Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Strategia di poker | Strategia per Esperti

Aces vs. Kings

Stampa
Condividi
Nel corso degli anni passati come dealer, ho spesso sentito giocatori al tavolo discutere su chi avesse mai passato una coppia servita di re preflop. Ricordo la prima volta in assoluto che ho sentito questa discussione. E' stato durante le World Series of Poker 2003. Annie Duke e altri pro stavano discutendo proprio questo argomento. Anche se Annie diceva di non averlo mai fatto ma che avrebbe potuto nella giusta situazione, gli altri pro dicevano che in nessun caso lo avrebbero fatto. Il motivo di questa affermazione era che troppo raramente preflop si trovano KK contro AA e passare un KK non si rivela proficuo.

Alcune notti fa, dando carte al Bellagio, mi sono trovato in una di quelle situazioni nelle quali sarebbe stato corretto passare una coppia di K. Dato che si è trattata una mano reale ho cambiato i nomi dei giocatori per proteggerne l'identità.

Era una partita da $10-$20 di No Limit Holdem. Era una partita a nove con quasi tutti professionistiquando si è presentatala mano seguente.

Tutti passano sino a Jimmy, esperto professionista di Las Vegas, in posizione intermedia che apre il piatto per $120. Tre altri giocatori chiamano il rilancio ed il turno di parola passa allo small blind, Roger, che ha iniziato a pensare. Roger, un professionista di internet decide di portare a $620 per vedere il flop flop. Ora Bill, molto esperto ma non professionista, sedendo al big blind con due Re neri ha iniziato a pensare. Dopo lunghe riflessioni, Bill ha deciso di rilanciare a $2200, restando con altri $4000.

Jimmy e gli altri tre callers si sono fatti cupi guardando le proprie patetiche mani. Si chidevano come si fossero potuti far coinvolgere in una mano simile. Tutti hanno ovviamente passato sino a Roger. In pochi secondi Roger annuncia "all in." Lui aveva $10,000 coprendo ampiamente Bill.

Non ci sono per me dubbi che la mano di Roger fosse una coppia di assi perché difficilmente si potrebbe rilanciare all-in un piatto che ha visto un'azione del genere.

Bill, nonostante ciò vede all in. Secondo me, il call di Bill è stato assolutamente orrendo per un giocatore del suo calibro. Credo anche lui lo sapesse dato che già scuoteva il capo prima del call brontolando per la propria sfortuna.

Le due mani sono state girate e tutti abbiamo avuto conferma di ciò che avevamo pensato Aces vs. Kings. Sfortunatamente per Roger, gli dei del poker sorridevano a Bill quel giorno e gli hanno regalato un K al flop ed uno al turn.