Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Strategia di poker | Strategia per Esperti

Gioco in Short Stack

Stampa
Condividi
Se giochi un torneo, è inevitabile che potresti trovarti in una situazione di short stack. Lo cosa più facile da fare è puntare tutte le tue chips e tentare la fortuna, ma c'è un modo di giocare che se fatto correttamente può far diventare il tuo piccolo stack in un grande stack.

Cosa è lo short stack?

Dan Harrington, nel suo eccellente libro "Harrington on Hold'Em," ha indicato questo concetto come valore M. Questo valore è calcolato tra il valore del tuo stack, il costo e livello dei bui. Per esempio, se hai 10,000 in chips e I bui sono 500/1,000 e gli ante sono 200 e sei in un tavolo da 9 giocatori, il tuo valore M è calcolato come 10,000/(500+1,000+(200*9)) o 3.03.

Come dice Harrington, ogni valore M inferiore a 6 indica che sei in short stack. Io penso che il numero è un pò alto. Se tu hai 17,000 in chips nell'esempio precedente, il tuo M sarebbe intorno a 5. Non penso che 17 grandi bui è uno stack da costringere all'all-in. La cosa da tenere in considerazione è che il tempo non è a vostro favore e quindi con il passare del tempo è difficile mantere lo stack e quindi prima o poi si sarà costretti all-in. Il miglior numero che indica quando si è short stack è 4. Il valore M di 4 indica uno stack di circa 12 grandi bui. Questo fa di te un giocatore con uno short stack.

Non aspettare

Una delle cose importanti da ricordare è che con uno stack basso non è possibile aspettare troppo per muoversi. E' importante guadagnare quante piu chips possibli per incrementare il valore del tuo stack. Se hai 10,000 in chips e non ricevi mani, e passi per due giri con bui a 500/1,000 e 200 di ante, alla fine in tutto hai 3400 chips. Se ricevi una buona mano come due assi e fai un double up arrivi a 7000 chips e sei comunque short stack. Tutta via se avessi rubato dei bui/ante o avresti raddoppiato precedentemente i tuoi assi potevano farti vincere molto di più.

E' importante capire questo perché con uno short stack bisogna giocare piu selettivi rispetto a stack grandi e medi. In posizione iniziale, dovrai essere molto più selettivo. Coppie e carte alte si possono passare. Un errore che molti giocatori fanno è che con Asso e qualsiasi altra carta il giocatori fanno call. In posizione finale questo potrebbe essere giusto. Pensaci qualche secondo. Quale mano è buona per andare allin? Assi e Coppie. É meglio mostrare 8 e 7 che A e 5, in quanto se si prende una mano con A ma con kicker superiore, si è dominati. A-5 è a 2.3:1 rispeto ad A-J mentre 8-7 offsuited è a 1.7:1 rispetto ad A-J.

Scelta della mano e posizione

Giocando short quando si ha una mano da giocare è semplice - vai all in. Ma quale mano e da quale posizione bisogna andare all-in? Quello che segue è una guida generale sulle mani da giocare, e da quale posizione, quando sei short stack (M<4). Come in ogni cosa nel poker, le circostante sono fondamentali.

Posizione iniziale - Tutte le coppie, ogni Asso alto (A-10 o piu), ogni mano dello stesso colore.


Posizione media - Tutte le posizioni iniziali, tutti I connectors da 5-4 a salire, ogni carta alta che non è un asso (per esempio, K-7 stesso colore o Q-9).

Posizione finale - dipende da chi è nei bui. Se il giocatore alla vostra sinistra ha una grande tendenza a vedere allora giocate le stesse mani della posizione media, altrimenti passate.

Cosa fare se non sei il primo a parlare?

Avere uno stack basso significa che non hai equity fold. Non hai abbastanza soldi per indurre i tuoi avversari a foldare. È sempre meglio esser eil primo a chiamare o fare raise o all in con una mano marginale appena la mano è aperta. Che non significa che tu debba foldare tutto tranne le mani migliori. Se hai un A-J ed un loose player ha aperto con un raise da una posizione centrale, sarebbe corretto giocarsi un all in. Molto di quello che farai dipende dal igocatore che ha cominciato e da quali sono le tendenze. Più sono loose più mani puoi tentare. Se invece sono tight, hai bisogno di stringere la rosa delle mani da giocare.

