Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | World Series of Poker | WSOP

ESPN – Revisione Televisiva delle WSOP – 22 Settembre, 09

Condividi
Questa settimana siamo arrivati al Day 4, tutti ad aspettare naturalmente che scoppi la zona bolla. Con molti pros ancora in gioco, su chi ricadrà l’attenzione per lo show di questa settimana? Ed inizieremo a vedere altri componenti dei November Nine, oltre a Phil Ivey ? Andiamo a vedere, ok?

Mentre Ivey era seduto al tavolo principale, al tavolo due trovavamo due “Main Event champions” - Joe Hachem e Peter Eastgate , e il vincitore di due braccialetti Burt Boutin insieme al top pro Surinder Sunar.

L’unico giocatore al tavolo principale con più chips di than Ivey era Bernard Perner, e Perner si sida subito contro Ivey. Ivey rilancia a 11,000 con A♥-10♥ e Perner chiama dal big blind con Q-9 offsuit. Il flop esce 10-J-A, Perner bet 16,500, e Ivey call. Un 3♦ al turn significa una puntata da 27,500 per Perner e Ivey chiama ancora. Al river un 9♦, terzo quadri ad uscire, questo causa il check di Perner, e passa alla puntata di Ivey da 50,000 chip.

I due si sfidano di nuovo, Ivey rilancia a 11,000 con 8-7 offsuit e Perner chiama con coppia di due. Il flop 7-J-7 regala il tris a Ivey, e chiama solamente al bet di Perner di 22,000 chip. Ivey migliora facendo full house quando un 8 esce al turn, e punta 40,000 dopo il check di Perner, che Perner chiama. Ivey migliora ancora quando un altro 7 cade al river. Dopo che Perner fa check, Ivey punta 120,000, circa l’80% del pot. Perner chiama, sperando che Ivey stesse giocando con carte alte, ma poi si accorge delle cattive notizie. Per la seconda volta nella serata, il commentatore Norman Chad cita Wallace Shawn’ Vinzini dal “The Princess Bride”, “Non metterti mai contro un Siciliano quanod la morte e alle porte.”

Con I bui a 2,000-4,000, Ivey rilancia a 11,000 con coppia di kappa. Kevin Stammen chiama dal bottone con coppia di sei. Dopo il flop Q-Q-7, Ivey check e Stammen bet 16,000 dentro un piatto di 32,500, che Ivey chiama. Ivey fa check di nuovo quando esce un 8 al turn, e Stammen fa lo stesso. Al river esce un 7, Ivey bet 25,000, e Stammen cerca di capire cosa ha Ivey rilanciando a 75,000! Ivey ci pensa attentamente, e alla fine fa finalmente il call vincendo il pot. Per tutta la notte Ivey continuerà a fare grandi letture.

All’inizio della giornata c’erano sei ex “Main Event champions” rimasti nell’evento, in aggiunta con I due del secondo tavolo, Dan Harrington , Bobby Baldwin, Phil Hellmuth e Chris Ferguson erano ancora in gioco. Con Harrington che indossava ancora un sostenitore per il collo per la dura giornata, Chad dice scherzando, “Cosa c’è con non va con il sostenitore per il collo? Ha avuto un cattivo flop?”

Con l’avvicinarsi della zona bolla, Ben Wu rilancia a 10,500 con K-J offsuit, chiamato da Richard Kane con A♦-10♦ e Eugene Fouksman (small blind) con una mano che non vista dalla telecamera. Ivey allora fa un grande re-raise a 48,000 con A-Q offsuit dal big blind, e Wu, aveva la sensazione che Ivey stesse prendendo il controllo del tavolo perchè vicini alla bolla, quindi rilancia ancora a 125,000! Gli altri tre giocatori passano, mostrando che anche Ivey era umano dopo tutto.

La zona bolla finalmente arriva, e abbiamo visto due giocatori differenti passare coppia di kappa pre-flop, come anche abbiamo visto Bobby Baldwin sopravvivere centrando il flush, e un giocatore al tavolo principale passare A-K di picche ad un raise di Ivey pre-flop (Ivey aveva coppia di nove). La bolla finalmente scoppia quando Kia Hamadani va all-in con sole 1,000 in chips, con tre giocatori che lo vedono. Anche se uno dei suoi avversari li fa passare tutti puntando su un flop di Q-6-Q con solo 9-2, Hamadani aveva 4-3, ma al turn esce un 9, esce e la bolla così è scoppiata.

Nella prima ora l’attenzione è stata tutta su Phil Ivey, ed è stato così anche nella seconda parte della trasmissione. Ivey mostra le sue già note abilità raccogliendo il più possibile dalle sue mani migliori, sapendo quando fare delle value bet e quanto il suo avversario sarebbe disposto a chiamare. Un ottimo esempio di ciò si è visto nella rivincita contro Ben Wu, il quale nella prima ora, prima della bolla, lo ha fatto passare. Ivey rilancia a 16,000 con coppia di assi, e Wu chiama con K♠-Q♠. Flop 7-2-Q con un picche, mettendo Wu in pericolo. Ivey punta 23,000 e Wu called. Al turn esce un 8, Ivey punta altre 55,000 e Wu chiama ancora. Al river un 4, Ivey chiede quanto abbia ancora Wu, e prontamente lo mette in all-in. Wu chiama, è viene così eliminato.

Con tutta l’attenzione su Ivey, il tavolo due, con tutte le sue stelle, non ha avuto poi tutta questa attenzione. Una mano del tavolo due è stata quella di Nick Brancato che rilancia a 18,000 dallo small blind con Q-J offsuit, con Joe Hachem che chiama con J♦-5♦. Il flop 10-9-5 apre a Brancato una open-ended straight draw, e Hachem bottom pair. Brancato punta 20,000, e Hachem fa call. Al turn esce un 3 e Brancato questa volta punta 35,000, e Hachem chiama di nuovo. Un altro 3 al river, Brancato punta per la terza volta 60,000, vedendosi chiamare da Hachem, un grandissimo call.

L’ultima mano della trasmissione vede l’eliminazione di Phil Hellmuth, dove I suoi due assi sono stati battuti da DUE giocatori differenti, uno ha centrato la doppia coppia J-10, e l’altro centra una scala con 9-8. Come previsto, Hellmuth salute a modo suo il tavolo, chiamando I suoi giocatori I peggiori al mondo a questo gioco. Ma questo è Hellmuth Hellmuth.

Da stasera è sembrato chiaro che l’attenzione da stasera per l’ESPN sarò focalizzata su Phil Ivey. Con ancora nessuno dei November Nine apparso, circa i 2/3 delle mani riprese stasera erano quelle di Ivey. Vedremo se questo trend continuerà anche nel Day 5 prossima settimana.

Alla Prossima!