Cookies on the PokerWorks Website

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your settings, we'll assume that you are happy to receive all cookies on the PokerWorks website. However, if you would like to, you can change your cookie settings at any time.

Continue using cookies

Strategia di poker | Strategia per Omaha

Giocare a poker con Pokerpeaker – PUOI bluffare in Omaha

Stampa
Condividi
Una delle "regole" dell’ Omaha è che è quasi impossibile bluffare.
Ci sono troppe mani con cui le persone possono chiamare.

Ma la cosa fantastica del poker è che è una delle poche cose che nella vita non hanno regole severe. E’ anarchia con una struttura ben definita. E quale modo migliore per festeggiare questa anarchia che con l’Omaha, un gioco rivoluzionario, se ce n’è mai stato uno?

Mi sono stati serviti K[c] – K[s] – A[d] – 9[d], e sto giocando .10/.25 su PokerStars. Un giocatore UTG rilancia a .75. chiamo immediatamente nonostante il raise in first-position, per tre ragioni. Ho una coppia alta ed ho anche un Asso servito, per cui ho la possibilità di floppare una delle mani più alte possibili nell’ Omaha, tris alto con progetto di colore. Inoltre questo è un six-handed game, per cui l’UTG che rilancia non ha la stessa valenza che se fossimo in un full game. Infine, sono al bottone, e la posizione è importante nell’Omaha come lo è nell’Hold 'Em.

OK, chiamo, e il piccolo buio chiama.

Il flop arriva con 9[h] – 5[d] – 2[c].

Il piccolo buio checka, e il raiser iniziale punta $1.75.

Di tutti i flop che avrebbero potuto capitarmi, questo è probabilmente uno dei flops peggiori che abbia mai visto nella mia breve carriera in Omaha. Mi faccio un po’ sospettoso. Non riesco a vederlo rilanciare con nessuna mano che avrebbe potuto hittare. Potrebbe avere degli Assi, ma non è probabile, dato che ne ho uno in mano.

Ho la posizione, che mi porta a chiamare. E’ un tantino pericoloso, devo ammetterlo, e quando anche il piccolo buio chiama, la situazione non mi piace. Non so cosa abbia realmente il piccolo buio, e non c’è nessun progetto alto in terra, per cui potrebbe avere semplicemente una stupida doppia coppia. E’ pericoloso presupporre nell’Omaha che il tuo avversario non abbia nulla quando potrebbe, anche con un flop ridicolo. Ed ho due giocatori che mi seguono nella corsa, non soltanto uno. A meno che qualcosa di incoraggiante non arrivi al turn, probabilmente folderò.


OK, ci va bene. Un 10[d] ci arriva al turn. Il piccolo buio checka ancora e questa volta checka anche il raiser originario. Hmm.

Qui punterò perchè ora il piatto mi piace, per cui non ho intenzione di rinunciarci. In più ho un ottimo progetto di colore e qualche altro out, per cui ho qualche possibilità di salvezza se vengo chiamato. Infine, non posso vedere come quel 10[d] renda le mani degli altri migliori. Di nuovo, questo tipo di riflessione è pericoloso in Omaha, ma mi attengo alla mia lettura fino a che i miei avversari non mi dicono qualcosa di meglio.

Punto quasi il valore del piatto, $5. In omaha, di solito, sono favorevole alle puntate del valore del piatto o quasi, anche se sono in progetto, e questo progetto mi piace. Ho le K, ho anche un 9 nella mia mano, per cui un terzo 9 potrebbe darmi la mano migliore, ed ho un ottimo progetto di colore.

Il piccolo buio folda, come avrebbe dovuto fare probabilmente al flop. Comunque, il raiser originale chiama. Forse ha davvero gli Assi e non può lasciarli andare.

Il 6[h] arriva al river.

E’ una carta interessante, ma ancora, non vedo come potrebbe aiutare il mio avversario. Se ha 7-8 ha una scala, ma non credo che abbia chiamato la mia puntata al flop avendo soltanto un progetto di scala ad incastro. Quindi cosa ha che può battermi?

Beh, potrebbe avere certamente una doppia coppia, e suppongo che sia stato fortunato nella sua strada verso la scala. Dubito che abbia un tris, dato che probabilmente avrebbe rilanciato al turn con un progetto a quadri in terra. Potrebbe esser stato fortunato ed avere un tris di 6, ma non ci conto molto.

Checka. Non credo di poter checkare qui. Se ha un Asso, vince, se ha una stupida doppia coppia (penso ad una mano come A-A-9-10) vince. Non credo che abbia una mano alta, e non credo neanche chiami una buona puntata.

In più dirò che checkare in Omaha è una mossa ancora più debole che checkare in Hold 'Em. Mostra debolezza finanche in un pot-limit game dove ci sono un sacco di possibili mani che potresti tenere. È certamente una buona mossa se non hai nulla, ma nella maggior parte dei casi che checki in Omaha stai anche dicendo al tuo avversario che non hai nulla. Non vedi molti check raises nell’ Omaha.

Sono in heads up, ho la posizione dalla mia, e ho quella che credo sia una buona lettura della debolezza del mio avversario. Questi sono tutti elementi ottimi per poter bluffare al river, ed io punto il resto delle mie fiches, $15.90.

Non è una puntata pazza. E’ vicina al valore del piatto. Per cui non pare sospetta.

In più credo che per poter far funzionare un bluff in ogni tipologia di poker, devi raccontare una storia credibile. Diamo una occhiata alla storia che stavo raccontando.

1) Ho chiamato il tuo raise pre-flop per cui ho una mano decente.

2)Ho chiamato al flop. Avrei potuto rilanciare, ma non è quasi mai una cattiva idea limitarsi a chiamare al flop in. Quindi ho una mano decente.

3) Quando hai checkato, ho puntato quasi quello che c’era nel piatto al turn. Ho una mano qui, seriamente, e ti sto suggerendo di foldare.

4) Sono andato all-in al river perchè voglio che chiami. Il mio all-in ha quasi il valore del piatto, e puoi chiamarmi senza problemi, per cui sono sicuro che mi chiamerai.

Sembra che io abbia un tris, in realtà, e non me la prendo per il fatto che folda. Quello che lui non sa è che sto anche festeggiando per questo.

*Controlla la Sezione Strategia su PokerNews per altri articoli informativi*