Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | World Series of Poker | WSOP

ESPN - Revisione Televisiva delle WSOP - 5 Novembre, 2009

Condividi
Con solo 18 giocatori rimasti, I telespettatori sono in attesa di sapere chi saranno I prossimo November Nine di quest’anno. Vediamo come la ESPN si è organizzata con le riprese.

Il primo giocatore eliminato è stato il giovane mago di internet Andrew “Lucky Chewey” Lichtenberger. Egli rilancia con coppia di jacks a 400,000 e Darvin Moon chiama con coppia di kappa. Flop 3-3-6, Lichtenberger bet 680,000 e Moon rilancia a 1.5 milioni, lo sfortunato Chewey spinge fino a 5 milioni, e Moon chiama. Turn 6 e river 7 non cambiano le cose, siamo scesi così a 17.

Molte mani trasmesse stasera erano coppie di assi. La prima mano di coppia di assi vede Kevin Schaffel rilanciare a 425,000 con i rockets, con Jeff Shulman, in leggera perdita, che rilancia a 1.4 milioni. Moon chiama con coppia di dieci, ma non appena Schaffel spinge oltre i 5.8 milioni, gli altri due passano.

Phil Ivey, con il suo stack dimezzato quando erano rimasti in 27, a causa di una serie di brutte mani durante la serata precedente, riesce per fortuna a vincere dei piccoli piatti rimanendo in gioco. Primo, rilancia a 420,000 con coppia di nove, con Steven Begleiter che chiama dal hijack che chiama con la prima mano dell’ora wild card. Flop 4-8-6 con due picche, dopo di che Ivey punta 600,000, e Begleiter fa call. Entrambi fanno check al 4♠ sul turn, come anche al river K♦. Ivey la mano di dopo rilancia a 420,000 con coppia di due, con Antoine Saout che chiama con coppia di quattro. Entrambi fanno check al flop A-A-6, ma quando esce un jack al turn, Ivey prende l’iniziativa puntando 600,000, e Saout passa la mano migliore.

Di gran lunga la parte più interessante della serata inizia quando Ian Tavelli rilancia a 450,000 con coppia di nove. Begleiter a questo punto rilancia a 1.35 milioni con coppia di kappa, rendendo il gioco più interesante. James Akenhead vede A-K suited, e passa la mano! Poi, Eric Buchman con coppia di dieci, passa ugualmente! Joe Cada continua la serie di folod e passa la coppia di jacks!!!! Tavelli fa call, e poi fa check su un flop rainbow 6-2-4. Begleiter da un’occhiata allo stack di Tavelli, e fa un bet di 3.5 milioni, quasi la metà di quello che ha ancora davanti Tavelli. Tavelli spinge all-in, e Begleiter fa call. Il turn e river non aiutano Tavelli (Buchman centra il tris al river), è vieni eliminasto in 17esima posizione, mentre Begleiter passa in testa temporaneamente.

Il giocatore seguente ad essere eliminato è stato Ludovic Lacay, dove la sua coppia di sette è stata battuta da Jeff Shulman con A♠-K♠, trovando un kappa al flop. Così rimaniamo in 15.

Darvin Moon ha mostrato di non avere bisogno di ottime mani per vincere. Inseguito Jordan Smith rilanica a 525,000 con A-7 offsuit, Moon chiama dal bottone con J-9. Smith fa una continuation bet di 775,000 dopo il flop di 3-3-4, ma Moon rilancia a 2 milioni facendo passare Smith right. Nella prossima mano, Moon rilanica a 425,000 con A-9 offsuit. Billy Kopp decide di passare la sua coppia di quattro dallo small blind, e Ben Lamb chiama dal big blind con unsuited K-6. Flop 6-4-2, e Lamb checka la sua top pair. Moon punta 600,000 e Lamb chiama. Kopp, invece, avrebbe centrato il tris di quattro. Il momento magico di Moon però continua quando un 9 esce al turn, e Lamb chiama il suo bet di un milione. Quando un altro 9 cade al river, Lamb chiama anche la puntata di 3 milioni. Questa mano risulterà determinante per Kopp nel proseguio del programma.

