Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | Eventi di Poker | WPT

Savary Savors Vince il WPT Marrakech

Condividi
Il World Poker Tour finalmente torna a navigare per il mondo, come la recente tappa di Cipro, l’ultima tappa invece è stata Marrakech. Molti giocatori hanno partecipato ad eventi negli USA e Europa, qualche volta si sono avventurati a Macau o in Australia, ma l’opportunità di andare in Morocco era unica e centinaia di giocatori non se la sono fatta sfuggire. Il Casino de Marrakech era la location, ed in molti hanno speso un po’ di tempo per visitare l’Africa durante la loro permanenza.

Ai tavoli si sono presentati in 416 giocatori del WPT sponsorizzato da Chili Poker. Nonostante un field molto grande hanno tutti iniziato il torneo nel Day 1, dove si sono visti giocatori del calibro di Tony G, Bertrand Grospellier, Ludovic Lacay, Arnaud Mattern, Bruno Fitoussi, Fabrice Soulier, Antoine Saout, Huck Seed, Antonio Esfandiari, Annette Obrestad, e Liz Lieu. A fine giornata solo 151 sono rimasti in gara, con Guillaume de la Gorce chip leader.

Nel Day 2 si è giocato fino all’arrivo dei premi, dove molti volti noti sono stati eliminati prima della bolla, come Liz Lieu e Annette Obrestad. Arrivati alla bolla con 55 giocatori rimasti, è stato un giocatore di nome Dali che va all-in com coppia di assi contro 10♣-6♥ di Benjamin Pollak. Il board esce 6♣-7♥-9♥-7♦-8♠ e Pollak fa scala scoppiando gli assi di Dali, che esce in 55esima posizione. Gerardo Rodriguez a questo punto è il primo ad incassare, vincendo €8,219 per essere arrivato 54esimo. Altri volti noti che hanno incassato sono stati Antoine Saout in 40esima posizione, Thomas Bichon in 38esima, e Tony G in 33esima.

Il terzo ed ultimo giorno è iniziato con 17 giocatori. Azziz Abdelmalki è stato il primo ad uscire in 17esima posizione, e con l’avvicinarsi del final table, Tristan Clemencon spinge all-in su un board di 10♣-9♦-4♠ con coppia di assi contro le donne di Christophe Savary. Ma un’altra volta vengono scoppiati quando un J♦ esce al turn e un 8♦ al river regalano a Savary la scala. Clemencon esce decimo, €23,025.

Eccolo Il final table:
Seat 1: Julien Arneodo 978,000
Seat 2: Balazs Botond 195,000
Seat 3: Eughan O’Dea 1,263,000
Seat 4: Ludovic Lacay 2,183,000
Seat 5: Hichem Ben Halima 767,000
Seat 6: Christophe Savary 1,352,000
Seat 7: Adrian Marin 890,000
Seat 8: Benny Spindler 591,000
Seat 9: Patrick Meurisse 217,000


Alla ripresa del gioco, Meurisse subito recupera una vita raddoppiando contro Halima. Spindler anche lui raddoppia attraverso O’Dea, ma infine è stato Halima ad avere la peggio. Dopo che O’Dea raddoppia contro Halima, egli rimane con uno stack di 100K, dimezzato ancora di più inseguito fino a che Halima non va all-in con 9♣-7♣. Spindler fa call con A♦-9♠, e il board esce Q♣-3♣-10♦-A♥-10♥ eliminando Hichem Ben Halima in nona posizione, €27,959.

Botond non è stato in grado di vedere molte carte al tavolo, e quando vieni coinvolto contro Marin su un flop di 8♦-4♠-A♥, Marin rilancia e Botond spinge all-in. Marin mostra K♥-9♥, dominando il Q♣-7♠ di Botond. Un J♠ al turn e un A♠ al river mandano a casa Balazs Botond con €34,517 per essere arrivato ottavo.

Meurisse è stato il prossimo a trovarsi in short stack, e i suoi 170K sono andati all-in preflop con K♥-8♣. O’Dea chiama con A♣-Q♣, e il board aiuta O’Dea venendo giù così Q♠-7♦-A♦-3♠-6♦. Patrick Meurisse esce settimo, €42,741.

O’Dea continua a salire, e dopo aver vinto un grande pot contro Spindler, supera i 2 milioni. Così Spindler arriva alla pausa cena con meno di 300K, e al ritorno, va all-in con K♦-4♥. Lacay chiama dallo small blind con A♥-8♠. Flop innocente 2♥-Q♥-3♦, ma un K♠ al turn portano Spindler in vantaggio. Tuttavia, un A♣ al river regalano la top pair a Lacay che manda a casa Benny Spindler in sesta posizione, €55,828.

Marin a questo punto inizia a perdere molte chips mettendosi nei guai, e finalmente spinge con A♥-5♦. Savary chiama con due sette, e il board esce 10♥-10♦-6♣-K♠-6♠. Con la coppia inferiore sul board Adrian Marin viene eliminato in quinta posizione, €72,240.

Arneodo rimasti in quattro sembrava stare su delle montagne russe. Prima raddoppia contro Lacay, poi contro O’Dea. Infine prende alcuni duri colpi e riscende a 395K. Così va all-in preflop con A♣-6♦, e un raddoppio sembrava possibile quando Lacay chiama con A♥-5♥. Ma il board esce K♦-3♥-3♦-5♠-7♠, e il turn elimina Julien Arneodo quarto, €105,077.

Nonostante Lacay abbia vinto il pot, una significante perdita precedente contro Savary lo ha lasciato con lo short stack. Lacay finalmente spinge all-in dal big blind dopo un raise iniziale di Savary. Lacay con 1.4 milioni di chips era a rischio con K♦-J♦, e Savary infatti gira A♦-10♦. Il flop fa un uscire un flush draw 9♦-2♦-8♥, che al turn si completa con il 7♦. Un 2♥ al river non cambia niente, e Ludovic Lacay esce terzo, €164,182.

Heads-up:
Christophe Savary 5,060,000
Eoghan O’Dea 3,260,000


O’Dea vince il primo significante pot della serata e supera Savary di 1.2 milioni, ma non è riuscito a guadagnare altro terreno.

Entrambi vedono un flop di 9♠-A♦-6♦, e dopo che O’Dea esce puntando, Savary rilancia all-in. O’Dea chiama mettendo a rischio il suo torneo con A♣-3♣ e la top pair, mentre Savary mostra 8♣-7♣ per una open-ended straight draw. Un 10♣ esce al turn chiudendo la scala. Un Q♣ al river dichiara la fine del torneo, e Eoghan O’Dea finisce secondo vincendo €262,446.

Christophe Savary dalla Francia vince il WPT Marrakech, vincendo il braccialetto del WPT e €377,262 in denaro.