Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | Eventi di Poker | EPT

Christophe Benzimra dalla Francia Vince l’EPT di Varsavia

Condividi
Siamo già arrivati alla quarta tappa del European Poker Tour, questa volta la fermata è stata Varsavia, Polonia, 20 Ottobre. Anche se non è mai stato un torneo che abbia attirato molti partecipanti, considerando anche che molti giocatori statunitensi vanno a Las Vegas per giocare il WPT Bellagio, in molti invece hanno gustato la possibilità di poter partecipare e vincere al Casinos Poland, giocando in questo EPT.

Il primo giorno ha visto veramente pochi iscritti, solo 88 giocatori per un buy-in da 25,000 PLN. Grandi nomi presenti erano Peter Eastgate, Luca Pagano, Alex Kravchenko, JC Alvarado, Marcin Horecki, Angel Guillen, e Arnaud Mattern. A fine giornata poi, sono rimasti solo in 64, e il campione del EPT di Barcelona Carter Phillips, era in testa con 194,850 chips.

Nel second giorno si sono visti ai tavoli 115 giocatori, per un totale di 203 con un montepremi che iniziava a pagare dalla 24esima posizione e per un primo premio di quasi 1.5 milioni PLN. Nomi famosi erano Bertrand Grospellier, Katja Thater, Dario Minieri, Scotty Nguyen, Ludovic Lacay, Sebastian Ruthenberg, William Thorson, Vitaly Lunkin, Shaun Deeb, e Sorel Mizzi. A fine giornata sono rimasti in 84, e Antony Lellouche si trovava in testa con 131,475 chips.

Nel Day 2 sono ritornati in 148, e hanno giocato per cinque livelli. In questa giornata si sono avute diverse vittime, tra questa Lacay, Kravchenko, e Grospellier, ma allo stop dell’orologio sedevano ancora in 56, con Clayton Mozdzen chipleader possedendo 332,300 chips.

Nel Day 3 da 56 giocatori si scende fino a 24, non appena scoppia la bolla. Durante l’azione, giocatori come Peter Eastgate, Carter Phillips, Sorel Mizzi, e Mel Judah sono stati eliminati. Dopo che Thomas Pettersson ci lascia in 26esima posizione, è arrivata la zona bolla che ha impiegato quasi un’ora prima di essere scoppiata. Questo accade quando Domantas Klimciauskas vede un flop di J♣-9♥-8♣ con meno di 25K davanti a lui. Lui a questo punto punta, Oleksandr Vaserfirer fa call, e Klimciauskas chiama l’all-in con A♠-J♠. Ma la top pair non era sufficiente contro la coppia di otto di Vaserfirer che diventa un tris. Quando al turn esce un 4♥ e poi al river un 4♠, il full house elimina Klimciauskas sulla bolla. Così termina il giorno con il professionista di scacchi Canadese Jeff Sarwer in testa con 956,500 chips.

I 24 che sono ritornati nel Day 4, giocheranno fino a che non saranno diventati otto. Diversi giocatori noti sono però stati eliminati, tra questi Shaun Deeb 22esimo, Vitaly Lunkin 20esimo, Antony Lellouche 19esimo, Peter Hedlund 18esimo, e Jani Sointula 12esimo. Infine dopo che Sarwer è stato eliminato in decima posizione, la bolla per il final table era in atto, ma non c’è voluto molto per farla scoppiare poichè Alexander Debus spinge all-in i suoi ultimi 178K. Luca Pagano chiama con due donne, in vantaggio contro A♠-6♠ di Debus. Board 6♣-5♣-5♥-8♥-4♣, e le donne eliminano Debus in nona posizione, vincendo 85,870 PLN.

Final Table:
Seat 1: Luca Pagano 984,000
Seat 2: Anatoly Gurtoyov 332,000
Seat 3: Oleksandr Vaserfirer 1,854,000
Seat 4: Alexander Klimashin 266,000
Seat 5: Clayton Mozdzen 978,000
Seat 6: Ruslan Prydryk 658,000
Seat 7: Alfio Battisti 552,000
Seat 8: Christophe Benzimra 465,000


Il final table parte subito forte già dalla seconda mano. Gurtovoy vai in all-in con I suoi ultimi 324K con A♦-Q♠, contro Vaserfirer che chiama con coppia di jack. Board K♦-8♣-7♥-7♠-9♦, la coppia regge di Vaserfirer, e Anatoly Gurtovoy esce ottavo, 133,570 PLN.

