Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | Notizie Calde

Rassegna Stampa - Francia:nasce l’Authority Indipendente per il Gioco Online

Condividi
PARIGI (Agicops) – La votazione sul progetto di legge che prevede l’apertura al mercato del poker online è incluso nell’ordine del giorno di Martedì 6 Aprile dell’Assemblea Nazionale Francese. Dal 30 marzo i membri stanno discutendo il testo di legge approvato in prima lettura dal Senato il 24 febbraio, che mira a disciplinare il settore del gioco online con l’introduzione dell’ente (ARJEL), competente per il rilascio di omologazioni per gli operatori che intendono avviare attività di fornitore di giochi online come il poker. Restano al momento fuori dal disegno di legge Slot e altri giochi da casinò poichè considerati a rischio di dipendenza dal governo francese.


Israele - Il primo aprile, Jeff Madsen ha postato in Twitter rendendo noto che a partire dal 15 del mese cambierà residenza fino all’inizio delle World Series of Poker 2010. Nel giorno in cui Google ha cambiato il proprio nome in Topeka e Mats Sundin ha rivelato di essere Isildur1, noi avevamo qualche dubbio sulla veridicità di questa rivelazione. Si è però tutto rivelato autentico risultato di una prop bet persa da Madsen il quale si è così visto costretto ad andare a vivere in Israele per il periodo indicato. Insomma un trasloco non da scherzare. Per vincere questa scommessa da $50’000, Madsen non potrà usare il cellulare ne contattare alcun amico. Comunque, fortunatamente questa prop bet è decisamente meno permanente della precedente a meno che ovviamente non decida di trasferirsi li per sempre.


MANHATTAN (Agicops) – Secondo il Financial Times, Full Tilt, è indagato negli Stati Uniti con l’accusa di riciclaggio. Il Grand Jury ha aperto un inchiesta in cui sarebbero coinvolti anche numerosi giocatori professionisti ma al momento solo i nomi di Howard Lederer e Chris Ferguson risultano essere presenti negli incartamenti dell’indagine.
Full Tilt Poker è il secondo operatore al mondo, dietro solo PokerStars. Entrambe le poker room accettano giocatori dagli Stati Uniti. Full Tilt Poker vanta un bacino di 16.400 giocatori reali secondo PokerScout.com, mentre PokerStars ne ha quasi il doppio con 29.800. Full Tilt ha avuto una crescita nell’ultimo periodo del 44% contro il 29% di Pokerstars.