Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | Eventi di Poker | WPT

Alaei Batte Arieh Vincendo il Titolo WPT Five Diamond

Condividi
Il Bellagio è il luogo dove si possono trovare i migliori giocatori professionisti di poker, come al casinò Las Vegas nella casa di “Bobby’s Room” dove giocare i “Big Game” ed alcuni dei cash games favoriti nel paese. Più volte nel corso di questi anni, il World Poker Tour arrivà in città con il “WPT Main Event” per completare la serie di tornei del Bellagio, ed i giocatori arrivano da tutto il mondo per cercare di vincere il titolo del World Poker Tour.

Il WPT Doyle Brunson Five Diamond World Poker Classic è uno tra i più attesi e frequentati tornei di ogni anno. Non solo si gioca al Bellagio, ma è l’ultimo torneo the high-stakes dell’anno. Con $15,000 di buy-in e parte il 14 Dicembre, l’ottava edizione del WPT si presenta con questo evento sempre più popolare.

Una delle nuove caratteristiche del torneo del Bellagio è stata la possibilità per i giocatori di registrarsi fino alla fine del Livello 8, questo li da la possibilità di fare il buy in nel primo o secondo giorno del Torneo. Nel Day 1 si sono registrati 292 giocatori. Tra questi giocatori, tra cui nomi importanti del circuito dei tornei pokeristi, solo 235 hanno superato il giorno, e Darryll Fish era il chip leader con uno stack di 236,625 chips. Jonathan Turner secondo con 227,325, la top five veniva completata da David Woo, Billy Kopp, e Carlos Mortensen.

Nel secodno giorno altri 37 giocatori sono arrivati al tavolo, raggiungendo la cifra di 329 e un montepremi di $4,761,450. Così, il vincitore si aggiudicherà ben $1,428,430, ed i primi 27 riceveranno un minimo di $28,569 solo per essere arrivati a premi. I giocatori che si sono registrati verso la fine del periodo di registrazioni sono state Doyle Brunson, Eli Elezra, Andy Bloch, Howard Lederer, Chris Ferguson, Freddy Deeb, Hoyt Corkins, e Mike Matusow. Infine, coloro che non hanno deciso di giocare sono stati Phil Ivey e Phil Hellmuth. A fine giornata, solo 130 giocatori erano rimasti, e Steven Landfish era nella chip lead con 385,900, con Brent Hanks al secondo posto con 383,000. Il resto della top five era completato da Matthew Waxman, Chad Batista, e Sorel Mizzi.

Il Day 3 ha visto subito ridursi il campo da 130 a 36, a poche posizioni dalla zona bolla. Quasi alla fine della giornata, giocatori come Andy Bloch, Kristy Gazes, e Sorel Mizzi sono stati eliminati, e nella chip lead c’era Daniel Alaei, con 1,664,000 chips. Al secondo posto c’era il leader del giorno precedente, Steven Landfish, e a completare la top five c’erano Josh Arieh, Scotty Nguyen, e Matt Waxman.

Nel Day 4 si è arrivati a premi, è questo accade quasi subito dopo che Peter Gould viene eliminato e si parte con il gioco hand-for-hand. Hasan Habib va all-in dallo small blind con A♥-2♦, e Jeremy Brown decide per il call con K♦-9♦ dal big blind. Il board esce K♠-4♠-2♣-J♦-7♦, e la coppia di Kappa di Brown elimina Habib sulla bolla. Così abbiamo avuto subito dopo l’eliminazione anche di Mike McClain in 27esima posizione vincendo $28,569, e altri volti nomi tra cui Amit Makhija in 26esima, Steve Brecher in 25esima, Antonio Esfandiari in 23esima, Steven Landfish in 21esima, e Matt Stout in 20esima. Brent Hanks è stato l’ultimo eliminato della giornata, vincendo $38,092 per essere arrivato 17esimo. Curt Kohlbert comanda il gruppo con 2,856,000 chips, seguito da Faraz Jaka in seconda posizione 2,768,000. Il resto della top five veniva completato da Daniel Alaei, John Juanda, e Chad Batista.

Il Day 5 inizia con l’eliminazione di Joseph Elpayaa in 16esima posizione, e gli altri sono caduti in questo ordine: Matt Waxman, Carter King, Mike Sowers, Lee Salem, John Juanda, Chad Batista, Curt Kohlberg, e Eric Hershler. Così sono rimasti in 7 ad una sola eliminazione per completare il Final Table. Così poi, Joe Cassidy inizia una mano andando all-in con le sue ultime 715K chips. Josh Arieh gli va sopra andando all-in a sua volta cercando di isolare, ma Shawn Buchanan vede due donne dal big blind e chiama. Arieh gira coppia di dieci, e Cassidy mostra K♥-J♦. Il board esce J♣-5♦-4♣-7♦-5♣, dando a Buchanan l’intero pot eliminando lo short-stacked Cassidy in settima posizione, vincendo $154,747.

