Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | Tornei | Tornei di Poker Live

Theo Jorgensen afferra il titolo WPT al Grand Prix de Paris

Condividi
Il Grand Prix de Paris Aviation Club di Francia è sempre stata una delle tappe preferite per i giocatori e tifosi del il World Poker Tour. Ma quando la Francia ha cambiato le leggi diversi anni fa, il WPT ha annullato il suo contratto e ha soppresso la tappa dal suo elenco. Tuttavia, nuove leggi sono entrate in vigore in questo momento, e il WPT ha recentemente annunciato il suo ritorno al "Aviation Club" nel maggio del 2010, ed il suo ritorno è stato un successo.

Il WPT Grand Prix de Paris, è stato presentato, in collaborazione con PartyPoker.fr, ed ha offerto una serie di eventi, anche se al WPT Main Event si accedeva con un buy-in di 10.000 dollari e al torneo high roller con 20.000 dollari di buy-in, entrambi sono stati passati in televisione. L'esclusivo Aviation Club sugli Champs-Elysees è stato preparato per l'arrivo di giocatori provenienti da tutto il mondo, e l'Aviation ha preso il via per il Main Event l'8 maggio.

Il primo giorno
è stato il primo dei due giorni di partenza ed ha portato 106 giocatori ai tavoli, con nomi come Ludovic Lacay, Olivier Busquet, Nicholas Levy, Roberto Romanello, Antoine Saout, Arnaud Mattern, Antony Lellouche e Sorel Mizzi, in campo. Il gioco si è mosso attraverso sei livelli di 90 minuti. E solo 53 i giocatori arrivati alla fine della serata, che si è conclusa con Fabrice Touil chip leader con oltre 200.000 chips.

Il secondo giorno ha portato tutti i 127 giocatori al casinò, e come usuale ci sono stati un certo numero di giocatori che ha concluso qui il torneo, come, Feldman, Deeb, Mizzi, Lacay, Jason Lester, Tommy Vedes, Praz Bansi, and Jeff Sarwer. Solo 48 giocatori, hanno avuto la possibilità di intascare chips alla fine della giornata. I conteggi ufficiali di fine giornata sono state:

Antoine Amourette era chip leader della giornata con 489.400 chips, seguito da vicino da Iulian Iacob e dei suoi 474.700 chips. E per completare le prime cinque sono stati Jimmy Ostensson, Andrew Teng, e Arnaud Mattern.

Il terzo giorno è cominciato con 48 giocatori, ma tra coloro sono usciti c'erano: Mikhail Smirnov, Mathieu Bernard, Alain Roy, and Kevin Eyster. Mentre il piatto aumentava, Stephane Albertini e Nicolas Babel foldano. Poco prima che iniziasse hand-for-hand, Steven Van Zadelhoff ha eliminato Iulian Iacob con J-4 su AK, quando al River arriva una scala ed un full per il primo, e Iacob esce in 29a posizione.

Cominciato l'Hand-for-hand è passato un po di tempo prima che un giocatore venisse eliminato ma questo è successo a Stuart Rutter all-in preflop con 9-9 contro un A♣-5♣ di Theo Jorgensen ma il board porta Q[c]-k[C]-6[c]-J[d]-7[s] Mandando fuori Boujenah al nono posto con 58.695 Dollari. E con questo, il tavolo finale è stato completato, anche se non era in programma per essere giocato fino a Sabato. La troupe televisiva che riprendeva l'evento ed i giocatori hanno avuto due giorni liberi per godersi Parigi prima di rientrare Sabato 15 maggio per terminare il torneo.

Quando i giocatori di ritorno a tale data, i loro chip count di partenza erano i seguenti:

Seat 1: Mickael Guenni 538,000
Seat 2: Theo Jorgensen 2,693,000
Seat 3: Antoine Amourette 489,000
Seat 4: Per Linde 584,000
Seat 5: Jimmy Ostensson 436,000
Seat 6: Nourredine Aitaleb 810,000
Seat 7: Fabrice Touil 1,183,000
Seat 8: Arnaud Mattern 678,000

Il gioco riprende con buy e controbui di 10.000 / 20.000.

