Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Notizie sul poker | Persone nel Poker | Facce da Poker

Epic Poker League, a Doyle Brunson una "wild card" valida a vita

Doyle Brunson
Condividi

Una card speciale per Doyle Brunson

Gli altri si devono conquistare la qualificazione a colpi di successi e risultati, lui invece, vista la sua carriera ultracinquantennale, ha ottenuto una "wild card" valida per la vita. È successo a Doyle Brunson, la leggenda del poker che a 78 anni ha fatto ancora centro.

La Epic Poker League, il circuito di tornei che si giocano al Palms Casino Resort di Las Vegas, ha fatto un'eccezione per "Texas Dolly".

Di solito a decidere chi partecipa a ogni singolo torneo è la Commissione degli organizzatori (di cui fa parte anche Annie Duke) che analizza i risultati e il comportamento dei giocatori e in base a questi decide i player. I più meritevoli, poi, riescono al massimo a ottenere una card di inviti valida per 5 anni.

Non è stato così per Doyle al quale, visto il suo bankroll pazzesco (6 milioni di dollari nei tornei, che però sarebbero molti di più se ricalcolati alla luce dell'inflazione) e il suo immenso contributo alla comunità del poker, è stata consegnata una card speciale, che gli permetterà di partecipare alla Epic Poker League vita natural durante, se lo vorrà.

Già, perché ultimamente il "Godfather of Poker" ha dichiarato di non sentirsela più di tanto di giocare i tornei "troppo lunghi e impegnativi" per la sua età. Ciò però non significa che abbia intenzione di mollare il poker, poiché con il tempo ha solo cambiato gusti e ora preferisce le partite cash.

Facciamo quindi tanti auguri a un vero nonno del poker!