Il final table è stato così completato con ben 6 professionisti di poker, tutti con dei risultati in carriera e già alcune apparizioni in altri final tables. Eccoli al via:

Seat 1: Daniel Alaei 3,925,000
Seat 2: Faraz Jaka 5,385,000
Seat 3: Josh Arieh 1,710,000
Seat 4: Steve O’Dwyer 1,050,000
Seat 5: Scotty Nguyen 4,900,000
Seat 6: Shawn Buchanan 2,800,000


Al via Sabato, 19 Dicembre, i bui erano 30K/60K con 5K di ante al Livello 23. I giocatori sono partiti lenti e attenti, tutti ben consapevoli di giocarsi il titolo del WPT e $1.4 milioni per il vincitore.

Il primo All-In si è avuto nella 39esima mano, trovando anche il call. Arieh così raddoppia attraverso Alaei quando i suoi A-8 hanno retto contro i K-J su un blank board.

Meno di dieci mani più tadi, è accaduta la stessa cosa. Questa volta O’Dwyer va all-in dallo small blind con le sue ultime 1,935 million con A♦-6♦, ma Nguyen si ritrova con pocket jacks nel big blind e fa il call. Il flop aiuta Nguyen uscendo così J♥-7♠-6♠, anche se un A♠ esce poi al turn dando ad O’Dwyer delle outs. Ma un 4♥ al river manda a casa Steve O’Dwyer in sesta posizione, vince $202,362.

Alaei torna in gara dopo aver preso alcune batoste all’inzio, e vince un pot del valore di 2.4 million contro Buchanan. ThenPoi è venuto il turno di Arieh di salire, prima raddoppiando contro Nguyen con coppia di sette contro A-J. Arieh poi vince 3.3 million-chip pot da Jaka chiamando un bluff dello stesso.

Nguyen, oramai short-stacked dopo avere preso una piccola serie di duri colpi, va all-in con le sue ultime 1,365,000 con coppia di nove. Ma Jaka va all-in anche lui per isolare, riuscendo nel suo intento, poichè Arieh passa. Jaka mostra così coppia di Kappa, che mantiene sul board di A♦-J♦-8♣-2♥-8♠. Scotty Nguyen viene eliminato in quinta posizione, vincendo $249,976.

L’azione a questo punto si è velocizzata. Tre mani più tardi, Arieh vince contro Jaka un monster pot da 7.2 million-chip, anche se Arieh fa raddoppiare Alaei poche mani più tardi.

Una mano più tardi, Buchanan decide di andare all-in per le sue ultime 1,540,000, e Alaei spinge a sua volta per isolare con A♣-K♦. Buchanan gira K♥-8♦ avendo un bel po’ di aiuto per raddoppiare. Ma il board esce 9♥-7♦-3♠-9♠-J♦, lasciando il Big Slick la mano vincente. Shawn Buchanan esce così quarto, vincendo $333,302.

Pochi round successivi, Jaka cerca di riprendersi dopo la batosta subita contro Arieh. Jaka andando all-in per 2.59 million dal button con A♠-6♥, e Alaei chiama dal big blind con coppia di Kappa. Il flop aiuta Alaei, K♠-10♣-5♥ centrando il set. Un 8♦ al turn e un 4♠ dichiarano la fine per Faraz Jaka, che esce terzo con $571,374.

Heads-up:

Daniel Alaei 6,780,000
Josh Arieh 12,990,000


Alaei inizia forte vincendo il primo pot, poi rischiando tutto nella mano successiva. Dopo un raise di Arieh e un reraise di Alaei, Arieh va all-in con A♦-K♣, e Alaei subito chiama con coppia di donne, che mantengono sul board J♦-9♠-5♦-J♣-3♥. Il double-up ma Alaei in testa con oltre 14.6 million, contro Arieh che maneggia solo 5.1 million-chips.

Il gioca continua per ciraca 20 mani con piccoli pot giocati, con Arieh che non riesce a risalire. Ma finalmente, Arieh va all-in con A♣-7♥ cercando il double-up, ma Alaei fa call dominandolo con A♠-Q♦. Il Flop esce così 9♥-9♠-2♣, ma un 7♠ al turn porta in vantaggio Arieh. Un 8♦ al river regala una nuova vita a Arieh, con 150,000 chips di vantaggio contro Alaei.

Ma Alaei vince i due piccoli pot successivi tornando in testa. Nella 154esima mano della serata troviam entrambi al flop, 10♦-5♦-2♠. Alaei è stato il primo a puntare, e Arieh check-raised all-in con coppia di sette. Alaei decide pre il call con 10♥-8♦, e la sua top pair batte la coppia di sette del suo avversario. Un 6♥ al turn cambia di poco le cose, e un 8♣ al river dichiarano il torneo finito. Josh Arieh esce così secondo, portando a casa ben $952,290.

Daniel Alaei vince il suo primo Titolo del World Poker Tour, insieme al braccialetto del WPT, un orologio Rolex dal Bellagio, e $1,428,430 in denaro.