Era la 26th mano del tavolo quando Ostensson fa il suo tentativo chiamando All in con solo 354K chips,in mano ha [9c]-[9h], Touil chiama con [Ac]-[6c] dallo small blind.
il board arriva J[h]-4[s]-K[s]-A[s]-6[s], la coppia di Touil per prendere il piatto. Jimmy Ostensson è stato il primo a lasciare il tavolo, uscendo in ottava posizione con dollari 70,435.

Il successivo a rischiare è stato il noto pro Mattern, che non è stato capace di agganciare un buon momento al tavolo. Chiama all-in dal big blind un po corto con A[c]-Q[d], ma Amourette non esita a chiamare e rilanciare con i suoi A[s]-A[h]. Il board esce con J[s]-9[d]-3[h]-2[s]-8[d], così Arnaud Mattern lascia in settima posizione con S 82,175.

Guenni ha preso il controllo del tavolo, facendo larchi rilanci ed un'aggressività mirata a risalire la classifica.

Aitaleb non stava avendo lo stesso successo. Dopo un rilancio da Linds, Aitaleb va all-in dallo small blind, e Linde ha chiamato con Q[s]-Q[c], che era davanti all A[h]-J [c] di Aitaleb. Le successive carte 9[c]-7[c]-J[d]-8[h]-10[d], che eliminano Nourredine Aitaleb al sesto posto, che valeva una vincita di 93.910 $.

Dopo una piccola pausa...Touil ha ancora una coppia, questa volta sfida Linde, ma gli rimangno solo 10 big blinds. Subito dopo, Touil spinge ancora, questa volta A[s]-8[h]. Jorgensen chiama con J[d]-8[c], ma quando il board si completa con 10[c]-2[d]-9[h]-J[h]-8[h]dando a Jorgensen doppia coppia. Fabrice Touil è stato eliminato al quinto posto con S140,870.

Allora Guenni, raddoppia sopra Linde, poi sopra Amourette, ma ancora non riusciva a salire sopra i 600K a quel punto del gioco. Alla fine si trasferì nuovamente, questa volta con 5[c] -5[h]. Ma Jorgensen ha chiama con 9[c]-9[d], e sul tavolo escono le seguenti carte 4[c]-2[d]-K[h]-Q[d]-8[d], e Mikhael Guenni esce al quarto posto con 187.825 dollari.

Amourette era stato ridotto con soli 325K, ed ha fatto il suo tentativo con A[s]-8[d] contro il Q[c]-K[h] di Linde. Ha funzionato, e Linde è rimasto con circa 300K.

Linde quindi è andato all-in subito dopo con 7[d]-5[c], ma Jorgensen chiama con un dominante K[d]-J[s]. Al flop esce Q[h]-9[h]-10[c], per Jorgensen è andata bene, e il 2[d] del turn non aggiunge altre carte necessarie. Per Linde è la fine del torneo uscendo al terzo posto con 234.780 dollari.

Inizia l' "Heads-up"
con circa questo numero di chips:

Theo Jorgensen 6,000,000
Antoine Amourette 600,000

La battaglia durò solo tre mani
. Amourette andato all-in una volta, ma Jorgensen non ha chiamato. Sulla terza mano, Amourette lo ha fatto di nuovo, questa volta con K[d] -6[h]. Jorgensen ha chiamato con A[c]-K[s] con un vantaggio evidente. Al flop viene giù 6[d]-J[c]-4[c], che ha dato ad Amourette una coppia di 6, ma la A[h] cade sul al turn per dare una coppia massima a Jorgensen. A[d]-5[d] è stato il River, con la chiusura del torneo assegnando il secondo posto ad Antoine Amourette che porta a casa 328.690 dollari.

Theo Jorgensen Diventa il vincitore del WPT Grand Prix de Paris. Ricevendo un premio in denaro di con un montepremi di 633,902 dollari, un tropheo, ed il titolo di campione del WPT di Paris.