Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | Tornei | Tornei di Poker Live

Tom Marchese Vince il Primo NAPT Venetian

Condividi
Quando è stato annunciata la nascita del PokerStars.net North American Poker Tour (NAPT) nel corso della 2010 PokerStars Caribbean Adventure a gennaio, si è subito capito che sarebbe stato un affare serio. Il 20 febbraio è iniziato il NAPT Venetian di Las Vegas e le aspettative non sono state tradite dato che al Day 1 si sono nel complesso iscritti 872 giocatori facendo sfiorare il tutto esaurito. Tutti loro hanno pagato $5’000 di buy-in per giocare in un field ricco di professionisti e celebrità e guadagnarsi una parte dei $4,017,740 di montepremi. È stato Andy Seth a concludere la prima giornata in vetta alla classifica con uno stack da 245,600.

Al Day 2 si sono iscritti nel complesso 477 giocatori. Il ritmo di gara è stato subito molto elevato e a fine serata in gara restavano solo 149 contendenti. In testa alla classifica si è venuto a trovare Andrew Lichtenberger con 618’700 chips, ma non molto lontano resisteva bene Seth con uno stack da 602,600 chips.

Il Day 3 era particolarmente importante per questo NAPT dato che 149 giocatori tornavano in sala per guadagnarsi un posto nelle zone di classifica premiate. Dopo una lunga fase giocata hand-for-hand, si è infine giunti all’eliminazione di Daniel Schreiber come uomo bolla del torneo. A fine serata in gara restavano soli tre tavoli - 24 giocatori.

Il tavolo finale è stato deciso nel Day 4. Molti giocatori noti sono stati eliminati nel processo inclusi Christina Lindley al 24° posto, Jason Dewitt 23°, Jonathan Aguiar 22°, Blair Hinkle 20°, Andrew Chen 13°, Steve Billirakis 12° e Andrew Lichtenberger decimo. L’ultimo a perdere le speranze di giocare il tavolo finale è stato Kyle Zartman dapprima ridotto male da David Paredes e poi eliminato al nono posto da John Cernuto.

Questo pertanto il tavolo finale:
Seat 1: Daniel Clemente 1,345,000
Seat 2: Sam Stein 6,145,000
Seat 3: Thomas Fuller 4,735,000
Seat 4: John Cernuto 1,300,000
Seat 5: Yunus Jamal 3,940,000
Seat 6: David Paredes 4,700,000
Seat 7:  Tom Marchese 2,370,000
Seat 8: Eric Blair 1,690,000

Il ritmo di gara è stato piuttosto blando nelle prime fasi di tavolo finale e Clemente ne ha approfittato per raddoppiare su Paredes. Infine è stato Eric Blair ad essere eliminato all’ottavo posto ricevendo $60’266 di premio. Poco più tardi, Cernuto si è trovato all-in contro Stein che ha realizzato la doppia coppia vincente eliminando l’avversario al settimo posto con un premio da $104,461.

Fuller è stato il successivo giocatore a mandare la vasca con in mano una coppia di Jacks e Clemente è stato fulmineo nel chiamare con la sua coppia di queens. Un board ininfluente ha dato a Thomas Fuller il sesto posto da $144,639. Nonostante un primo tentativo di raddoppio portato a segno con successo, Paredes continuava ad essere short ed ha così deciso di riprovarci con in mano una coppia di assi. Stein si è visto servire una coppia di jacks ed ha chiamato. Un jack sul board ha ribaltato la situazione lasciando a David Paredes la sola consolazione di $184.816 di premio per il quinto posto.

Stein ha però sprecato buona parte delle sue nuove chips concedendo raddoppi a Jamal e Clemente. Marchese ha a sua volta raddoppiato su Clemente che si è subito rifatto riprendendosi il raddoppio. È stato infine Jamal il primo della serie a non trovare il fortunato raddoppio ed il suo all-in si è concluso con $241,064 di premio per il quarto posto. Daniel Clemente lo ha seguito a breve distanza con un terzo posto da $309,366.

Stein ha iniziato il testa a testa in maniera molto aggressiva ma la sua strategia si è ben presto rivelata sbagliata dato che lo ha portato a concedere un enorme piatto a Marchese. Il divario tra i due si è presto rivelato incolmabile e Sam Stein ha dovuto lasciare il torneo con un secondo posto da $522,306.

Tom Marchese ha portato a casa la sua più grande vittoria di sempre. Oltre al primo premio da $827,648 potrà ora vantare il titolo di campione del 2010 NAPT Venetian Main Event.