Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Strategia di poker | Strategia per Principianti

Il problema di giocare in slowplay gli Assi

Stampa
Condividi
L’altra notte stavo guardando il tavolo finale del Main Event delle World Series of Poker Europe ed ho visto una mano giocata tra Scott Fischman e Ivan Demidov. Non ricordo i dettagli esatti ma è andata più o meno così: Demidov ha aperto l’azione con coppia di K. Fischman ha risposto con un flat call con coppia di Assi. Tutti gli altri hanno foldato. Al flop sono arrivati A-x-x tutti picche. Demidov non aveva picche ed ha checkato. Fischman ha puntato sul suo tris e Demidov ha foldato perdendo il minimo. La mano mi ha fatto pensare perché il flat calling in questa situazione è così sbagliato ed ho pensato d scrivere un piccolo articolo per parlare dei pro e dei contro del giocare gli assi slowplay. Come vedete i contro sono molti di più dei pro, almeno secondo me.

Vantaggi di giocare slowpaly gli Assi

1) Fa confondere sulla tua mano – se sei il tipo di giocatore che chiama tanti raise dalla posizione, chiamare con gli Assi porterà l’avversario a confondersi e potrebbe aggiungere altro valore dal raiser pre-flop quando poi agisce post-flop.
2) Varia il tuo gioco e ti rende imprevedibile – non lasciare che i tuoi avversari ti leggano è una parte importante dell’essere un giocatore di poker di successo. Se rilanci sempre con la tua coppia alta, diventerai troppo prevedibile ed i tuoi avversari potranno prendere le giuste decisioni basandosi su questo.
3) Ti fa acquisire valore addizionale dalle mani che avresti foldato dopo un re-raise pre-flop – un problema dei re-raise su un raise da parte dei giocatori scaltri ed aggressivi con coppia di Assi è che essi spesso foldano e tu non aggiungi altro valore alla tua mano.

Svantaggi di giocare slowplay gli Assi


1) Spingerai l’avversario a prendere una decisione corretta piuttosto che una sbagliata – guarda la mano di Demidov-Fischman come esempio. In quella mano, Demidov è stato capace di lasciare la mano con una perdita minima. Se Fischman, comunque, non avesse giocato lentamente in pre-flop, è molto probabile che tutte le fiches sarebbero andate al centro e sarebbero raddoppiate.
2) Perdi valore dai tuoi avversari che probabilmente chiameranno un re-raise pre-flop – se effettui un raise del giusto valore, la maggior parte degli avversari ti chiameranno pre-flop per vedere il flop. So che questo sembra una cosa semplice da dire, ma ogni fiches aggiuntiva che ottieni è benaccetta. Giocando slowplay, non ti darai questa opportunità.
3) Non sai a che punto sei. Un problema con il giocare slowplay è che non definisci le mani dei tuoi avversari. Se tu effettui un re-raise, otterrai maggiori informazioni. Se foldano, allora sicuramente avevano carte pessime e sicuramente potrai prenderne nota per il futuro. Se chiamano, poterebbero avere una mano speculativa e puoi basare le tue decisioni post-flop su questo. Se rispondono con un re-raise, probabilmente hanno una mano molto forte (e qui potresti guadagnare dallo slowplay perchè hai ottenuto valore aggiuntivo e altre informazioni sulla mano del tuo avversario).

Quale è il modo migliore di giocare una coppia di Assi? Ci saranno volte in cui lo slowplay è corretto (e questo sarà l’argomento del prossimo articolo), ma la maggio parte delle volte dovresti rilanciare. La domanda a cui c’è bisogno poi di risposta è quanto rilanciare. Questa risposta varierà sempre in base al tipo di giocatori coinvolti nel piatto, al numero dei giocatori, la loro facilità a chiamare un raise, ed alla somma che essi probabilmente chiameranno. Il tuo raise non dovrebbe essere così alto da spaventare l’avversario, né dovrebbe essere così basso da invitare tutti a chiamare.

Prima di approfondire l’argomento, voglio riportare un paio di situazioni in cui confrontare lo slowplay ed i raise.

Situazione #1 – il tuo avversario ha rilanciato tre volte il grande buio da middle position con 5-4 serviti. Il bottone ha risposto con un flat call con coppia di 8. Chiami con coppia di Assi. Il flop arriva con Q-6-3. Tu punti e vieni chiamato da entrambi i giocatori. Il turn è un 7. Punti ancora e il raiser pre-flop ti rilancia. Quello con coppia di 8 folda. Tu pensi che l’avversario abbia mani del tipo A-Q or K-Q e vai in all-in , venendo eliminato.

Situazione #1a – stessa situazione di prima ma questa volta tu fai un re-raise dal grande buio di nove volte il grande buio. Il raiser pre-flop iniziale folda ed il bottone –pensando che tu voglia bluffare – va in all in. Tu raddoppi grazie al suo errore.

Situazione #2 – un giocatore molto aggressivo apre con poco il piatto con coppia di K. Tu rispondi con flat call dal bottone con coppia di Assi. Il flop arriva con A-x-x e tre picche. Il tuo avversario checka, tu fai una piccola puntata di 1/3 del piatto e il tuo avversario folda.

Situazione #2a – stessa situazione di sopra ma questa volta fai un raise molto ridotto di solo il minimo (questa è la somma che pensi l’avversario chiamerà anche con una mano pessima). Il tuo avversario rilancia. E’ in grado di farlo in una sola mossa. Tenti un quarto raise, questa volta andando in all in. Lui ti chiama subito e tu raddoppi.

Questi sono esempi molto generici (a parte il fatto che la #2 è l’esatta replica della mano Demidov-Fischman) ma penso che tu possa vedere dove c’è da ottenere maggior valore dal giocare gli assi velocemente. Un beneficio aggiuntivo che non ho citato prima è che può smascherare i bluff da parte di mani più deboli. Se i tuoi avversari ti vedono giocare gli assi in una certa maniera, puoi fare la stessa cosa con mani molto più basse e lasciare i tuoi avversari supporre. Questo è un modo molto migliore di variare il tuo gioco e renderti imprevedibile rispetto a chiamare soltanto. Rilancia con questi Assi – e alla lunga – sarai fiero di averlo fatto.