Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | Il Mondo del Poker

Betfair Costretta a Rimuovere le Pubblicità con Annette Obrestad

Condividi
Quando Annette Obrestad , dalla Norvegia, vinse il “2007 World Series of Poker Europe” Main Event, passo da essere una grande giocatrice online ad un’altrettanto brava e talentuosa giocatrice di poker live. Questa 18enne giocatrice, che per anni ha giocato online con il nome di “Annette_15,” fu quasi subito messa sotto contratto con Betfair Poker, lo sponsor ufficiale delle WSOPE, per essere così sponsorizzata.

Obrestad ha viaggiato molto partecipando a tutti I tornei del circuito rappresentando Betfair, facendosi molta pubblicità per se e per il sito, specialmente considerando che ha compiuto 21 anni a fine estate 2009 e quindi non in grado di competere nelle WSOP negli USA. Ma tutti questi benefici di Betfair potranno essere schiacciati dal “Great Britain’s Advertising Standards Authority” (ASA).

Betfair nelle sue pubblicità online mostra delle foto della Obrestad. Ma di recente qualcuno ha presentato una denuncia alla ASA, che mette in discussione appunto queste foto dove si vede il suo nickname “Annette_15.” Il nocciolo della contestazione è stato appunto il nickname nella pubblicità, dove si insinua che la sua età sia di anni 15, il quale è contro la legge, potrebbe incoraggiare persone piccole d’età ad azzardare.

La risposta di Betfair è stata rapida. Un rappresentante dell’azienda ha affermato che tutti colore che ricevano la pubblicità sono avvisati che per giocare bisogna avere l’età legale per i giochi di azzardo, ed inoltre vengono usate numerosi metodi per evitare che minorenni si registrino o giochino. Betfair dichiara di aver usato Obrestad come immagine perchè la vincitrice del titolo delle WSOPE e sottolinea che era un adulto, questo significa che è al di fuori da ogni sanzione da parte della ASA.

Tuttavia, la risposta della ASA è stata, “Anche se accettiamo che la pubblicità non era deliberatamente mirate ai giovani, dobbiamo anche osserva che le comunicazioni di marketing non devono richiamare l’attenzione di bambini o adolescenti, in particolare se si associa alla cultura giovanile … E siccome Ms. Obrestad aveva 20 anni e, come un giocatore professionista di poker, ha giocato un ruolo importante nell’annuncio sul gioco d’azzardo, abbiamo concluso che tale annuncio viola il codice.” L’organizzazione ha dichiarato che sono stati irresponsabili e ha ordinato Betfair di non usare in pubblicità future persone al di sotto di 25 anni.

Betfair successivamente si è scusata pubblicamente per l’errore. Ma se la sua star rimarrà con loro è da vedere. Voci di corridoi nelle 2009 WSOPE dicono che la Obrestad è stata approcciata da Full Tilt Poker per una sponsorizzazione, anche se non c’è nessuna conferma su tale offerta o che Betfair terminerà i suoi rapporti con la Obrestad.