Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | Notizie Calde

La nostra rassegna stampa del Poker!

Condividi
Vi evidenzio alcuni articoli interessanti:
Luca Cainelli, sogno infranto: l'italiano eliminato al 14esimo posto dell'Ept Snowfest.
Alla fine Luca Cainelli del team Europk esce 14esimo dopo aver resistito a lungo in un day4 dell'Ept Snowfest Pokestars che aveva già visto cadere 10 players prima dell'ultimo baluardo italiano. Peccato che non sia arrivato quel raddoppio che serviva per affrontare il torneo in maniera molto differente. Cainelli, intanto, si porta a casa 15,800 dopo i 40,000 euro dell'11esimo posto centrato all'Ept di Berlino.
Solita doppia lettura: soddisfazione per la continuità di risultati ma rammarico comprensibile visto che le strutture di payout Pokerstars sono fatte apposta per puntare solo i 'massimi'. Insomma, arrivati fin lì si vuole solo la vittoria e i premi più alti, quelli che cambiano la propria carriera pokeristica.
Rimasto con 180,000 chips Cainelli manda i resti da small blind trovano la chiamata del chipleader Allan Baekke che si trova sul big blind, la posizione immediatamente successiva a quella dell'italiano. Allo showdown Luca capisce che c'è poco da fare: per lui J-10 per Baekke Q-J. Il board non cambia la situazione delle mani dei players e Cainelli deve lascisare il torneo al 14esimo posto.
Fonte: Gioco News.

Il poker diventa ufficialmente uno sport in Lituania.
Il 20 Marzo infatti il poker è stato riconosciuto uno sport a tutti gli effetti dal Dipartimento lituano per l'Educazione Fisica e lo Sport. La Federazione Lituana Sport e Poker (FLSP) grazie a questa ufficialità potrà ora organizzare tornei di poker di natura non commerciale anche al di fuori dei casinò lituani, contribuendo così ad accrescere la popolarità del poker. Andrius Tapinas, presidente della FLSP, è comprensibilmente entusiasta di questa grande innovazione: "è un ottimo passo in avanti per il nostro lavoro. In questo momento ci stanno arrivando un gran numero di messaggi di solidarietà e congratulazioni da parte di molti dei nostri colleghi di altre nazioni. Ora spero che quello che è accaduto in Lituania possa servire per rompere il ghiaccio anche in altri Paesi e consentire ad altre federazioni di raggiungere lo stesso traguardo".
Fonte: Affari Italiani.

Tony G pagherà Isildur1 per un evento di poker cash game live?
L’eccentrico poker player Tony G si è offerto di stackare Isildur1 al prossimo PartyPoker Big Game IV che si terrà dall’11 al 13 aprile a Les Ambassadeurs club a Mayfair, Londra. E’ lo stesso pro player lituano a ufficializzare la notizia direttamente dalle pagine del suo blog:
“Adoro il fatto che Isildur1 sia tornato in azione ai tavoli di cash game high stakes, e voglio fargli un’offerta concreta ed incondizionata. Vieni a partecipare al PartyPoker Big Game, ti pagherò il volo, l’hotel e ti stackerò per tutta la durata dell’evento.”
Anche il direttore della Matchroom Sport Eddie Hearn, promuove la partecipazione del giocatore online senza volto: “Siamo entrati in contatto con Isildur1 e ci piacerebbe tanto che partecipasse alla partita. Se lui vuole possiamo anche raggiungere un accordo per non rendere pubblica la sua identità. Siamo ben felici di farlo giocare con indosso una maschera in volto o travestito.”
E a tal proposito è ancora Tony G a dire la sua: “Proteggeremo il tuo anonimato a tutti i costi, se è ciò che desideri. Nel caso tu non voglia rivelare la tua vera identità puoi sempre indossare una maschera, magari quella di Kermit la rana (vedi foto) che ho indossato durante la Premier League”.
All’evento di poker cash game parteciperanno importanti nomi del poker internazionale: Luke “Full Flush” Schwartz, Phil Laak, Isaac Haxton, Neil Channing, Laurence Grondin, Jennifer Tilly e lo stesso Tony G.
C’è da dire che nonostante il più che cordiale invito da parte di Antanas Guoga (questo il vero nome di Tony G), lo stesso pro player non smentisce il suo solito atteggiamento pungente: “Se pago il tuo stake voglio comunque schiantarti al tavolo e farti sanguinare dalla maschera…e lo farò!”
Fonte: Poker Video.