Il call quando il tuo stack è sotto 4 è un grosso errore. Non hai abbastanza chips per essere capace di giocare con cognizione. Diciamo che hai A-10 ed un gentile loose player prima di te ha rialzato. Sei più o meno sicuro che sei Avanti ma vuoi vedere il flop e vedere che fa. Il flop esce 8-4-2 ed il tuo avversarkio loose punta abbastaza da farti andare in all in. Tu foldi, avendo gettato via 4,000 dei tuoi 12,000, e ti sei messo in una posizione ancora peggiore. La mano del tuo avversario? Era A-7. Ma soltanto facendo call non solo hai perso chips, hai perso pure l'opportunità di guadagnarne.

Altre eventualità

Alcuni giocatori faranno limp o faranno uno standard raise. C'è un problema nel farlo. Se fai limp o giochi uno standard raise, dai l'opportunitò ai tuoi avversari di lasciarti fare un errore. Se vai in all in, elimini questa possibilità, e puoi anche indurre i tuoi avversari a fare un errore. Avere uno stack basso è già abbastanza difficile, non fare ancora peggio mettendoti nella situazione di dover prendere decisioni difficili.

Supponiamo che tu abbia una coppia di 6 è c'è un loose con uno stack alto in big blind. Non vuoi rischiare di uscire per un coin flip quindi decidi di limpare. Il giocatore con il big blind rialza di 3 volte il big blind e tu fai call per il 30% del tuo stack immaginando che se esce qualcosa nel flop puoi raddoppiare. Il flop arriva con carte alte e il giocatore con lo stack più alto punta con i suoi 7-6 e vince il piatto quando foldi. Gli hai dato la possiblità di costringerti a fare un errore non andando in all in. Un altro errore che vedrai spesso fare ai giocatori è quell odi rialzare 3 volte il blind quando hanno 10-12 di big blind e poi foldano davanti un re-raise. Se la tua mano non è abbastanza buona per fare call del tuo all in, non la dovresti giocare. Questo non significa che non puoi rubare, per sopravvivere - devi solo assicurarti di farlo nel momento opportuno andando in all in e lasciando la decisione al tuo avversario piuttosto che a te.

Trarre vantaggio dalle mani alte

cosa succede quando hai Asso, Kappa o Q?sicuramente non vogliamo scommetterci un all in giusto? Sbagliato, e lasciatemi spiegare perché. Se stai utilizzando effettivamente la strategia legata allo stack basso, vai probabilmente spesso in all senza call o se ci sono stati call e tenti la fortuna i tuoi compagni di tavolo hanno visto che la tua mano non è così forte. Facendo altro che non sia l'all in, stai dando informazioni ai tuoi avversari. Non stai avendo nessun vantaggio, se vantaggio c'è è tutto per i tuoi avversari che capiscono qual'è la tua mano. Possono vedere un flop chiamando consapevoli del fatto che se trovano qualcosa vincono e se non trovano niente, perdono solo una piccola puntata. Pensa a quanto spesso si vede gente fare call su un all in basso con mani marginali come K-10, coppie di 4 o A-8. La cosa migliore da fare per trarre vantaggio da mani alte e appunto andare in all in.

Usare degli accorgimenti

Un ultimo accenno alle giocate con uno stack basso. La comprensione del comportamento dell'avversario può rendere più efficace la vostra giocata. Qual è il momento migliore per giocarsi l'intero stack rimasto a disposizione in una mano marginale? Il momento in cui esiste un'elevata probabilità che i restanti avversari passino la mano, e ciò, generalmente, accade quando i giocatori hanno uno stack basso o quasi. Prima di effettuare la vostra mossa, calcolate questa probabilità; se esiste, allora fate la vostra mossa. Potrebbe accadere che qualcuno abbia delle buone carte, ma questo è un rischio che dovete correre.
D'altro canto, potreste spesso trovarvi nella condizione di non essere di mano. Questo può essere snervante e, se non fate attenzione, potreste finire le fiches. In simili situazioni, dovete cercare il giocatore che più probabilmente ha una mano peggiore della vostra, giocare con attenzione e puntare le vostre fiches contro di lui. Passare una mano non vi esclude dal gioco. Una mano come Q-10, in simili situazioni, vi permette tranquillamente di giocare.

Prendi posto al tavolo. Se il tavolo sta giocando pulito e ti sta permettendo di andare avanti con piccole mosse con cui guadagni chips, aumenta la loro frequenza. In caso contrario, trova la giusta opportunità di racimolare fiches. La consapevolezza del tavolo e sapere cosa sta accadendo è cruciale per il gioco dell' "accumula velocemente". Fai attenzione e modifica la tattica da una di breve accumulo ad una di grossa vincita. Tutti sappiamo comunque che è più divertente giocare con molte fiches.