Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | Eventi di Poker | WPT

WPT Venezia - Isaia al Final Table

Condividi
18 giocatori hanno preso parte al day 4 del WPT di Venezia e di questi nove erano italiani. Solo tre dei nostri sono riusciti ad accedere al tavolo finale, e tra questi, al settimo e all’ottavo posto, a far da coda nel chipcount, troviamo: Renato Paolini e Luca Fiorini, che si attestano, rispettivamente, sulle 470.000 e 405.000 chips.


Va molto meglio Alessio Isaia che partito chipleader ad inizio giornata viene scalzato dalla vetta nel giro di poche mani dallo scozzese David Vamplew a seguito della prima eliminazione di giornata, quella di Michal Polchlopek. Isaia, dopo aver perso la leadership ha continuato a marcare stretto il suo avversario e così a fine serata è stato l’unico a tenere il ritmo del britannico. Partirà oggi con un secondo posto in classifica.

Il primo italiano eliminato è statoo Giuseppe Cucchiara vittima al ventesimo livello di Rodrigues che con due Donne regge lo scontro contro l’Asso e Kappa italiano. Al livello successivo arrivano i turni di Christian Fabri e di Riccardo Mazzitelli, che si collocano rispettivamente al quattordicesimo e al tredicesimo posto; entrambi portano a casa  13.520 euro. Altro italiano perso è Alessandro Speranza che, da corto, si affida ad una coppia di Due, ma inutilmente.

Anche per Andrea Ferrari arriva il momento della resa e, ad un passo dal final table, il suo sogno si infrange: Ferrari va all in con due Nove e l’avversario chiamandolo gira una coppia di Dieci, le speranze sono al lumicino, ed il miracolo  non avviene. Si ferma in undicesima posizione, per lui 15.020€.

Rimasti in nove Isaia riesce a riconquistare la leadership, ma il gioco aggressivo del giovane scozzese Vamplew riporta, quest’ultimo, bel presto sulla vetta del chipcount ed alla guida di questo si conferma quando avviene l’ultima eliminazione di giornata.

Player out ancora un italiano, Paolo della Penna, che con Asso e Donna si scontra con coppia di Sei di Lykov; la coppia dello straniero regge e della Penna deve fermarsi ad un passo della finalissima. Per lui 22.000 €.
Con l’eliminazione il nona posizione del nostro si chiudono i giochi e si cristallizza la composizione del tavolo finale ad otto giocatori, che vedrà schierati ai nastri di partenza:


1. David Vamplew 4.100.000

2. Alessio Isaia 2.910.000

3. Sandor Mayer 2.585.000

4. Maxim Lykov 2.175.000

5. Adrien Camille Garrigues 1.555.000

6. Alexandre Rodrigues 1.465.000

7. Luca Fiorini 470.000

8. Renato Paolini 405.000