Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | Poker Live | Poker nei Casino'

PokerNews Cup Main Event – Il Titolo Va a Tsapkounis

Condividi
Quando la PokerNews Cup arriva al Crown Casino in Australia ogni anno, molte persone locali affollano I tavoli. Trai I ben noti giocatori e I principianti che si sono allenati per partecipare a queste series, il mix è sempre interessante e il montepremi è molto lucrativo, uno dei migliori qui in Australia. Infine al culmine delle series troviamo, il “$2,200 PokerNews Cup NLHE Main Event”.

Nel primo dei due giorni iniziali si sono visti 171 giocatori ai tavoli, con uno speciale avvertimento; quelli eliminati del Day 1A possono se vogliono pagare il buy in di nuovo nel Day 1B. Ai nastri di partenza il primo giorno si sono visti Andrew Jeffreys, Tony Dunst, Grant Levy, Sam Khouiss, Dennis Huntly, Stewart Scott, Dave Lee, e Ben Savage. A fine giornata poi, solo 49 giocatori erano rimasti, e Khouiss era in testa con 144,900 chips. Seguito da Trevor Henry, Grant Levy, Michael Pedley, e Ali Ghezelbash nella top 5.

Il second è ultimo giorno iniziale ha visto 210 giocatori registrati, per un totale di 381 giocatori e un montepremi di $762,000, con un primo premio da $250,000. Volti noti erano Tony G , Mark Vos, Clonie Gowen, Billy Argyros, Emad Tahtouh, Sam Youssef, e il campione del 2008 Nali Kaselias. Alcuni giocatori eliminati nel Day 1A ci hanno riprovato come Peter Aristidou, Steve Topakas, e Michael Guzzardi. A fine giornata, Jonathan Karamalikis era in testa con 211,200, seguito da Hinrichsen, Michael Mifsud, Linas Leonavas, e Ash Gupta nella top 5.

Nel Day 2 sono tornati in 132 per giocare fino all’arrivo del final table. All’arrivo della bolla in tarda giornata, c’erano ancora 33 giocatori in gara, ma Eric Sclavos era l’unico che doveva fare qualcosa per rimaner in gara. La prima volta che spinge all-in, raddoppia attraverso Jason Brown, ma sempre in short-stack ci riprova di nuovo. I suoi 48K vanno dentro con due jack contro A♦-K♦ di Kris Nedanovski, purtroppo il board esce A♣-9♥-4♣-Q♥-8♦ e Sclavos esce 33esimo.

Il gioco continua e Ash Gupta è il primo giocatore a incassare, si porta a casa $4,000 per il suo 32esimo posto, e alcuni volti noti che lo hanno seguito sono stati Bruce Nguyen 16esimo, Billy Argyros 15esimo, e Emad Tahtouh 14esimo. Dopo che Marwan Nassif ci lascia in 11esima posizione, ne mancava solo uno prima di fermare il gioco per questa notte. Ecco la mano che ha deciso l’eliminazione: quattro giocatori fanno limp e vedono il flop A♥-K♥-2♦. Tony Dunst bet, Lawrence Gibson call, e gli altri due fold. Un K♠ al turn significa un altro bet di Dunst ma significa anche un all-in raise di Gibson. Dunst subito chiama l’all-in per rimanere in gara con K♦-2♠, e Gibson mostra K♣-9♥. Dunst con il suo full house era in vantaggio prima che un 9♣ non uscisse al river regalando a Gibson il full migliore. Tony Dunst amareggiato esce in decimal posizione, $9,000.

Il final table è quindi pronto:

Seat 1: Lawrence Gibson 914,000
Seat 2: Carl Booth 1,197,000
Seat 3: Con Tsapkounis 882,000
Seat 4: Michael Bouskila 285,000
Seat 5: Joe Cabret 1,112,000
Seat 6: Antonio Ascenzio 582,000
Seat 7: Angelo Prifti 856,000
Seat 8: Sam Khouiss 627,000
Seat 9: Herman Marchese 1,177,000


Il Day 3 e il final table inizia senza molta azione. Ci sono volute ben due ore prima che qualcuno si trovasse realmente in pericolo.