L’altro short-stack non ci ha impiegato molto a fare qualcosa, Klamishin va all-in preflop con coppia di nove. Benzimra fa call con A♥-K♥, e il flop è A♠-4♦-2♥ dando a Benzimra la top pair. Turn 3♠, river 3♥ non cambiano niente, e Alexander Klimashin esce settimo, 186,050 PLN

Nei livelli successivi il gioco si è rallentato, Vaserfirer con alcune giocate aggressive mantiene la testa, anche se Pagano piano, piano ha risalito la vetta. Mozdzen invece ha perso diversi colpi ritrovandosi al Livello 23 con soli 430K.

Mozdzen subito va all-in con A♠-K♣, ma Battisti fa call con coppia di assi. Board blanked con Q♠-9♦-2♥-7♣-3♦, e Clayton Mozdzen esce sesto, 233,750 PLN.

Sempre in questo livello Vaserfirer staying continua ad essere aggressivo e Pagano continua a salire, invece Prydryk non riesce a giocare. Finalmente, Prydryk viene coinvolto in una guerra di raise preflop dove Benzimra va all-in. Vaserfirer chiama con coppia di assi, Prydryk chiama l’all-in con coppia di donne. Benzimra a malincuore gira una coppia di jack, ma il flop esce 10♥-4♣-J♦ per Il set di jack. Turn 7♦, river K♣. Benzimra sale così in seconda posizione, anche se Vaserfirer mantiene la testa, e Ruslan Prydryk esce quinto, 295,770 PLN.

I Quattro riprendo il gioco e Pagano scavalca Vaserfirer ma che poi subito ritorna in testa. Tuttavia via I Quattro si sono presi una pausa extra di circa 30 minuti, molto probabilmente per parlare di fare un deal. E i loro sorrisi al ritorno fanno pensare proprio a questo

Ma il sorriso sul volto di Pagano non dura a lungo. Pagano manda Battisti all-in, Pagano con A-K e Battisti con A-Q fa call, ma la donna esce al flop, così Battisti raddoppia e Pagano rimane con 150K, e dal big blind la mano successiva va all-in. Pagano spinge con A♦-5♦, e Bezimra chiama con Q♥-10♣. Flop Q♣-6♣-5♥, turn 4♥ , river 4♦ e Luca Pagano esce quarto, 357,790 PLN.

Da notare che con questo altro traguardo, Luca Pagano è diventato il leader indiscusso European Poker Tour, arrivando a premi più volte rispetto a tutti, cosa non facile vista la difficoltà e il numero di partecipanti in ogni EPT.

I tre riprendono il gioco con circa 2 milioni di chips a testa. Vaserfirer riparte forte di nuovo, facendo scendere Battisti, e si riprende il controllo. Ma in una mano Benzimra raddoppia attraverso Vaserfirer che rimane con sole 650K in una situazione alquanto scomoda.

Vaserfirer va subito all-in con A♣-8♥, ma Battisti fa call con A♥-K♠. Board Q♣-Q♦-J♥-3♦-5♦, e Vaserfirer non trova aiuto, esce così terzo, 500,900 PLN.

Heads-up, che riprende dopo la pausa pranzo:

Christophe Benzimra 3,360,000
Alfio Battisti 2,729,000


Benzimra parte aggressivo, ma non riesce a prendere il largo, ma poi finalente Battisti scende un poco. La lunga battaglai di un’ora così termina in una mano sola.

Benzimra inizia con un raise, e Battisti reraise. Banzimra fa call, e il flop esce A♣-7♣-5♣. Battisti punta per primo, e Benzimra rilancia. Battisti va all-in, e Benzimra subito chiama con A♦-7♠ per la doppia. Battisti mostra K♣-10♥ per il flush draw. Un 8♥ al turn non aiuta, come anche il 5♥ al river non aiuta, e Alfio Battisti viene eliminato in seconda posizione, 834,870 PLN.

Christophe Benzimra dalla Francia vince l’EPT di Varsavia, portandosi a casa il trofeo insieme a 1,493,170 PLN.