Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | World Series of Poker | WSOPE

Barry Shulman Batte Daniel Negreanu e Vince il Titolo di Campione del “WSOPE Main Event”

Condividi
I migliori del mondo del poker sono arrivati fino al Casino at the Empire in Leicester Square, Londra. Alcuni di loro hanno giocato I tornei preliminari, altri il cash game, e altri semplicemente in vacanza a Londra per respirare l’atmosfera Londinese. Ma tutti loro erano lì per una ragione principale, che ra la terza edizione annual delle World Series of Poker Europe (WSOPE) Main Event.

Il tutto è partito il 26 Settembre, 2009, con I primi due giorni iniziali. Torneo con un buy-in da £10,000. Al primo giorno si sono registrati in 156, presenti c’erano nomi del calibro di Doyle Brunson, Erik Seidel, Mike Matusow, Phil Ivey, Phil Hellmuth, Patrik Antonius, Huck Seed, Andy Black, Jason Mercier, Jeff Lisandro, Tom Dwan, Hoyt Corkins, Robert Mizrachi, Vanessa Rousso, Roland de Wolfe, Bruno Fitoussi, Dario Minieri, Nick Schulman, Alex Kravchenko, David Pham, Men Nguyen, e Jeff Madsen. Al termine del giorno, solo 79 sono rimasti con Jason Mercier e Brian Powell erano i due chip leader.

Nel secondo giorno altri 178 si sono aggiunti, arrivando così ad un totale di 334 e per un montepremi di £3,340,000. Volti noti qui erano Daniel Negreanu, Barry Greenstein, ex vincitori del “WSOPE Main Event” Annette Obrestad e John Juanda, Peter Eastgate, Michael Binger, David Williams, Chris Ferguson, Dennis Phillips, Josh Arieh, Antonio Esfandiari, Steve Zolotow, Noah Boeken, Jean-Robert Bellande, Scotty Nguyen, Jennifer Harman, JC Tran, Joe Sebok, Vitaly Lunkin, Neil Channing, Carlos Mortensen, Matt Hawrilenko, David Ulliott, Kenna James, e Nenad Medic. A fine giornata 107 sono sopravissuti, e Zolotow era il chip leader.

Il Day 2 è stato molto veloce ed è iniziato in ritardo in memoria di Yom Kippur. Il campo subito si è fatto piccolo con anche qualche eliminazione illustre tipo Hellmuth, Lederer, Seidel, e Matusow. A fine giornata I giocatori ancora in gioco sono 92, Ian Munns con 528,300 in chips si trovava in testa. Amnon Filippi in quarta e Doyle Brunson sesta.

L’obbiettivo del Day 3 era di giocare fino al raggiungimento di 27 giocatori, e il gioco subito è partito rapidamente ma con l’avvicinarsi della bolla si è rallentato fino ad arrivare a giocare fino a tarda notte. Le ore giocate di notte hanno visto giocatori come Amnon Filippi, Fredrik Andersson, e Ian Munns lasciare il torneo prima che sia giocato l’hand-for-hand play, 37 giocatori quindi ancora rimasti. Finalmente, John Tabatabai va all-in preflop con coppia di assi, che sembravano buoni contro la coppia di sette di Peter Gould. Ma il flop esce 7♣-J♠-10♥ e Gould fa tris. Turn 9♥ e river 10♠ , Gould chiude il full house, e Tabatabai esce in 37esima posizione. Così si è arrivati a 36 giocatori tutti a premi e il direttore del torneo ha deiso così di terminare il gioco per questa notte. I primi in classifica erano Matt Hawrilenko con 701,500 chips, seguito da Praz Bansi, Arnaud Mattern, Barry Shulman, e John Kabbaj nella top 5.