IPT Nova Gorica, vince Di Cicco.
Và a Virgilio Di Cicco la tappa di Nova Gorica del Pokerstars Italian Poker Tour. Il player italiano ha battutto nella Heads Up finale Iamina. Terzo arriva Di Lauro, al quale non basta un piazzamento sul podio, per trionfare nella classifica generale dell'Italian Poker Tour, classifica generale che và a Giannino "Kart" Salvatore a cui basta l'ottavo posto per vincere l'intero campionato.
Alla fine gli spettatori presnti al casinò di Nova Gorica hanno assistito ad uno spettacolo memorabile vista l'alta intensità e le spettacolari situazioni che si sono succedute sul tavolo verde. Quest'ultime riguardano soprattutto la gara nella gara che vedeva Di Lauro e Salvatore contro per la vittoria nella classifica generale. Salvatore attacca e finisce subito fuori per mano dell'ungherese Kamaras, che grazie ad una coppia di J schianta le ambizioni del player italiano (che aveva in mano una coppia di 6) il quale vede la vittoria finale allontanarsi.
Di Lauro però non approfitta della situazione che lo vedeva chip leader e pian piano perde tutto il suo stack di vantaggio. La situazione precipita quando Di Lauro cade nella trappola di Di Cicco che da terzo incomodo gioca alla grande le sue carte. La coppia di assi del player italiano sorprende Di Lauro che era andato all-in. Le chips vanno a Di Cicco mentre per Di Lauro (a cui bastava la seconda posizione per portarsi a casa il campionato) rimane il premio per terzo posto del torneo pari a 75.000 euro.
Di questo passo la vittoria del evento se la giocano Di Cicco e Iemina. L'heads up non ha storia con Di Cicco che schianta l'avversario grazie ad una coppia di J, Iemina si accontenta del secondo posto. Il vincitore si porta casa ben 200.000 euro, mentre per Giannino "Kart" Salvatore (che nel frattempo è rimasto a guardare in silenzio la disfatta del rivale Di Lauro) vincitore globale dell'IPT và come premio un contratto di sponsorizzazione di un anno da parte di Pokerstars.it.
Fonte: Ciao People.

Tom Dwan continua a dettare legge ad High Stakes Poker 6.
Anche stavolta vi stiamo raccontando con frequenti aggiornamenti le vicende dei grandi interpreti del cash game che stanno ravvivando la sesta edizione del popolare show televisivo High Stakes Poker. In una edizione alla quale ha preso parte (per la verità senza troppa fortuna) anche il nostro Dario Minieri, a mettersi in evidenza sono sempre i soliti noti, ovvero Tom “durrrr” Dwan e Phil Ivey.
Dwan in particolare sembra avere una marcia in più e ormai ha uno stack che supera abbondantemente il mezzo milione di dollari: un deterrente micidiale per gli avversari che provassero ad aggredire la sua immagine di giocatore piuttosto loose ai tavoli cash. Del resto quello del giovane statunitense sembra essere un momento magico, dal momento che anche online sta decisamente risalendo la china dopo un 2009 da dimenticare.
Chi invece sembra non conoscere flessioni è Phil Ivey, ancora una volta sugli scudi e coinvolto nei maggiori piatti dell’ultima sessione (con un pot da oltre 170 mila dollari vinto in maniera fortunosa contro Patrik Antonius): anche per lui bilancio abbondantemente positivo. Continua invece il suo periodo negativo Patrik Antonius (una delle new entries dell’ultima puntata assieme all’inossidabile Barry Greenstein), ancora in difficoltà specie nei piatti contro Dwan.
Insomma, nuovi ingressi e tanti big in gara (alcuni come Negreanu con tanta voglia di rifarsi): ecco il mix vincente di una delle trasmissioni più seguite dedicati al mondo del poker.
Fonte: PokeVideo.

Ancora un film sul poker.
Insistenti rumors vedrebbero in cantiere un altro film ambientato sui tavoli verdi: stavolta l'obiettivo è puntato sul pro poker player Dave “Devilfish” Ulliott.
Devilfish è uno dei giocatori inglesi probabilmente più conosciuti al mondo, sia per le sue innegabili doti che lo hanno portato a vincere oltre 5 milioni di dollari nella sua lunga carriera pokeristica (tra cui un pregiato braccialetto al World Series of Poker nel 1997 e numerosi piazzamenti al World Poker Tour), sia per la sua vita privata ed il cammino che lo ha portato a diventare quel celebre personaggio che ora tutti conosciamo.
Sembra infatti che una compagnia cinematografica anglo-svedese abbia contattato il campione inglese per produrre un film sulle sue incredibili vicende, percorrendo con uno stile dinamico ed ironico tutti i momenti che lo hanno portato ad affermarsi nel mondo del poker. Il progetto è ancora in fase embrionale e non è stato deciso il nome dell’attore che interpreterà Ulliott nella pellicola, ma il pro poker player inglese ha già un’idea ben precisa di come vorrebbe fosse il risultato finale: “Sarà un grande film con tante storie divertenti. Un po’ nello stile del primo Guy Ritchie. Immaginate Snatch con dentro Devilfish, sarà qualcosa del genere”.
In attesa di gustarci questo nuovo poker movie, vi lasciamo con un filmato tratto da una passata edizione della Premier League di PartyPoker che vede protagonisti Devilfish e Phil Hellmuth: una “gag” davvero esilarante!.
Fonte: PokerSharks.