Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Strategia di poker | Strategia per Principianti

Giocare online – Quando perdi

Stampa
Condividi
Arriverà un momento, se non è già arrivato, in cui perderai ai tavoli di poker a prescindere da quello che tu faccia. Se giochi mani ottime, queste non saranno all’altezza e verrai battuto. Se sei aggressivo, ti metteranno in trappola. Se sarai in testa, sarai raggiunto. Se sarai indietro, non riuscirai mai a recuperare. Comincerai a vedere la tua presunta vittoria conseguente ad un all-in, sicura al 99 per cento, che alla fine arriverà seconda. Avrai un tris di Assi al flop 2-3 e le ultime carte saranno 4-5, ed uscire subito, ti sembrerebbe una ottima opportunità. Comincerai anche a ricavare un diletto perverso dal vedere quanto possano essere scorretti gli Dei del poker, seduto in un attonito silenzio in seguito all’ennesima strage di carte.

E’ in momenti come questi che la tua vera passione da giocatore di poker viene messa duramente alla prova. E’ semplice, quando affronti questo tipo di cose, gettare all’ aria le tue fiches e i tuoi soldi con violenza, imprecando contro l’universo per avertela fatta ancora. Credimi, succederà. Se sei così arrogante da pensare che non ti resti nulla delle tue passate sofferenze. La ruota della fortuna cosmica gira, e chi può sapere perchè diventiamo i suoi prediletti o i suoi capri espiatori? Ma persino Doyle Brunson in persona una volta ha consigliato ai giocatori di “fare buon viso a cattivo gioco”, nel senso di trovare del buono anche nelle situazioni peggiori, dobbiamo rispettare allo stesso modo entrambe le facce della medaglia.

Il primo consiglio che voglio darti è semplicemente stare lontano dai tavoli per un po’. Se hai giocato ai tavoli per giorni e giorni senza mai una pausa, concediti un po’ di riposo, da una settimana a 10 giorni, e fai qualcosa di totalmente differente, solo per prendere una boccata d’aria. In particolare, presta attenzione alla tua salute fisica e psicologica. Esci e fai qualche esercizio. Idratati bevendo tanta acqua e mangiando cibi ricchi di acqua, che non solo ripuliranno il tuo corpo dalle tossine, ma ridaranno tonicità anche alle tue emozioni. Un mio vecchio insegnante una volta mi ha detto, “Se sai che non ti puoi permettere una vacanza, è un segno sicuro del fatto che necessiti di una vacanza”. Fare qualcosa di completamente differente da quello che fai normalmente crea una interruzione nel tuo sistema nervoso, permettendogli di resettarsi in una atmosfera salutare. Questo già da solo potrebbe essere abbastanza per rompere completamente la routine, e ti permette di tornare a giocare rinfrescato e pronto per vincere ancora.

Se decidi di restare a giocare, tieni a mente alcuni concetti fondamentali. Primo, assicurati che non sia la tua frustrazione a creare un decadimento generale del tuo gioco. Se sei un giocatore di high-low stud, per esempio, non cominciare dal nulla a giocare coppie medie quando ci sono ancora sei giocatori che devono agire dopo di te, con la speranza di arrivare ad un tris. Non chase hands, thinking that you are bound to get lucky one of these times. When you are in a streak like this, you won’t, and that’s all there is to it. Più you chase, più ti frustrerai, il che alla fine ti metterà in tilt, portandoti a giocare ancora peggio. Se non ti trovi in in questo stato online, devi solo cliccare sul tasto “sit out next hand” , farti una passeggiata, e tornare nel momento in cui il tuo cervello si è calmato e sei pronto per giocare megli oche riesci.

Poi, non essere imbarazzato nel cercare un profitto minimo. A volte, serve soltanto una piccola vincita per rompere il ciclo sfortunato e tornare in pista. Non tentare di recuperare tutto quello che hai perso in una sola partita. Comincia ad accumulare un po’ per volta. Sarai sorpreso da quanto ti possano fare del bene le piccolo vittorie quando sei stato martellato ripetutamente. Se sei nel bel mezzo di questi, considera ogni vittoria una fortuna. Sorprendentemente, può aiutarti a ritrovare la fiducia in te stesso più velocemente, portandoti a vittorie sempre più alte.

Terzo, resta costantemente in uno stato d’animo positivo il più possibile. Questa è la cosa più difficile di tutte. La scimmietta nella tua testa adora chiacchierare a vanvera, specialmente quando stai perdendo. Pensieri come “E’ successo di nuovo”, o “Ed ora, come manna dal cielo, gli arriva un miracolo al river” si trasformano in qualche modo automaticamente in profezie. Più negativi sono i pensieri in cui incappi, maggiore sarà la negatività che crei, ai tavoli come nella tua vita. Mantieni uno stato interiore positive e questa convinzione ti guiderà di nuovo alla vittoria.

Quarto, non lasciare che una perdita minima diventi più grande. Ho recentemente partecipato ad un tavolo hi-lo, dove mi sono state servite 20 mani consecutive ingiocabili. Qualcuna di loro era marginale, ed “avrei potuto” giocarle. Ma nel bel mezzo di un periodo perdente, quella è la ricetta per il disastro. Gioca una di quelle, e convinciti che una mano mediocre può portare al massimo ad una divisione del piatto. Poi, dopo che ne hai persa una, ne giochi un’altra per tentare di recuperare, e ti trovi ben presto nel baratro. E così via. Ho pagato gli ante, ho visto le scritte sul muro, e me ne sono andato.

Infine, se sei in una situazione del genere, ma credi di aver bisogno di giocare, trova il modo di farlo senza toccare il bankroll. Utilizza i tuoi frequent player points per accedere ai tornei, iscriviti a qualche freeroll, o abbassa i livelli di stack di riferimento fino a che non avrai superato il periodo nero. Quando fai questo, prendi nota dei tuoi schemi di gioco e lavora sodo su tutte le lacune che trovi. Alla fine, il duro lavoro ti tornerà indietro, ed un giorno, ti troverai di nuovo in pista, impegnato a tutto tondo, e pronto per essere il giocatore vincente che sai di essere.

Ci vediamo ai tavoli!