I 36 finalisti ritornano all’Empire per giocare fino al final table, nel Day 4, ed il primo ad uscire è stato David Docherty, ke porta a casa £21,142. Altre eliminazioni note sono state David Ulliott in 35esima posizione, Steve Zolotow in 32esima, Christian Harder in 29esima, Andre Akkari in 27esima, Men Nguyen in 26esima, Yevgeniy Timoshenko in 25esima, Arnaud Mattern in 23esima, Liz Lieu in 22esima, Doyle Brunson in 17esima, Ram Vaswani in 15esima, e Tony Cousineau in 13esima.

Infine quando Thomas Bichon esce in 12esima posizione e Keith Hawkins in 11esima, I giocatori sono spostati tutti in un unico tavolo da dieci. Ci sono volute 30 minuti prima che Eric Liu andasse all-in trovando il call. Liu con coppia di donne, e Jason Mercier con K♣-J♣. Board A♣-K♠-10♣-7♦-3♦, e la coppia di kappa elimina Liu in decima posizione, £51,536.

Ecco quindi il Final Table:
Seat 1: Barry Shulman 1,090,000
Seat 2: Jason Mercier 3,198,000
Seat 3: Praz Bansi 1,160,000
Seat 4: Markus Ristola 784,000
Seat 5: Chris Bjorin 518,000
Seat 6: James Akenhead 1,398,000
Seat 7: Daniel Negreanu 438,000
Seat 8: Antoine Saout 701,000
Seat 9: Matt Hawrilenko 674,000

Tavolo stellato con 6 precedenti vincitori di braccialetti d’oro alle WSOP bracelet winners - Barry Shulman, Praz Bansi, Chris Bjorin, Daniel Negreanu, Matt Hawrilenko, e il chipleader Jason Mercier. E due di loro - James Akenhead e Antoine Saout – fanno parte dei November Nine 2009. La tensione era alta, come il livello di eccitamento intorno al tavolo prima dell’inizio del final table.

Subito, Mercier adotta il suo stile aggressive e si porta sempre più in testa. Ma Negreanu ha fatto le mosse più significative. Prima vince un gran bel piatto contro Mercier togliendosi dalla posizione di short-stack, e poi raddoppia contro Mercier superando i 1.3 milioni quando la sua coppia di nove batte la coppia di tre di Mercier. Negreanu perde qualcosa quando Bjorin raddoppia proprio contro di lui, ma Negreanu risale di nuovo oltre la cifra di 1 milione.

Ci sono volute quasi 5 ore per vedere la prima eliminazione. Akenhead per tutta la giornata ha perso chips e quando si è ritrovato con un raise preflop di Bjorin, Akenhead è andato all-in con A♠-Q♥. Negreanu va sopra di tutti andando all-in, causando il fold di Bjorin con A-J. Negreanu due kappa, il board esce J♦-6♠-4♣-9♣-Q♦. James Akenhead esce nono vincendo £66,533.

L’azione si velocizza, e non si è aspattato molto per vedere Hawrilenko spingere tutto con J♦-7♥. Shulman chiama dominando con A♦-Q♣, e il board esce 3♦-10♥-3♣-6♣-8♣. Matt Hawrilenko eliminato così in ottava posizione, £87,074.

Esattamente la mano di dopo, Saout va all-in preflop con coppia di cinque, e Negreanu con A♠-Q♠ fa call. Board 8♠-10♠-4♣-2♦-7♠ e Negreanu centra il flush. L’ultimo membro dei November Nine, Antoine Saout, viene eliminato in settima posizione, £114,228.

Mentre Bansi sale di posizione raddoppiando attraverso Mercier, Bjorin nei guai decide di andare all-in con A♠-J♥. Negreanu chiama con A♦-Q♣, e lo short-stacked Bjorin era in pericolo. Flop 10♠-9♦-K♦, turn 3♣ e river 9♣ dichiarano la fine dei giochi per Chris Bjorin, esce sesto vincendo £150,267.

