Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | Persone nel Poker | Facce da Poker

Dove Sono Adesso – Guy Laliberte

Condividi
Dove Sono Adesso è una serie di articoli di approfondimento su vari giocatori di poker - non solo i professionisti. Alcuni dei giocatori descritti sono magari scomparsi dalle prime pagine dei giornali ma non sono stati dimenticati da noi.

I giocatori di poker con molto denaro sembrano essere sempre alla ricerca di modi per fare qualcosa che non hanno mai fatto prima.  Molti giocatori di poker adorano provare il brivido dello scorrere dell’adrenalina che scaturisce da folli scommesse che vanno dallo stare nel mezzo dell’oceano per ore al correre una maratona in estate a Las Vegas.  Altri fanno vacanze esotiche per visitare luoghi remoti, nuotare con gli squali, tuffarsi dagli scogli o fare il bungee jumping tutto per cercare il brivido che non riescono a trovare al tavolo da poker.  Guy Laliberte ha forse iiziato a giocare a poker per trovare qualcosa di diverso dal successo del suo spettacolo Cirque du Soleil ma sembra che anche per lui tutto questo non sia bastato.

Guy Laliberte è nato a Quebec City, in Canada, il 2 settembre 1959.  Sua mamma lavorava come infermiera mentre suo padre era dirigente in una ditta produttrice di alluminio.  Da bambino Laliberte amava intrattenere gli ospiti cantando e ballando. Ha poi imparato a suonare svariati strumenti inclusi l’armonica a bocca e la fisarmonica. Quando ancora frequentava le superiori già sapeva di voler fare carriera nel settore dell’arte. Sempre alle superiori ha prodotto alcuni pezzi e spettacoli e anche se non ha subito ottenuto il successo, l’esperienza guadagnata si è poi rivelata proficua più tardi.  

Il poker non è stato un passatempo al quale Laliberte si sarebbe dedicato fino a molti anni più tardi quando ormai si era affermato come uno dei più popolari personaggi nello show business.  Subito dopo la laurea è venuto in Europa con poco più di $1000 in tasca. Ha poi raccontato in interviste di aver subito capito che quella somma di denaro non gli sarebbe mai bastata per fare tutto quello che aveva in programma quindi ha iniziato ad esibirsi vicino a popolari attrazioni turistiche. Nei due anni passati in Europa ha imparato tutti i trucchi dei migliori professionisti inclusa l’attrazione di mangiare il fuoco.

A vent’anni è tornato a Quebec City dove ha trovato lavoro in una centrale idroelettrica. La fortuna è però intervenuta cambiando il corso della sua vita. Dopo soli tre giorni di lavoro una serie di scioperi gli ha permesso di ottenere un sussidio di disoccupazione con il quale ha potuto mantenersi e fare ciò che gli piaceva veramente. Dopo un paio di anni Laliberte si è unito ad una troupe guidata da Daniel Gauthier che sarebbe poi divenuto suo partner in affari.

A 24 anni, Laliberte ha condotto uno show chiamato “Les Echassiers,” in merito al 450° anniversario della scoperta del Canada da parte di Jacques Cartier. Lo show è stato presto rinominato “Le Grand Tour du Cirque du Soleil” ed è poi diventato famoso come “Cirque Du Soleil.”  Lo spettacolo combina i vari modi in cui le diverse culture interpretano il circo e le altre forme di esibizione.  Lo spettacolo “Cirque Du Soleil” guadagnava poco all’inizio ma a metà degli anni ’90 era già uno tra i più seguiti al mondo. Nel 2000 Laliberte ha comprato la quota di Gauthier ed ora possiede il 95 percento della compagnia. Da uno spettacolo canadese degli anni ’80 lo show si è espanso fino a coprire 271 città di tutto il mondo inclusa la popolare Las Vegas. Le statistiche dicono che oltre 9’000 persone a notte hanno seguito lo show a Las Vegas. La popolarità dello spettacolo ha portato ad una rapida crescita dei guadagni e Laliberte si è presto riscoperto miliardario. Una recente stima afferma che la sua azienda valga ora 2.5 miliardi di dollari e che lui sia il 5° uomo più ricco del Canada.

Quando il suo spettacolo ha fatto tappa a Vegas lui ha avuto occasioni per passare tempo nei casinò iniziando a familiarizzare con il poker. I professionisti di poker erano allora più che felici di vederlo prendere posto ai loro tavoli ma con il tempo anche lui ha imparato a farsi valere in queste partite. La sua popolarità come conduttore del “Cirque du Soleil” (e la sua ricchezza) ne hanno fatto un perfetto candidato per arrivare allo show del poker per eccellenza l’High Stakes Poker del Game Show Network e poi Poker After Dark della NBC.  Laliberte ha inoltre partecipato ad un buon numero di tornei ottenendo come migliore piazzamento un 4° posto nell’aprile 2007 nel $25,000 Buy-in No Limit Hold’em Championship alla quinta edizione del World Poker Tour Five Star World Poker Classic.  Quel piazzamento gli valse $696,220. Oltre a questo, Laliberte ha vinto anche due satelliti da $2,500.

Laliberte è balzato alla ribalta quando si è imbarcato sulla navicella che da Baikonur, Kazakistan, lo ha portato sulla stazione spaziale internazionale per la cifra di $35 milioni.  Laliberte è così divenuto il 7° “turista” della storia ad andare nello spazio nonché il terzo canadese dopo due astronauti di professione.   

La storia ha generato un bel po’ di interesse nei forum di poker ma oltre a concedersi queste libertà da multi-milionario, Laliberte ha contribuito con centinai di milioni a progetti filantropici. Nel 2007 è stato nominato come Humanitarian of the Year per il suo impegno e quello della sua organizzazione.