Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | World Series of Poker | WSOP

ESPN - Revisione Televisiva delle WSOP - 6 Ottobre, 2009

Condividi
Questa sera si passa al Day 5. Nel pre-show si è parlato di quanti ancora top pros e campioni erano ancora in gioco, e il tavolo televisivo è stato messo su, con Jeff Shulman e Bertrand “Elky” Grospellier già seduti lì, e Joseph Hachem che li va a raggiungere. Antonio Esfandiari e l’attore Lou Diamond Phillips invece rimangono al tavolo due.

Nella prima mano dello shown, Randy Propson rilancia a 37,000 con 10♣-9♣, e Elky fa call dal big blind con A-8 offsuit. Entrambi fannocheck al flop 10-2-6, e quando un kappa esce al turn, Elky fa check di nuovo e Propson bet 42,000. Grospellier fa call, e quando Propson bet 75,000 dopo un due al river, Elky ancora una volta chiama. Non sarà l’ultima giocata strana che vedremo questa sera.

Jeff Shulman, che ha continuato a giocare molto chiuso rispetto al resto del tavolo, si è ritrovato all-in due volte, a causa di giocatori che spingevano pre-flop con K-Q, entrambe le volte Shulman aveva A-K. Tutti e due I giocatori sono stati eliminati. La seconda volta che era accaduto, Joe Hachem ha commentato di quanto fosse loose il tavolo.

Estelle Denis, una delle ultime tre donne nel torneo, ha preso un duro colpo in una maniera alquanto unica. Andata all-in dopo un bet di JC Tran, il dealer combina un macello facendo muck con la sua mano non appena lei ha messo le chips nel mezzo. Dopo che è stato chiamato il direttore, hanno determinate che la sua mano era ormai finita. Per aggiungere la beffa al danno, ha dovuto perdere il numero di chips in grado di chiamare il bet di Tran. Lei rivela di avere avuto coppia di assi, e anche se ha gestito la situazione con classe, in realtà non gli è andata giù sta cosa, ed è uscita in 208esima posizione, lasciando solo due donne nel torneo.

L’ultima mano dell’ultima ora vede Shulman cambiare Marcia in una battaglia dei blind contro Elky. Shulman rilancia a 35,000 dallo small blind con 9♦-4♦, e Elky chiama con A♠-3♠. Flop J-J-10, con due cuori, Shulman fa una continuation bet di 25,000, e Grospellier fa call. Kappa al turn, e Shulman punta di nuovo 25,000, e Elky di nuovo chiama, nella speranza di vincere al river. Tuttavia, Shulman punta una terza al river con un 8, questa volta 30,000, e Elky finalmente passa la mano migliore, dopo di che Shulman mostra il bluff.

Nella seconda ora di riprese si passa al Day 6, che incomincia con 185 giocatori rimasti. Tom Schneider e Prahlad Friedman erano al tavolo principale, e le due restanti donne, Nichoel Peppe e Leo Margets, erano al tavolo due.

Abbiamo poi visto per la prima volta alcuni dei November Nine durante quest’ora. Per primo, abbiamo visto James Akenhead e Steven Begleiter giocare un grosso piatto di 2.8 milioni di chips. ESPN è arrivata sulla mano dopo il flop di 9-8-Q, con due picche. Akenhead ha rilanciato pre-flop, ma Begleiter diventa quello aggressivo dopo il flop. Dopo un 3♠ al turn, Akenhead fa check e Begleiter bet 850,000, Akenhead call. Un 7♠ al river, entrambi check, e Akenhead è disgustato nel vedere che Begleiter ha centrato doppia al river con 9-7 offsuit! Più tardi, abbiamo visto Darvin Moon per la prima volta, vincere un pot con un grande bet post-flop, inoltre abbiamo visto Begleiter scontrarsi con Phil Ivey, con Ivey che vince un bel pot con coppi di assi contro la coppia di nove di Begleiter.

Nichoel Peppe ha dimostrato diverse abilità durante quest’ora, ma sfortunatamente, ma purtroppo non ha nient’altro che mostrare uno stack decimato. Per primo, lei aveva A-K contro K-Q, ha puntato al flop quando è sceso il kappa, e fatto un check-raised al turn blank. Il suo avversario fa i call, ma poi trova una donna miracolosa al river. Peppe fa check ed evita di perdere altre chip dal suo stack, dicendo che il K-Q era buono, prima ancora di vederli. Più tardi, chiama un post-flop all-in con solo due quattro, leggendo che il suo avversario aveva solo un bel asso. Lettura esatta, ma trova la donna al river centrando la coppia superiore, di nuovo Peppe mostra di saperci fare.

Prahlad Friedman era alle corde per tutta l’ora. In una mano, ha rilanciato a 40,000 con 9♠-8♠, con Mikka Puumalainen che chiama con coppia di jack. Il flop esce 6-8-K, con due cuori. Friedman bet 80,000 in un pot di 120,000, e Puumalainen fa call. Il Finlandese trova poi il jackpot quando trova il terzo jack, e furbamente fa check dietro al check di Friedman. Al river esce un 9♦, mettendo tre quadri sul board e dando a Friedman una doppia coppia. Questa volta punta 200,000, e Puumalainen prepara la trappola con un all-in raise, che mette Friedman in all-in. Dopo averci pensato su a lungo, Prahlad fa un ottimo laydown, e rimane in gioco. E’ comunque rimasto in gioco dopo, quando ha puntato 40,000 con due otto, e poi spinge tutto dopo che Jesse Haabak fa un re-raise a 125,000 con solo A-6 offsuit. Haabak chiama, e il board esce blanked, Friedman ancora una volta rimane in gioco.

Una delle mani più interessanti della serata inizia con Tom Schneider che rilancia a 45,000 con coppia di nove. Paul Johnson chiama con 9♠-8♠, anche Puumalainen chiama con due otto. Duane Stacy cerca di prendersi il pot dal big blind con uno squeeze play re-raise a 130,000 con solo Q♣-10♣!!!! Tuttavia, Schneider ha in mente altro, e contro rilancia a 300,000, facendo passare tutti.

L’ultima mano della serata vede in azione di nuovo Schneider. Da early position, Paul Johnson rilancia a 40,000 con A-J offsuit, e Schneider chiama solo dal big blind con A♥-K♥. Flop esce 5-A-9, Schneider prepara la trappola facendo check, e Johnson punta 75,000. Schneider a questo punto rilancia a 275,000, e Johnson, non rendendosi conto del pericolo, va all-in. Schneider call, e vince 2.6 milioni di chip dal pot.

Ultima nota finale: Ho trovato molto interessante che la ESPN ha concesso a Full Tilt Poker di mandare I loro promi commerciali durante la trasmissione, dato che Phil Ivey fa parte dei November Nine. Anche se sono certo che tutti I più grandi giocatori sappiano che Ivey sarà al final table, è stato molto strano consentire ai telespettatori occasionali di far sapere che Ivey sia risucito ad arrivare al final table, facendo perdere tutta la suspanse.

Arrivederci a settimana prossima, con sempre più vicino il final table!