Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | World Series of Poker | WSOP

ESPN - Revisione Televisiva delle WSOP – 1 Settembre, 09

Condividi
Le ultime due settimane di trasmissione hanno fatto vedere I primi 4 giorni del Day 1 del Main Event. L’attenzione, naturalmente, era sui ben noti pro, come Daniel Negreanu , Phil Hellmuth , e Mike Matusow . L’unico dei November Nine che abbiamo visto, è stato Phil Ivey . Questa sera, ESPN avanza al Day 2, con due ore dedicate al Day 2A. Vediamo cosa è in servo per noi.

Sia al tavolo principale che a quello secondario sono presenti campioni del mondo. Greg Raymer , è seduto accanto a Jason Alexander, al tavolo uno, e Chris “Jesus” Ferguson , con il vincitore di un braccialetto Roland de Wolfe, al tavolo numero due. Li abbiamo seguiti entrambi per molto tempo, e anche se I commentatori non hanno parlato dei loro stili completamente diversi, entrambi comunque hanno scelto di giocare mani forti post-flop.

La scorsa settimana, abbiamo assistito ad una lezione da parte di Ferguson giocando contro Prahlad Friedman in un torneo del WPT. Ferguson descrive di come gli piace giocare I flop in maniera forte puntando abbastanza, invece di fare slow-playing. Al flop centrò tris di assi contro Friedman, e poi addirittura uscì il poker. La sua giocata è giusta, Friedman non sospetterà mai che Ferguson abbia il poker di assi, e con il suo full di kappa agli assi metterebbe tutte le sue chip dentro. Nella revisione televisiva di stasera, abbiamo visto Ferguson applicare questa strategia due volte alla perfezione. Nella prima di questa mani, Ferguson aveva pocket jacks, ed il suo avversario A-Q. Il flop era J-10-10, e Ferguson semplicemente esce puntando, ed il suo avversario chiama. Al turn esce un 8, e Ferguson continua a fare bet. Quando esce un kappa al river, facedno centrare al suo avversario una Broadway straight, Ferguson era in grado di mettere tutte le sue chip al centro. Più tardi, era in svantaggio pre flop, con A-Q con A-K dell’avversario, ma quando esce il flop Q-2-Q, Ferguson punta, lo fa anche al turn, e il suo avversario mette Ferguson all-in, pensando Chris passasse, ma così non è.

Sull’altro tavolo, abbiamo visto Raymer giocare al flop completamente diversa. Jacqueline Scott raise a 1,500 con A-10 offsuit, un giocatore fa call, come anche Raymer con A-Q unsuited, e quindi Alexander, check dal blind, con Q♣-3♣. Il flop Q-5-Q, e Raymer decide per lo slowplay e fa check. Alexander allora punta 2,500. Gli altri due giocatori passano, e Raymer chiama. Raymer fa check anche al turn e river, chiamando I bet di Alexander ogni volta, vincendo 47,000 chip dal pot. Alla fine della mano ha detto che sospettasse due 5 in mano ad Alexander, perciò ha giocato il suo set in maniera cauta. Dunque, ha mostrato una maniera diversa di giocare una mano forte al flop, che Raymer un altro paio di volte ha continuato a giocare così.

Una cosa molto divertente di questa ripresa televisiva, erano I continui scherzi tra Raymer e Alexander. I due hanno iniziatoa cantare la sigla di Flash Gordon, e Raymer ha chiesto ad Alexander in quale film avrebbe volujto recitare (Alexander ha scelto “Network”), loro due insieme, e con il commentatore Norman Chad. Chad rivela che Alexander piace dire ai poker pros “Se perdo contro di te, può capitare, ma se perdi contro di me, non te lo scorderai più, quindi fai la tua scelta molto cautamente.” Ma Alexander non è solo un burlone. Ha mostrato un gioco molto “solid game”, passando quando era battuto, facendo value bets quando stava in vantaggio, arrivando facilmente al Day 3.

Una delle cose interessanti della serata è stata la saga della sopravvivenza di Roland DeWolfe. Stava all-in con A-3 contro A-K ed esce il 3. Stava all-in con coppia di otto contro coppia di donne, ed esce 8. Di nuovo due 4 contro due 9, ed esce il 4. Nonostante tutto questo, DeWolfe ha mantenuto il suo umorismo chiacchierando al tavolo.

Altri highlights della serata sono stati: 1) il 96enne Jack Ury che si da battaglia contro un esuberante giovane giocatore che ha cercato di spingere tutte le sue chip al centro sul flop 6-7-6. Ury ha giocato la mano come se non sapesse cosa stesse succedendo bene, ma alla fine ha accettato l’all-in. Il suo avversario gira 7-6, per vedersi Ury fare uno slow-roll con coppia di sette per il full house migliore. Comunque Ury è uscito poco dopo. 2) Apprendiamo che ora la coppia di Quattro è detta “Obama,” in onore al 44esimo presidente, e 3) Jason Baltz passa coppia di kings contro Greg Raymer. Raymer rilancia con coppia di jacks, Baltz aumenta da 1,600 a 4,500 e Raymer rilancia ancora 20,000, facendo passare Baltz. Dopo la mano, Raymer commenta, “Credo sia stato un buon fold, dato che sono sicuro che non avresti ami passato coppia di assi o kappa.”

Lo show di stasera, non ci ha ancora introdotto nessuno dei November Nine, sono state due ore molto veloci, con molte mani interessanti. Le prossime due ore della settimana prossima saranno del Day 2B. Arrivederci alla prossima settimana.