Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | Poker Live | Poker nei Casino'

IPT 2 - Malta 2 - Riassunto Day 2

Condividi
Il Day 2 dell'Italian Poker Tour di Malta parte in quinta marcia con una sequenza di action e di eliminazioni a raffica, forse ispirate dalle raffiche di vento che spingono i passanti lungo le vie.

A salutare senza gloria sono in molti, tra questi salvatore Bonavena, Team Pro PokerStars che non trova la sorte dalla sua quando pusha da short con Q-Q ma trova il call di Emiliano Bono (Runner Up all'EPT di Praga 2010) che con A-A lo elimina dai giochi.


Per il Team PokerStars rimane solo Luca Moschitta che si comporta molto bene prendendo i raddoppi in coin flip o con chiamate degne di nota e poi amministra una fase di stanca per soffrire decisamente nell'interminabile bolla che lo fa imbustare a sole 18.400 chip.


prendere la leadership del torneo sono i siciliani Litterio "litex83" Pirrotta (che elimina Limongi settando e sfiora quota 200.000 chip) e Claudio "clapagano" Pagano che svuota Moro con K-K contro Q-Q e supera le 220.000 chip.

 

Alla fine però l'azzurro si scioglie in una blinds war contro il tedesco Oemkhe e non trova nemmeno la conclusione della giornata mentre Litterio Pirrotta centra i premi soffrendo nel finale.

 

A rendersi protagonista sono però Giacomo Loccarini e Gianluca Speranza a cui tiene compagnia Alessandro Furneri.

 

Giacomo Loccarini tocca il fondo del barile crollando a 18.000 prima di scoppiare Laura Tirone con una scla e iniziare una rimonta incredibile che lo porta a prendere la leadership e a superare perfino il fortissimo tedesco Dominik Nitsche a quota 370.000 gettoni.


Gianluca Speranza trova un raddoppio provvidenziale all'inizio di giornata e poi con maestria, piatto dopo piatto, martella e scolpisce poker al tavolo salendo oltre quota 300.000 chip, poi perde un colpo 80-20 e imbustaa 281.700 gettoni.


Alessandro Furneri si gestisce sapientemente e trova i raddoppi nei momenti chiave che gli permettono di portare a termine la giornata tra i migliori quando imbusta a 275.600.


Nel finale escono a ridosso dei premi Riccardo Mazzitelli e Andrea Benelli, mentre il ruolo di uomo bolla spetta a Donato De Bonis che saluta dopo una lunga e sofferta bolla in cui Alessio Isaia da il meglio di sè e incrementa notevolmente lo stack imbustando a 480.000 da vice chipleader, mentre Dominik Nitsche si suicida con K-Q contro A-A di Oemkhe (che chiude a 441.200) e rovina buona parte del lavoro di sfiancamento dei rivali. Il chipleader a fine giornata è proprio Giacomo Loccarini con 522.700 gettoni.