Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | Notizie Calde

Flavio Ferrari Zumbini entra nel team pro di Full Tilt Poker

Condividi
Flavio Ferrari Zumbini, teorico del poker ed affermato commentatore televisivo, oltre che uno dei giocatori più seguiti d'Italia, entra a far parte della squadra di Full Tilt Poker come Full Tilt Poker Pro.

Romano di 32 anni, una laurea in Economia e Commercio e un’altra in Giurisprudenza, Flavio gioca a poker da oltre 5 anni ed è considerato da molti come uno dei giocatori di riferimento, per la sensibilità strategica e le competenze pokeristiche, che gli hanno permesso di ottenere ottimi risultati sia live che online.

Flavio porterà all’interno del team un bagaglio di diversificate esperienze, come testimoniano i molteplici ruoli che ha ricoperto in parallelo alla sua carriera da giocatore, avendo spaziato da manager a imprenditore, da scrittore a commentatore.

Flavio sarà subito impegnato nel mese di giugno con le World Series of Poker a Las Vegas.
Axel Baccari, country manager di Full Tilt Poker per l’Italia, commenta così il nuovo acquisto: “Sono molto contento che Flavio entri a far parte del nostro team pro e sono sicuro che il suo profilo e le sue doti lo porteranno a grandi traguardi”.

Il Team Full Tilt è un gruppo selezionato composto dai migliori giocatori del mondo tra cui Chris Ferguson, Phil Ivey, Howard Lederer, Jennifer Harman, Erick Lindgren, Erik Seidel, Andy Bloch, Phil Gordon, Patrick Antonius, John Juanda, Mike Matusow, Gus Hansen, Tom Dwan e Allen Cunningham, che hanno collezionato complessivamente ben 37 braccialetti delle WSOP. Il team italiano è composto da Daniele Mazzia, Alessio Isaia, Claudio “Swissy” Rinaldi, Marco Traniello, Bruno Stefanelli e Mario Adinolfi.