Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | Il Mondo del Poker | Gioco d'azzardo e legge

UIGEA Rinviata a Sei Mesi Grazie a Bernanke e Geithner

Condividi
Il Department of Treasury and Federal Reserve Board americano, con una richiesta fatta al presidente del Federal Reserve System e al segretario del Tesoro il 27 novembre, ha ufficialmente annunciato che le due potenze hanno autorizzato un ritardo di sei mesi per l'attuazione UIGEA( Internet Gambling Enforcement Act), in pratica al primo giungo 2010.

L'intera situazione è complicata, ma le basi iniziano con Rep. Barney Frank e i due disegni di legge che ha introdotto nel maggio del 2009. Il principale è stato il HR 2267, il regolamento dell'Internet Gambling, la Consumer Protection & Enforcement Act del 2009, che si propone di rovesciare l’UIGEA legalizzando il gioco online fornendo allo stesso tempo per le licenze agli operatori di gioco, un regolamento da parte del governo degli Stati Uniti, e la tassazione sul fine di monopolizzare le decine di miliardi di dollari di entrate possibili attraverso il processo. L’altro disegno di legge, anche se sembra meno importante, è il HR 2266, Reasonable Prudence in Regulation Act del 2009, che è stata, come ha chiesto l'attuazione UIGEA, essere rinviata di un anno dal 1 dicembre 2009.

Col passare dei mesi, divenne chiaro che i disegni di legge di Frank non avrebbe ricevuto la considerazione che meritavano, con la crisi finanziaria America e la riforma del sistema sanitario che avevano la precedenza su tutto quello che riguardava il gioco online. Nonostante i miliardi di entrate potenziali che potevano dare una mano al governo degli Stati Uniti fortemente indebitato, ma il tempo per le audizioni e le discussioni non erano disponibili. Così il 1 dicembre cominciò ad avvicinarsi, così come la UIGEA per entrare in vigore. Così, un gruppo di Congresspersons si sono riuniti per presentare una lettera al Segretario del Tesoro Timothy Geithner e al presidente della Federal Reserve Ben Bernanke per chiedere una proroga del termine ufficiale del UIGEA. La lettera è stata firmata da Frank e Peter King, Luis Gutierrez, Ron Paul, Melvin Watt, Judy Biggert, Gary Ackerman, Leonard Lance, Michael Capuano, William Clay, Paul Hodes, Ron Klein, Ed Perlmutter, Bill Foster, Andre Carson, Walt Minnick, Steve Driehaus, Jim Himes, e Dan Maffei, e un corrispondente petizione è stata inviata alle organizzazioni, tra cui Poker Players Alliance, American Greyhound Track Operators Association e National Thoroughbred Racing Association.

Con l’avvicinarsi del termine, il 25 novembre si è saputo che Geithner e Bernanke avevano concesso un rinvio di sei mesi, ma la notizia è stata ufficializzata il 27 novembre. Il Dipartimento del Tesoro e la Federal Reserve Board ha stabilito congiuntamente per estendere l'implementazione UIGEA fino al 1 giugno 2010.

"La PPA è estremamente felice della decisione della Federal Reserve and Treasury nel concedere l’estensione di sei mesi," ha dichiarato in un comunicato il presidente della PPA ed ex Senatore Alfonse D'Amato. "Questa è una grande vittoria per il poker, ma anche una grande vittoria per i difensori di una buona e giusta politica pubblica. Questi mesi addizionali saranno cruciali per fornire al legislatore il tempo di chiarificare l’UIGEA e proporre una nuova legge che regoli il poker all’inizio del prossimo anno."

John Pappas, direttore esecutivo della PPA, ha detto che secondo lui l’estensione di sei mesi piuttosto che dare un altro anno di tempo potrà aiutare la causa del poker dando un senso di urgenza a quelli che nel Congresso sostengono la regolamentazione dell’industria del gioco online.
"Credo che obbligherà il Congresso ad agire velocemente invece che tentennare pensando di potersene occuparsene più tardi visto che hanno un anno," ha detto Pappas. "Speriamo di vedere qualche movimento nella House and Senate. Se ci saranno buoni progressi, potremmo ottenere un altro rinvio."

Il repubblicano Barney Frank, che è stato fondamentale per assicurare il rinvio, ha programmato una udienza per giovedì nella House Financial Services Committee per aprire la discussione sulle sue proposte HR 2266, il Reasonable Prudence in Regulation Act, e HR 2267, l’Internet Gambling Regulation, Consumer Protection, and Enforcement Act.
"Ciò ci darà la possibilità di agire senza fretta sulle mie proposte per annullare questi eccessi di regolamentazione dell’amministrazione Bush e per annullare questa legge nociva," ha dichiarato Frank in un comunicato."

La PPA ha firmato la petizione il 18 settembre insieme alla National Thoroughbred Racing Association e l’American Greyhound Track Operators Association.

Il Treasury Department and Federal Reserve Board ha ricevuto lettere di sostegno alla petizione da parte di istituti finanziari, associazioni rappresentati istituti finanziari così come da membri del Congresso.

Dopo che da anni il settore viene attaccato dal Congresso e poi dal Dipartimento di Giustizia, sembra che sia arrivato il momento di rivincita per il poker online.

"Penso che abbiamo avuto tante piccolo vittorie che ci suggeriscono un cambiamento cu some il Congresso vede la nostra proposta" ha detto Pappas. "...ma credo che questo sia davvero il momento della svolta. Ora il Congresso ha veramente la possibilità di fare qualcosa durante il periodo di rinvio e noi speriamo di vedere presto qualche risultato. Per questo credo che l’audizione di Frank di questa settimana non potrebbe venire in un momento migliore."