La fortuna della scorsa puntata di Nick Maimone finalmente arriva al termine. Rilancia a 480,000 con A♥-Q♥, e Buchman call dallo small blind con J♦-9♦. Flop 8-10-J e c’è il check di Buchman, la puntata a 900,000 di Maimone ed il check-raise all-in di Buchman. Maimone chiama con la sua double belly-buster straight draw, ma un jack al turn e una donna al river lo eliminano al 15esimo posto.

Antoine Saout va subito all-in per la sua permanenza nel torneo. Rilancia a 550,000 con A♦-Q♦, con Begleiter che chiama con coppia di sette. Flop 8-3-8, e Begleiter fa check. Saout bet 650,000 e Begleiter fa un check-raise a 1.5 milioni, dopo di che Saout va all-in!!! Begleiter considerazione la situazione e annuncia al tavolo che pensa Saout abbia A-K o A-Q, ma dice anche di aver visto Saout girare solo grandi mani in questo tipo di situazioni. Così passa, Saout mostra il bluff. Saout vince un altro piatto contro Akenhead con coppia di otto e l’Inglese con A-K, così Saout si mette quasi al sicuro il final table, lasciando Akenhead nei guai con lo short stack.

Akenhead va subito all-in con K-Q offsuit contro la coppia di assi di Jamie Robbins. Urla “ONE TIME!”, e floppa K-J-Q, che insieme ad un 7 al turn e un 5 al river, fanno scoppiare gli assi e salvano Akenhead.

Ben Lamb esce in 14esima posizione quando chiama Jeff Shulman con A♠-J♠. sfrotunatamente, Shulman gira A-K, ed un kappa al flop, mandano Lamb a casa.

Joe Cada era il prossimo a vedersi gli assi scoppiati, quando Jamie Robbins, va all-in con il suo short stack ed una coppia di dieci, centra i due outs rimasti al river. Dopo di che James Calderaro esce 13esimo, quando I suoi K-J non migliorano contro la coppia di dieci di Kevin Schaffel.

La mano chiave della serata, e probabilmente dell’intero torneo fino ad ora, arriva subito adesso. Billy Kopp rilancia da under the gun a 600,000 con 5♦-3♦. Darvin Moon chiama con Q♦-J♦ dallo small blind, ed il flop esce K♦-9♦-2♦!!!!! Moon fa check, e Kopp fa un bet di 750,000, e Moon chiama. Quando un altro due esce al turn, Moon fa check di nuovo e Kopp punta 2.035 milioni. A questo punto, il commentatore Norman Chad inizia a parlare di quanto sia importante controllare le dimensioni dei piatti così vicini al final table, e come Kopp abbia solo 20 milioni in chips dopo questa mano, e che non aveva bisogno di rischiare così tanto a questo punto del torneo. Moon rilanica la puntata a 6 milioni, e Kopp aggrava il suo errore andando all-in!!!! Moon fa call, e Kopp è drawing dead, 7♣ al river non cambia niente. Kopp esce così dodicesimo, mentre Moon balza in testa con oltre 45 milioni in chips!

Robbins, che era stato danneggiato dalla mano contro Akenhead, finalmente esce 11esimo quando I suoi K-Q non migliorano contro Ivey con A♥-10♥. I restanti 10 giocatori vengono spostati su un unico tavolo aspettando l’ultima eliminazione per arrivare finalmente ai November Nine.

Tfinalmente il momento atteso da tutti arriva, quando Eric Buchman rilanica a 650,000 con K♥-9♥, Moon chiama con coppia di otto. Jordan Smith allora contro rilancia a 2.6 milioni con la sua coppia di assi, e Moon chiama dopo il fold di Buchman. Naturalmente visto come gli assi durante la serata erano stati scoppiati, e come è stat fortunato Darvin Moon per tutta la giornata, era inevitabile che il flop uscisse 8-2-4. Smith fa un check-raise alla puntata di 4 milioni-chip bet all-in di Moon, e un 5♥ al turn e un 10♥ al river chiudono i giochi. Smith viene eliminato ed abbiamo i November Nine!

Prossima settimana: Finalmente arriverà il momento che tutti attendavamo. L’incoronazione del prossimo campione del mondo di poker! Darvin Moon possiede circa il 30% di tutte le chips in gioco, ma i pro come Buchman, Shulman, e, naturalmente, Ivey, e anche I giovani intraprendenti Cada e Akenhead, più Begleiter, Schaffel e Saout saranno tutti alla caccia del suo stack, cercadno di vincere l’ambito braccialetto. Ci vediamo!