Accade quando Gibson finalmente va all-in con coppia di dieci, sembrava un double-up facile contro i due otto di Tsapkounis. Il flop consolidifica il vantaggio J♠-J♣-6♣, ma un 8♦ esce al turn dando a Tsapkounis il set. Un 6♥ al river dichiara la fine dei giochi per Lawrence Gibson, che esce nono, $12,000.

Anche Prifti non è riuscito a fare molto al final table e finalmente spinge I suoi 873K con A♥-K♥. Booth chiama con Q♥-J♥, ma il flop esce Q♣-9♥-5♣. Un 10♣ al turn e un 5♣ al river mandano Angelo Prifti a casa in ottava posizione, $15,000.

Merchese prende un duro colpo quando Bouskila raddoppia su di lui, ma il short-stack Marchese ritorna in gara raddoppiando diverse volte. Alla fine ci riprova, questa volta con K♣-10♦ contro A♦-10♣ di Khouiss. Board 5♥-6♠-Q♠-8♦-4♥, e German Marchese esce settimo, $22,000.

Ascenzio era il prossimo a rischiare, e lo ha fatto con Q♥-8♥ dal big blind. Ma Bouskila chiama con A♠-J♥, la mano tiene al board 7♠-3♠-4♣-4♠-10♣. Antonio Ascenzio esce sesto, $30,000.

Bouskila era riuscito a risalire dopo alcuni raddoppia e l’eliminazione di Ascenzio, ma quando Tsapkounis raddoppia su Bouskila, era nei guai. Sceso a soli 300K, va all in dal big blind con J♦-7♥ contro A♠-4♦ di Tsapkounis. Nessun aiuto al board per Bouskila, 8♣-5♠-2♠-9♣-Q♠, e Michael Bouskila esce quinto con $38,000.

Khouiss infine era ormai frustrato da come stavano andando le cose per lui e va all-in per i suoi ultimi 780K con A♣-10♦. Booth vede A♦-J♠ e fa call, board esce A♥-Q♠-9♣-5♥-4♣ e Sam Khouiss esce quarto, $48,000.

Rimasti in tre, Booth era in testa con 3.7 milioni, Tsapkounis secondo con 2.55, e Cabret con solo 1.35 milioni. Ma una mano ha cambiato tutto. Tsapkounis raddoppia contro Booth con assi contro quattro, e Tsapkounis passa in una posizione da chipleader dominante con 5.2 milioni.

Booth allora prende I suoi 1.2 milioni e raddoppia contro Cabret, ma Booth ha perso molto e aveva bisogno di muovere di nuovo. L’opportunità arriva dopo che Booth e Cabret vedono il flop di 7♦-J♣-5♦. Booth spinge all-in con 10♣-9♥, ma il suo draw era in svantaggi contro la bottom pair con K♦-5♥ di Cabret. Turn J♦ e river K♠, dichiarano la fine del torneo per Carl Booth, che si porta a casa $74,000 per il terzo posto.

Heads-up:

Con Tsapkounis 4,900,000
Joe Cabret 2,700,000


Tsapkounis inizia forte, ma Cabret raddoppia, I due stacks erano quasi uguali. Cabret passa in testa, ma riscende presto grazie all’aggresività di Tsapkounis.

Non c’è volute molto per vedere Cabret e Tsapkounis coinvolti in una mano su un flop di 2♥-K♣-4♠. Tsapkounis bet e Cabret call, un 5♣ al turn. Ripetono la stessa azione e un 5♦ esce al river, che causa un altro bet per Tsapkounis. Cabret però rilancia all-in con K♥-10♣, ma la sua doppia era battuta dal full house con 5♠-4♥ di Tsapkounis. Joe Cabret finisce second vincendo $130,000.

Con Tsapkounis vince la “2009 PokerNews Cup Australia Main Event”, si porta a casa dall’Australia un trofeo e $250,000 in contanti.