Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | Eventi di Poker | IPT - Italian Poker tour

IPT 2 - Malta 2 - Vince lo spettacolo! Loccarini si impone su Isaia

Condividi
La nona tappa dell'Italian Poker Tour in terra maltese trova il suo cavaliere pronto a trionfare su un field altamente competitivo.

Gli ultimi due attori sono tra i migliori giocatori a livello nazionale.

Alessio Isaia, recente vincitore del WPT di Venezia e già vincitore di una tappa IPT e Giacomo Loccarini, Runner Up all'Italian Pro Championship di Sanremo dietro a Dario Minieri.

La mano finale, quando i due sono quasi pari stack, consegna Picca e assegno da 122.000€ a Giacomo Loccarini che stana Alessio Isaia (2°) in bluff (T♠ 8♠) e porta a casa la vittoria chiamando con A♠ 6♦ l'all-in di Isaia sul board 4♥ 7♦ 9♣ 7♣ 4♠.

Il Final Table inizia per una volta puntuale alle 14.06 e dopo 40' arriva la prima eliminazione quando Litterio Pirrotta, subito dopo aver trovato un raddoppio con Q-6 contro K-7 di Isaia, rimanda la vasca con A♦ K♣ per 130.000 e viene chiamato da Isaia che aveva aperto il gioco con A♠ 2♠.

Il board 9♥ T♦ Q♦ 2♣ 7♦ consegna Litterio Pirrotta alla storia dell'IPT come ottavo classificato.

 

Verso la fine del livello 21, Loccarini chiude colore al river con 6♦ 3♦ contro il finlandese Mattsson e lo accorcia pesantemente. Proprio Johan Matias Gunnar Mattsson, all'inizio del livello 22, bui 8.000-16.000, ante 2.000, openpusha per 90.000 da bottone con Q♠ 3♠ ma trova Khosravi pronto a chiamare con A♦ 4♥ per un board 5♦ 2♥ 7♥ 2♣ 9♠ che elimina il finlandese al 7° posto.


Al 6° posto crolla l'ultimo straniero in gara, lo svedese Pontus Nima Khosravi che prima perde quota contro il set di Virdis, poi trova un raddoppio miracoloso con K-4 contro 4-4 di Loccarini ma, infine, decide di suicidarsi openpushando da cutoff per 373.000 gettoni con Q♦ T♦ per il call dell'onnipresente Loccarini con A♠ 9♦. Il board 6♦ J♥ 2♣ 6♠ A♦ caccia l'ultimo straniero dall'IPT.

La lotta si protrae e si arriva al livello 23, bui 10.000-20.000, ante 2.000 per vedere un'altra uscita di scena, quella del forte Gianluca Speranza che si arrende al 5° posto in coin flip con A♦ 9♣ contro Giacomo Loccarini con 5♠ 5♦ per un all-in preflop da 1 milione di gettoni che produce il seguente board Q♠ 8♦ J♥ K♥ 2♥.

Una piccola fase di stanca attraversa l'evento, finchè non ci si ridesta quando Gavino Bechembauer Virdis finisce ai resti con J♥ 8♥ sul flop 8♣ 9♠ T♦ contro il set di Loccarini con 8♠ 8♦. Turn J♦ e river 2♦ lanciano verso l'olimpo un'inarrestabile Loccarini e registrano l'eliminazione del sardo al 4° posto.

La lotta per il podio sembra segnata quando si parte con Loccarini a 2.932.000, Isaia a 1.388.000 gettoni e D'Arrigo short a 422.000 chip.

in effetti proprio Nicola D'Arrigo si arrende al 3° posto quando con 8♠ 9♠ finisce ai resti sul flop 6♣ K♠ 4♠ contro Q♥ T♥ di Isaia. Turn e river blank consegnano il lasciapassare per il testa a testa finale di cui avete già letto l'epilogo.