Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | World Series of Poker | WSOP

ESPN - Revisione Televisiva Finale delle WSOP

Condividi
Finalmente! La notte che tutti aspettavano da tempo. La sfida dei November Nine, l’incoronazione del 2009 World Series of Poker Main Event champion. Dopo un’attesa di quasi quattro mesi ci siamo, Phil Ivey, Darvin Moon, Eric Buchman, Steven Begleiter, Antoine Saout, Joe Cada, Kevin Schaffel, Jeff Shulman e James Akenhead sono arrivati al Rio hotel in Las Vegas per rispondere a molte domande. Riuscirà Ivey a confermarsi il miglior giocatore di tutti i tempi? Darvin Moon continuerà ad avere fortuna? Joe Cada riuscirà a battere il record Peter Eastgate, cioè il più giovane a vincere il torneo? E Jeff Shulman butterà sul serio il braccialleto nella spazzatura? Le risposte a queste domande sono tutte rilevate in questa puntata:

Nella prima mano dello show, Moon chiama dal cutoff con A-3 unsuited. Ivey chiama dallo small blind con J-10, ma Kevin Schaffel rilancia a 1.2 million con due nove dal big blind. Moon, a questo punto fa un three-bet a 3.3 million, facendo passare Ivey e Schaffel.

Dopo, Jeff Shulman rilancia da early position con coppia di cinque, Ivey va all-in con 8.7 million con K-K. Joe Cada si ritrova con 10-10 dopo averci pensato un po’ passa come anche Shulman.

Il primo giocatore ad essere a rischio eliminazione era James Akenhead, che è andatao all-in con K-Q offsuit. Steve Begleiter fa call con due dieci, ma Eric Buchman re-raised a 12.1 million con A-K. Begleiter fald, e Akenhead si ritrova con un piede fuori dal torneo con un folp di 2-3-J e un Kappa al turn. Ma una miracolsa donna esce al turn, e Akenhead sopravvive!

Antoine Saout la mano di dopo rilancia a 850,000 con J-2. Moon call con A-4 dallo small blind. Saout trova il jackpot al flop K-J-2!!! Moon punta 2.3 million, e Saout raised a 6.75 million. Moon inspiegabilmente va all-in, e Saout fa un call istantaneo. Turn e river non aiutano e Saout sale a 22 million in chips.

James Akenhead a questo punto perde la sua fortuna scontrandosi con coppia di kappa contro la coppia di assi di Kevin Schaffel. Il board non cambia le cose, Schaffel sopravvive e Akenhead ritorna nei guai, e così in seguito viene eliminato quando i suoi tre non migliorano contro la coppia di nove di Schaffel.

Kevin Schaffel di nouvo con due assi contro due kappa di Eric Buchman questa volta. Tuttavia, Buchman trova il set al flop Q-J-K, trovando anche il poker al turn!!!! Schaffel esce così ottavo.

Infine, il momento che tutti aspettavano arriva. Ivey va all-in per le sue ultime 6.5 million con A-K, e Moon chiama con A-Q. Phil Ivey purtroppo non è fortunato, 6-6-Q flop!. Turn e river non sono di aiuto, ed il miglior giocatore di poker viene eliminato settimo.

Moon continua ad essere fortunato sempre con A-Q, quando re-raised Begleiter all-in, dopo che Begs aveva rilanciato under the gun a 1.6 million con due donne. Flop 7-4-8, turn 3, Moon poi trova l’asso al river, eliminando Begleiter in sesta posizione. Moon torna in testa.

In seguito Shulman rimane con 12 big blinds, e viene subito eliminato da Antoine Saout, dove il Francese con A-9, batte la coppia si sette di Shulman, trovando un nove sul board.

Buchman rilancia Saoute lo manda all-in con A-Q. Saout ci pensa, e finalmente chiama con A-K, trovando il set al board, mentre Buchman a questo punto di trovava nei guai. Esce infatti quarto, mandando la vasca con A-5 contro Moon con K♦-J♦. Un Kappa al river ed il pro di New York va a casa.

Cada raised a 2.5 million con coppia di due, Saout re-raised a 5.75 million con due donne. Cada a questo punto va all-in, Saout chiama, creando un pot da 79.65 million-chip. Cada ancora una volta trova il set al flop 7-2-9!!!! Nessuna donna al turn e river, e Cada è il nuovo chip leader! Conferma la sua leadership poco dopo, quando Saout va all-in con coppia di otto, Cada chiama con A-K. Il kappa esce al river, Saout esce così al terzo posto.

Sebbene Moon non aveva mai giocato un heads-up in vita sua, mentre Cada si considerava uno specialista di questa disciplina, era proprio Moon ad essere il più aggressivo all’inizio, Moon mandava tutte le sue chips nel mezzo senza aver paura, facendo passare Cada, una volta con A-Q contro A-J, ed un’altra volta con entrambi che avevano la stessa mano. Moon a questo punto era passato in vantaggio! Tuttavia, una mano critica rovina i sogni dell’amatore, quando Cada raised a 3 million con J-9 offsuit, Moon chiama con 8♠-7♠. Flop 10-5-9, entrambi fanno check. Al turn esce un 10, Moon fa check di nuovo, e Cada bet 3 million. Moon allora va all-in con solo una straight draw! Cada ci pensa a lungo e finalmente fa il big call! Niente al river, Cada raddoppia e ritorna in testa.

Tutte le chips a questo punto vanno nel mezzo pre-flop per quella che sarà la mano finale, quando Cada raised a 3 million con due nove, Moon three-bet a 8 million con Q♦-J♦, e Cada spinge. Moon decide di provarci, e fa call. Il borad non aiuta Moon, e Joe Cada vince il 2009 Main Event champion, e, a soli 21 anni, è il più giovane di sempre, superando Peter Eastgate!