Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | Il Mondo del Poker | Lontano dal tavolo

Via Libera ai Cash Games in Italia

Condividi
Come riferisce AGIPRONEWS, per il cash game, la posta iniziale per la partecipazione alla sessione di gioco, comprensiva di successivi incrementi, non può essere superiore a 1.000 euro. Per il poker in forma di torneo e per gli altri skill games, l'iscrizione alla sessione di gioco, non può essere superiore a 250 euro.

Per gli skill games, si conferma l'imposta, attualmente vigente, pari al 3% della raccolta. Diversa la tassazione per il poker cash game: in questo caso l'imposta è pari al 20% della raccolta al netto delle vincite restituite al giocatore, come già specificato dal dl Abruzzo.

Il decreto Aams specifica anche l'entità del montepremi nelle varie discipline oggetto del provvedimento. Per quanto riguarda gli skill games, la percentuale dedicata alle vincite non può essere inferiore all'80% della raccolta, al netto dell'eventuale parte destinata a jackpot.

Per i giochi di carte in modalità diversa dal torneo, è destinato al montepremi non meno del 90% della raccolta, sia nel caso di gioco fra più utenti (rientra in questa tipologia il poker cash game), sia nel caso di gioco in modalità solitario.

Il testo completo del decreto può essere consultato direttamente da questo link.