Con cinque gicoatori rimasti, Negreanu era il chip leader, sebbene Mercier e Shulman si trovavano subito dietro. Bansi era lo short stack, ma ben presto raddoppia contro Negreanu.

Ma Ristola ormai nei guai decide di fare una mossa. Dal big blind, spinge con K♦-10♦, e Negreanu fa call con A♣-5♣. Flop 8♥-Q♠-6♠ non accade nulla, ma un K♠ al turn porta in vantaggio Ristola. Ma un A♥ al river consegna il pot a Negreanu e manda a casa Markus Ristola in quinta posizione, £200,367.

Arrivati alla pausa cena, I restanti 4 giocatori vedevano Bansi in testa con 2,925,000, seguito da Negreanu con 2,865,000. Mercier con 2,320,000, e Shulman lo short stack con 1,925,000.

Al loro ritorno, Bansi aumenta la sua leadership, anche se poi Shulman raddoppia proprio contro Bansi. Mercier trova un serie positiva e si porta in testa, ma è durata poco, poiché subito diventa lo short stack.

Dopo un raise iniziale di Negreanu e un call di Shulman, Mercier va all-in dallo small blind per I suoi ultimi 1.67 milioni con coppia di sette. Negreanu fa call con coppia di nove, e Shulman fa fold. Board J♣-K♥-3♦-Q♣-3♠, e Jason Mercier eliminato in quarta posizione, £267,267.

Negreanu prende in mano la situazione con tre giocatori rimasti, e Shulman invece si trova nei guai. Bansi vince un bel piatto da Shulman, lasciandolo nella situazione di raddoppiare per forza. Infatti raddoppia prontamente, lo fa non solo contro Negreanu, ma anche contro Bansi.

L’ultima giocata di Shulman contro Bansi lo lascia con 820K, che spinge poco dopo con Q♥-2♥. Negreanu chiama con A♠-Q♦. Board 4♦-8♠-4♣-J♠-6♦, e Praz Bonsi esce terzo, £360,887.

Heads-up:
Daniel Negreanu 6,180,000
Barry Shulman 3,855,000


Nessuno di loro avrebbe potuto prevedere la battaglia che gli attendeva.

Shulman gioca la priam ora di heads-up play molto aggressive e riesce ad aumentare il suo stack. Ma Negreanu ritorna in testa alla grande, Shulman però poi riesce a raddoppiare con A♥-5♥ che scoppiano i due assi di Negreanu chiudendo un colore a cuori. Negreanu rimane così con un quarto di stack rispetto a quello di Shulman.

Da allora in poi, per Negreanu sarà dura. Nella terza ora di gioco, è stato in grado di ritornare in partita, ma Shulman costantemente si riporta in testa, anche se Negreanu nella quarta ora di gioco recupera ancora. Questo fino all’arrivo di una mano chiave che ha cambiato tutto.

Inizia così: 5♦-8♦-J♣ flop. Shulman punta per primo, Negreanu rilancia, e Shulman va all-in. Negreanu chiama con Q♣-J♦, ma la sua coppia di jack è in svantaggio contro la coppia di assi di Shulman. Ma un J♥ esce al turn dando a Negreanu il vantaggio, questo fino a che l’ultimo asso A♦ non uscisse al river. Shulman vince da questa mano oltre 8 milioni in chips, e Negreanu sotto i 2-milioni di nuovo.

I molti dicevano che era visibilmente abbattuto dopo l’ultima mano, e quando si risveglia poche mani più tardi con coppia di quattro, va all-in. Shulman chiama con la sua coppia di dieci. Board 10♦-2♣-K♦-3♣-Q♦, e Daniel Negreanu arriva così secondo, £495,589.

Da notare che Negreanu con questo risultato alle WSOPE, si porta avanti a Phil Ivey e Jamie Gold nella classifica di tutti I tempi dei premi in denaro vinti nei vari tornei.

Barry Shulman vince le World Series of Poker Main Event, un braccialetto delle WSOPE, e £801,603.