Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | World Series of Poker | WSOP

ESPN – Revisione Televisiva delle WSOP – 15 Settembre, 09

Condividi
Stasera si passa al Day 3 del Main Event, per la prima volta tutti I giocatori rimasti si sfideranno nello stesso giorno. Il pre-show ci indica che l’attenzione stasera sarà su Jeff Lisandro , che sta per vincere il “Giocatore del’anno delle WSOP” a meno che Ville Wahlbeck non arrivi al final table. Il compagno Aussie e campione del 2005 Main Event, Joe Hachem, si siede al suo tavolo, mentre Wahlbeck si trova al secondo tavolo, insieme con Kenny Tran.

Alla prima pausa, McEachern ha chiesto a Chad quale sia il suo preferito, e Chad ha risposto dicendo che se gli alieni venissero a prendere Phil Ivey per una partita molta alta di cash game sulla loro nave madre, allora la sua scelta cadrebbe su Lisandro. Chad negli scorsi anni ha sempre dato come favorito Ivey nel Main Event, ed è ovvio che la sua scelta sia lui per tutto il resto della giornata.

Alla ripresa del gioco si è avuto un momento emozionante, quando Phil Hellmuth si è seduto al suo tavolo, e, come se fosse a casa sua, a stretto la mano a tutti i giocatori. Uno di loro, Lachlan MacKinnon, gli rifiuta la stretta di mano, esprimendo la sua opinione su Hellmuth, la quale comprende delle imprecazioni che non possiamo scrivere. Hellmuth rivela che ha stretto la mano a più di 2,000 giocatori, e MacKinnon è stato l’unico a rifiutarla, quindi forse ha detto qualcosa su MacKinnon. MacKinnon risponde, “Yeah, si vede che ho più classe di 2,000 persone!”

Nel frattempo Lisandro e Hachem sono le stelle al tavolo principale, trovando una maledizione contro Klaus Nielsen. Lisandro rilancia il pot a 3,600 con K♣-7♣, Nielsen chiama dal big blind con A-10 offsuit. Flop 8-K-3, e Nielsen punta 5,600, Lisandro call. Donna al turn, Nielsen check, e Lisandro bet 11,000. Nielsen check-raise a 28,600!!! Lisandro fold. Non sarà l’ultima volta che Nielsen farà passare le due stelle Australiane.

Nella prima ora abbiamo visto Hachem all’azione con una mano misteriosa, dove rilancia a 4,100. Nielsen call dal big blind con coppia di tre. Flop rainbow suited 8-2-5, Nielsen check e Hachem bet 6,200 in un piatto da 10,800, e Nielsen call. Due al turn, Nielsen check di nuovo, Hachem bet 13,500 e Nielsen ancora fa un check-raise, questa volta a 32,000. Hachem passa mostrando alla camera K-Q.

A metà della prima ora di riprese, Ville Wahlbeck è stato eliminato, questo significa che Jeffrey Lisandro è ufficialmente il Player of the Year(giocatore dell’anno). Il commissario Jeffrey Pollack ferma l’azione per annunciare l’evento a Lisandro. Sfortunatamente, questo non lo ha aiutato a non perdere ulteriori chips.

Nella secodnda ora subito abbiamo avuto una gaffe da Phil Hellmuth , che si è trovato in una battaglia di raise contro Josh Arieh dopo il flop con solo una middle pair, mentre Arieh floppa la top set. Arieh raddoppia e Hellmuth dice che in una mano simile, Arieh gli ha mostrato un bluff.

Al second tavolo si va ad aggiungere il grande David “Devilfish” Ulliott. Subito viene coinvolto in una mano con Kenny Tran, e Ulliott non riesce a far passare Tran al turn, facedno centrare a Tran sul river un wheel draw. Dopo che Tran punta, Ulliott implora che la mano non sia vista in televisione, perchè l’ha giocata malissimo. Devilfish comunque chiama, e rimane disgustato quando vede che Tran mostra la scala vincente.

Klaus Nielsen di nuovo riesce a far passare sia Hachem che Lisandro in una mano, dove lui stesso rilancia a 5,200 con 8♠-4♠!! Hachem va fino a 15,000 con due donne, e Lisandro slow-played coppia di kappa, facendo solo call. Nielsen decide di chiamare. Il flop esce 6-4-A, Lisandro check e Nielsen immediatamente punta 22,000! Entrambi Hachem e Lisandro passano la propria mano, avendo paura di un asso da parte di Nielsen.

Nella seconda ora Kenny Tran inizia l’azione con un raise a 6,400 con Q♣-2♣. Dino Bravati re-raise a 15,000 con una mano segreta, e Tran call. Flop 10-2-3, Brivati punta 25,000 e Tran call con bottom pair. Sei al turn, e Brivati questa volta punta 40,000 in un piatto da 83,900. Tran call. Quando un 5♥ (terzo cuori) esce al river, Brivati va all-in, creando un pot da 267,900. Tran, meglio conosciuto con il nickname “sick call,” cerca di rimanere fedele al suo soprannome, ma Brivati mostra coppia di assi vincendo un grande pot.

Poco prima che il tavolo principale si rompesse, Hachem riesce a raddoppiare contro Lisandro quando centra la top pair-top kicker sul flop 5-7-Q. Lisandro lo manda all-in, ma con solo due sei, che non migliorano, e la discesa di Lisandro continua.

In una delle peggiori mani giocate nell’intero torneo, Devilfish f ail suo primo errore chiamando un pre-flop re-raise da Prahlad Friedman con K-J offsuit (Friedman coppia di donne). Il flop regala a Ulliott una top two pair, Ulliott raise all-in, e Friedman fa anche lui un call errato! Ma la fortuna è dalla sua parte, Friedman trova una donna al river e manda a casa Ulliott.

Alla fine delle riprese, abbiamo visto entrambi Jason Alexander e Jeffrey Lisandro uscire dal torneo, e, alcuni giocatori pericolosi, tra cui Bertrand “Elky” Grospellier e Phil Ivey , avere degli stacks davvero enormi, il Day Three arriva così alla fine.

Nella prossima settimana si passerà al Day 4, arrivando alla zona bolla.

Ci vediamo!