Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | Tornei | Tornei di Poker Live

Jeff Madsen Vince il Borgata Winter Poker Open

Condividi
Da quando il Borgata Winter Poker Open ha lasciato il circuito del World Poker Tour, il suo Main Event ha continuato a crescere e con la possibilità ora di ridurre ulteriormente il buy-in, portandolo a $3’500, ancora più giocatori vi hanno preso parte in questa più recente edizione.

Jeff Madsen è alla fine riuscito ad imporsi nel Main Event 2010, ridando tono internazionale e di rilievo nel circuito mondiale a questo evento.

Il torneo è iniziato con 766 giocatori che pagando $3,500 di buy-in hanno creato un montepremi da $2’527’800 che ha ampiamente superato i $2 milioni garantiti prima del via. Dopo le giornate di apertura, restavano in gara soli 134 giocatori già alle spalle di Madsen che si trovava nei panni di chip leader con un significativo stack da 880’700 chips. Il Day 3 ha ulteriormente assottigliato il field a soli 27 contendenti con Madsen in leggera crisi. A fine serata si ritrovava al sesto posto mentre la testa della classifica era occupata da Matt Matros che aveva 1’978’000 e Lee Childs subito alle sue spalle con 1’797’000.

Il Day 4 ha deciso il tavolo finale facendosi strada sulle spalle di giocatori quali Childs che da uno dei favoriti è passato a seguire l’evento dagli spalti prima di fine giornata. L’uomo bolla del tavolo finale è stato Donald Boivin che, andato all-in con una coppia di otto, si è trovato contro Dave Fox che giocava A-Q. Un Queen al flop ha sancito l’eliminazione di Boivin all’11° posto con un premio di consolazione da $31’876.

Il 5 febbraio si è così giocato il tavolo finale che partiva con questa composizione:

Seat 1: Al Grimes 4,100,000
Seat 2: Jeff Madsen 3,185,000
Seat 3: Chan Pelton 650,000
Seat 4: Sirous Jamshidi 4,750,000
Seat 5: Dave Fox 1,695,000
Seat 6: Nick Kamen 3,320,000
Seat 7: Tom Marchese 1,623,000
Seat 8: Jonathan Hamilton 1,555,000
Seat 9: Ross Mallor 880,000
Seat 10: Matt Matros 1,195,000
 
Il primo ad essere eliminato non è stato, come ci si aspettava, uno degli short stacks bensì Matros che è andato all-in con una coppia di sei trovandosi contro l’A[d] K[h] di Kamen. Un asso è stato servito al flop dando a Kamen il vantaggio e Matt Matros è stato eliminato al decimo posto per $31,876.

Lo short-stacked Pelton è dapprima stato in grado di raddoppiare per restare in gara un po’ più a lungo ma quando ci ha riprovato con A[c]10[h] non gli è andata così bene. Madsen ha infatti chiamato con in mano una coppia di otto. Un board ininfluente ha assegnato a Chan Pelton il nono posto e $49,039 di premio.

Mallor è stato il successivo giocatore a tentare il raddoppio senza fortuna: andato all-in con K-Q si è trovato contro l’A-10 di Grimes. La mano migliore è migliorata ulteriormente trovando la doppia coppia al flop e Ross Mallor si è dovuto accontentare di un ottavo posto da $67,429.

A questo punto era Jamshidi ad avere un enorme vantaggio su tutti gli avversari. Madsen ha però trovato un fantastico raddoppio con A-K a cuori contro i pocket kings di Grimes. Carte a cuori a flop, turn e river hanno permesso a Madsen un raddoppio a quasi 7 milioni di chips.

È stato infine Fox ad essere eliminato quando è andato all-in con A-7 offsuit. Grimes lo ha rilanciato con K-Q e Jamshidi ha chiamato entrambi con K-3 a picche. Quando un king è calato al flop ed un queen al river, Grimes ha vinto il piatto con una doppia coppia per il raddoppio mentre Dave Fox è stato eliminato al settimo posto per $91,949.

Grimes restava comunque significativamente short e si è fatto coinvolgere in un piatto con Madsen. I due blinds hanno visto un flop con 10[d]-5[c]-10[h]. Grimes ha puntato e Madsen ha chiamato. Il Q[h] del turn ha indotto Madsen alla puntata ma un check-raise all-in è arrivato da Grimes che giocava con J[h]-9[c] per il progetto di punto. Madsen ha chiamato con 10[c]-8[s] per il tris che è migliorato quando il 5[s] è calato al river dandogli il full. Al Grimes è così finito dal cassiere per incassare i $116’468 di premio per il sesto posto.

Kamen è stato il successivo giocatore ad andare all-in con A[s]-8[h] trovandosi però contro i pocket kings di Hamilton. Il board non ha dato nessun asso e Nick Kamen è uscito al quinto posto con un premio da $140,988.

La successiva eliminazione è arrivata a causa di una grossa mano nella quale Madsen e Hamilton hanno visto il 9[d]-3[h]-5[c] del flop. I due hanno fatto check al 10[h] del turn ed una puntata seguita dal call li ha portati a vedere il 4[s] del river. Hamilton ha puntato con una coppia di tre in mano, ma Madsen ha rilanciato all-in con una coppia di quattro per il set superiore. Hamilton ha chiamato venendo severamente ridotto e alla mano successiva è stato eliminato al quarto posto per $165,508.

È bastata solo un’altra mano per ridurre ulteriormente i giocatori in gara dato che Marchese si è giocato direttamente tutti i suoi 4.6 milioni di chip con in mano una coppia di nove. Madsen ha chiamato con A[s]-Q[h]. Il board ha dato 7[s]-J[c]-Q[c]-A[c]-10[h], e Madsen con la doppia coppia ha eliminato Tom Marchese al terzo posto per $190,027.

Jamshidi e Madsen sono arrivati all’heads-up con stacks quasi equivalenti. Ma dopo un’ora Madsen si ritrovava in netto vantaggio ed ha inflitto il colpo decisivo. Jamshidi era rimasto con 1.9 milioni ed è andato all-in con Q[s]-2[s] e Madsen ha chiamato con K[h]-10[d]. Il flop non ha fatto danni rivelando J[d]-7[h]-6[c] ma il K[d] del turn ha consolidato il vantaggio di Madsen che ha vinto il torneo al 5[c] del river. Sirous Jamshidi per il secondo posto ha ricevuto $367,794.

Jeff Madsen ha vinto il Borgata Winter Poker Open Main Event ed un primo premio da $625’006.