molto ben accolto dagli abitanti del posto che hanno così conosciuto le grandi capacità organizzative di PokerStars.

Nella prima giornata di gara si sono presentati solo 27 giocatori e a fine serata ne restavano in gara ancora 18 tra i quali Mark Measey al comando e Tony Hachem nel gruppo. Per la seconda parte della giornata di apertura si è raggiunta quota 35 iscritti dei quali 28 sono sopravvissuti fino al Day 2. Le altre due giornate di apertura hanno portato il totale degli iscritti a 134 dei quali 91 hanno ottenuto l’accesso alla seconda fase. In testa alla classifica si veniva a trovare a questo punto Julius Colman che con 114’425 era in buon vantaggio su Yates suo immediato inseguitore con 67,050.

Anche il Day 2 ha dovuto fare i conti con problemi di spazio così i 91 giocatori ancora in gara sono stati divisi in due gruppi. Il primo, composto da 46 giocatori, si è ritrovato nella prima parte della giornata per ridursi a 28 unità; il secondo ha giocato nel pomeriggio assottigliandosi da 45 a 32 giocatori. I 60 ancora in gara a questo punto si sono ritrovati per una sessione serale che ha ridotto i pretendenti al titolo a 18 unità.

Questi si sono ritrovati per il Day 3 nel quale è stato definito il tavolo finale del giorno successivo. Questa la sua struttura:

Seat 1: Will Mauga (Australia) 106,500
Seat 2: Glenn Maiden (Nuova Zelanda) 321,500
Seat 3: Steve Smith (Nuova Zelanda) 186,000
Seat 4: Andrew Hinrichsen (Australia) 69,000
Seat 5: John Pye (Nuova Zelanda) 211,000
Seat 6: David Bradford (Nuova Zelanda) 53,500
Seat 7: Danny Chevalier (Australia) 481,000
Seat 8: Mark Walker (Nuova Zelanda) 150,000
Seat 9: John Guthrie (Nuova Zelanda) 888,500

L’ultima giornata di gara è iniziata a gran ritmo e già nelle prime battute David Bradford è stato eliminato al nono posto per $6’030. Will Mauga lo ha seguito con un ottavo posto da $9’045 e John Pye ha chiuso la serie delle prime eliminazioni facendosi eliminare al settimo posto per $12’060.

John Guthrie ha ottenuto il sesto posto ed un premio da $15’075 mentre Steve Smith ha vinto $21’105 per il quinto posto. Mark Walker ha chiuso al quarto ricevendo $27’135 e poche mani più tardi Glenn Maiden è andato all-in contro Hinrichsen avendo peggio e venendo eliminato al terzo posto - $33’165.

L’heads-up è iniziato con Chevalier in leggero vantaggio con 1.4 milioni di chips contro Hinrichsen che di chips ne aveva 1.1 milioni. I due si sono contesi la vittoria per oltre 30 minuti ma è stato alla fine Chevalier ad avere la meglio. Andrew Hinrichsen si è dovuto accontentare di un secondo posto da $57’285 lasciando all’australiano Daniel Chevalier l’onore di essere incoronato campione dell’evento e di ricevere un primo premio da $87’435.